Skip to content

Uso improprio di antibiotici nei batteri resistenti agli edifici pandemici, avverte l’agenzia sanitaria

Mentre i casi di Covid-19 diminuiscono, Maha consente a 10.000 devoti in più di visitare il Santuario di Shirdi al giorno con pass offline

Frammenti dal Regno Unito: la carneficina di Covid in Europa ha preavvertito per l’India

L’uso di ivermectina e clorochina è stato attivamente incoraggiato da alcune autorità della regione, come il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro in Brasile.

I dati degli ospedali della regione mostrano che dal 90% al 100% dei pazienti ospedalizzati con COVID-19 è stato somministrato un antimicrobico come parte del trattamento, mentre solo il 7% di loro ha avuto un’infezione secondaria che ha richiesto l’uso di quei farmaci, ha affermato Etienne.

L’uso improprio e l’uso eccessivo di antibiotici è stato a lungo considerato una potenziale minaccia che potrebbe portare all’emergere dei cosiddetti superbatteri con resistenza ai trattamenti esistenti, un problema che è stato esacerbato dalla pandemia.

“Durante la pandemia abbiamo dato per scontato il potere degli antimicrobici”, ha affermato, aggiungendo che potrebbero volerci mesi o anni prima che il pieno impatto del loro uso improprio e eccessivo diventi evidente.

Ci sono stati pochi nuovi antibiotici nelle pipeline delle compagnie farmaceutiche poiché tendono ad essere molto meno redditizi di altri medicinali e il loro uso deve essere limitato per rimanere efficace.

“Così come siamo stati in grado di incanalare la nostra capacità collettiva di sviluppare diagnostica e vaccini per COVID in tempi record, abbiamo bisogno di impegno e collaborazione per sviluppare antimicrobici nuovi e convenienti”, ha affermato Etienne.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *