Skip to content

Un aerotreno e uno storico gigante dell’alta velocità nel National Railroad Museum

Geoffrey Morrison / CNET

Scopri le ultime automobili e le tendenze automobilistiche dalle supercar ai SUV. Consegnato il martedì e il giovedì.

Uno dei più notevoli è l’Aerotrain di GM, una creazione aerodinamica e futuristica della metà del secolo che una volta sembrava il futuro ma da allora è svanita nel passato. Puoi dare un’occhiata qui intorno.

Nel 1955 la General Motors voleva stimolare l’industria dei treni passeggeri. Certo, il lato automobilistico della sua attività stava andando alla grande, ma come qualsiasi grande azienda che cerca di massimizzare i profitti. Il risultato è stato un piano accattivante che ha utilizzato diverse aree dell’azienda per riunire qualcosa di nuovo e brillante.

Ed era nuovo e splendente. L’Aerotrain non assomigliava a nessun altro treno del suo tempo. La sua locomotiva aerodinamica assomigliava più alle auto ispirate ai jet di GM dell’epoca. Sembrava veloce, ed è progettato per viaggiare a oltre 100 mph, riducendo in alcuni casi il tempo tra le principali città di ore. Ricorda, questo era prima del sistema autostradale ad alta velocità. E il prototipo che doveva portare al Boeing 707 era appena volato in aria l’anno prima. Ciò ha reso l’idea di un treno a lunga percorrenza da 100 km / h una grande promessa.

Geoffrey Morrison / CNET

Per ridurre al minimo i tempi di progettazione e massimizzare i profitti, GM ha scavato nel suo cestino delle parti aziendali. La trasmissione proveniva da un motore V12 della divisione Electro Motive, le auto erano gusci di autobus modificati da GMC e l’alluminio è stato utilizzato dappertutto per risparmiare peso. Il quadro più ampio è stato supervisionato dal leggendario designer automobilistico Chuck Jordan, che alla fine degli anni ’50 non era solo il capo progettista di Cadillac (pensate alle “pinne”), ma in seguito vicepresidente del design per tutta la General Motors.

Il risultato è stato… davvero pessimo. Tipo, davvero male. Mentre il treno sembrava fantastico e attirava l’interesse sia del pubblico che delle compagnie ferroviarie, le sue prestazioni furono disastrose. Il motore era tristemente sottodimensionato e, nonostante il suo peso più leggero, l’Aerotrain aveva difficoltà a salire senza assistenza. Le auto erano fastidiosamente rumorose e rimbalzavano così forte sulle sospensioni pneumatiche che erano praticamente inutilizzabili a oltre 60 mph.

Geoffrey Morrison / CNET

Tutte le ferrovie tranne una hanno deciso di non acquistare Aerotrains. Coloro che l’hanno fatto – la Chicago, Rock Island e la Pacific Railroad – hanno acquistato i tre prototipi con un enorme sconto e li hanno lasciati correre su treni locali lenti nei sobborghi di Chicago. Anche in questo ruolo limitato, non durarono a lungo e si ritirarono dopo otto anni. Uno è stato venduto per rottamazione, uno è andato alla nazionale Museum of Transportation a St. Louis e sei qui.

Coperto ma non completamente all’interno, l’Aerotrain potrebbe utilizzare alcune TLC. Polvere e escrementi di uccelli coprono gran parte dell’esterno e l’interno della locomotiva e dei due vagoni è vietato (ma non per una GoPro su un selfie stick) e non restaurato. Per qualsiasi museo, in particolare per i musei ferroviari, la manutenzione e la pulizia sono un processo costoso e continuo. E dato lo stato del mondo nell’ultimo anno, è difficile incolpare il museo per aver concentrato i suoi sforzi sui veicoli più importanti di cui si occupa.

Mentre il mio fascino per l’Aerotrain ha spinto la mia visita, il National Railroad Museum ha molte altre locomotive e vagoni ferroviari storici e impressionanti. Il Dwight D. Eisenhower è un gigante britannico dell’alta velocità di classe A4, uno dei soli quattro ancora esistenti che ha detenuto record per decenni sulla East Coast Main Line della Gran Bretagna. La gigantesca “Big Boy” della Union Pacific è una delle più grandi locomotive mai costruite ed è in ottime condizioni.

Tutto sommato, c’è più di un secolo di storia della ferrovia, comprese cucine, vagoni letto Pullman e un vagone aratro che è come una cabina di legno rotolante.

Se non vai a Green Bay guarda la galleria qui sopra per uno sguardo indietro ad un’affascinante storia ferroviaria.

Oltre ai servizi televisivi e ad altre tecnologie di visualizzazione, Geoff offre anche tour fotografici di fantastici musei e luoghi in tutto il mondo, inclusi sottomarini nucleari, portaerei giganti, castelli medievali, cimiteri di aerei e altro ancora.

Puoi seguire i suoi eroi su Instagram e la sua serie di video di viaggio su YouTube. Ha anche scritto un romanzo di fantascienza bestseller sui sottomarini delle dimensioni di una città, insieme a un sequel.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *