Skip to content

Valentino si unisce alla crescente banda di stilisti senza pelliccia

Un passo avanti sostenibile, che si unisce ad altre case di lusso tra cui Armani, Prada e Gucci.

Valentino è diventato l’ultima potenza della moda ad abbandonare la vera pelliccia, con una mossa accolta mercoledì dagli attivisti italiani come un “chiodo nella bara per il crudele commercio di pellicce”. L’iconica casa italiana ha dichiarato che cesserà la produzione presso la sua azienda di pellicceria con sede a Milano, Valentino Polar, alla fine di quest’anno e l’ultima collezione a includere pellicce sarà la stagione Autunno/Inverno 2021-22.

“La posizione fur-free è perfettamente in linea con i valori della nostra azienda”, ha affermato in una nota Jacopo Venturini, amministratore delegato di Valentino. “Stiamo andando a tutto vapore nella ricerca di materiali alternativi in ​​vista di una maggiore attenzione all’ambiente per le prossime collezioni”.

La decisione segue un numero crescente di grandi nomi della moda che rinunciano all’uso della pelliccia animale, tra cui Armani, Prada e Gucci.

Martina Pluda, direttrice italiana del gruppo di campagna Humane Society International, ha affermato che la decisione di Valentino “è un importante chiodo nella bara per il crudele commercio di pellicce”.

“Come tanti altri designer, Valentino sa che l’uso della pelliccia fa sembrare i marchi obsoleti e fuori dal mondo, e gli schemi di certificazione dell’industria della pelliccia sono poco più che il vuoto spin di PR di un’industria che uccide 100 milioni di animali per la pelliccia all’anno”, ha detto .

(Eroe e immagini in primo piano per gentile concessione di Valentino e @maisonvalentino)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *