Skip to content

Ufficiale DC accusato di omicidio per inseguimento mortale in motorino

Un agente di polizia di Washington DC è stato accusato di omicidio e violazione di ostacoli nel caso di Karon Hylton, morto nel nord-ovest della DC dopo essersi scontrato con un veicolo mentre era su un motorino l’anno scorso mentre era inseguito dalla polizia.

Terence Sutton è stato incriminato per omicidio di secondo grado, ostruzione alla giustizia e cospirazione. Anche il tenente Andrew Zabavsky, un supervisore della polizia, è stato accusato di ostruzione alla giustizia e cospirazione. Secondo l’accusa, gli agenti hanno tentato di coprire un inseguimento non autorizzato e hanno aspettato di riferire la gravità delle ferite di Hylton ai supervisori della polizia.

A Sutton è stato ordinato di rimanere agli arresti domiciliari con monitoraggio elettronico in attesa di un processo, con eccezioni per incontri con i suoi avvocati o motivi di lavoro, medici o religiosi, ha riferito il Washington Post. Zabavsky è stato rilasciato con una supervisione ad alta intensità.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Dopo l’incidente di ottobre, la polizia ha detto che Sutton e altri agenti hanno inseguito Hylton facendo passare il suo motorino sul marciapiede e senza indossare il casco. Nell’accusa, i pubblici ministeri hanno affermato che l’inseguimento di Hylton da parte della polizia è andato avanti per 10 isolati e che Sutton a volte stava guidando a più del doppio del limite di velocità residenziale e ha superato i segnali di stop.

Secondo il Post, Sutton, che faceva parte dell’unità specializzata di repressione del crimine, è in servizio sospeso dall’incidente.

Alla prima apparizione dell’ufficiale alla corte federale, il suo avvocato, J. Michael Hannon, ha difeso le azioni di Sutton, sostenendo che Hylton faceva parte di una banda di droga e coinvolto in un alterco all’inizio della serata per il quale voleva vendetta, ha riferito il Post.

Secondo il Post, il vice procuratore degli Stati Uniti Ahmed Baset ha criticato le affermazioni di Hannon e ha sostenuto che stava “infangando il carattere del signor Hylton”. Baset ha detto che “non c’era assolutamente alcuna prova che il signor Hylton possedesse una pistola, figuriamoci un’arma quella notte”.

Il caso ha provocato critiche in tutta Washington sul ruolo della polizia nell’incidente di Hylton poco dopo che si è verificato, con i manifestanti che si sono radunati fuori da una stazione di polizia chiedendo maggiori informazioni su quello che è successo. La protesta ha provocato la rottura di due finestre presso la stazione di polizia del 4° distretto.

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *