Skip to content

Un terzo degli immigrati detenuti rifiuta il vaccino: rapporto

Un terzo degli immigrati detenuti dalle forze dell’ordine e dell’immigrazione si è rifiutato di prendere il vaccino contro il coronavirus, affermano i numeri interni dell’agenzia, fonti hanno detto ad Axios.

L’agenzia non ha detto a quanti immigrati è stato offerto il vaccino contro il coronavirus, ma un funzionario ha detto all’outlet che gli immigrati stanno rifiutando il tiro per ragioni simili ai cittadini statunitensi.

I residenti che rifiutano di farsi sparare in particolare indicano la paura degli effetti collaterali o lo scetticismo sulla rapidità con cui è stato prodotto il vaccino.

ANNUNCIO

Mentre 3 immigrati su 10 stanno rifiutando i colpi, l’ICE ha distribuito più di 9.500 vaccini Johnson & Johnson tra i 10.000 ricevuti dall’agenzia, secondo Axios.

“Il Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) continua i suoi sforzi di vaccinazione per includere vaccinazioni volontarie per le persone sotto la cura e la custodia dell’Immigrazione e delle forze dell’ordine doganali (ICE) degli Stati Uniti”, ha detto ad Axios un portavoce dell’ICE.

Attualmente ci sono 900 casi di COVID-19 tra i detenuti dell’ICE. Complessivamente, i detenuti dell’ICE hanno visto quasi 20.000 casi e nove decessi a causa del virus.

Infezioni da coronavirus di recente iniziò a salireda aprile a luglio mentre il numero dei detenuti nelle strutture dell’ICE continua a crescere.

The Hill ha contattato l’ICE per un commento.

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *