Skip to content

Trump: gli ebrei che votano democratici mostrano “mancanza di conoscenza o grande slealtà”

Presidente TrumpDonald TrumpOn The Money Biden mette in guardia l’industria petrolifera The Memo: Gosar censurato, ma la cultura tossica cresce Il team MLB di Cleveland ha ufficialmente cambiato nome in Guardians venerdì ALTRO Martedì ha detto che gli ebrei che votano per i Democratici sono ignoranti o sleali mentre si scagliava contro due donne del Congresso che sono state critiche nei confronti dell’alleanza USA-Israele.

“Penso che gli ebrei che votano per un democratico penso che dimostri o una totale mancanza di conoscenza o una grande slealtà”, ha detto Trump ai giornalisti durante un incontro nello Studio Ovale con il presidente della Romania.

Trump e il GOP hanno cercato di conquistare gli elettori ebrei del Partito Democratico criticando le dichiarazioni dei Rep. Rashida TlaibRashida Harbi TlaibLe prove per un’acquisizione del governo del GOP aumentano I democratici devono agire in fretta La vittoria di Michelle Wu annuncia una nuova era della politica climatica Il promemoria: gli esperti avvertono di nuove violenze nella tempesta di Gosar ALTRO (D-Mich.) e Ilhan OmarIlhan OmarIl promemoria: Gosar censurato, ma la cultura tossica cresce Voti della Camera per censurare Gosar e cacciarlo dai comitati Le prove per un’acquisizione del governo del GOP aumentano I democratici devono agire in fretta ALTRO (D-Minn.), le prime due donne musulmane elette al Congresso. Entrambi hanno criticato il governo israeliano.

ANNUNCIO

Trump la scorsa settimana ha esortato Israele a impedire a Tlaib e Omar di visitare il Paese, dicendo in un tweet che consentire la visita mostrerebbe “grande debolezza”. Un’ora dopo il tweet di Trump, Israele ha negato l’ingresso alle donne del Congresso.

Ma affermando che gli ebrei che hanno votato per i democratici erano sleali, Trump sembrava entrare nello stesso pantano verbale sulla lealtà ebraica allo stato israeliano che aveva attirato critiche su Omar all’inizio di quest’anno.

Omar si arrabbiò per le osservazioni che suggerivano ad alcuni che gli ebrei americani erano più fedeli a Israele che agli Stati Uniti.

Il commento di Trump accusava Tlaib e Omar di odiare Israele e il popolo ebraico e si lamentava del fatto che anche i democratici avrebbero dovuto criticarli.

“Il concetto anche solo di parlare di questo… di tagliare gli aiuti a Israele a causa di due persone che odiano Israele e odiano gli ebrei, non posso credere che stiamo parlando di questa conversazione”, ha detto Trump nello Studio Ovale.

“Dov’è finito il Partito Democratico?” Lui continuò. “Dove sono andati… dove stanno riscattando queste due persone per lo stato di Israele?”

Gruppi ebraici e legislatori democratici hanno rapidamente condannato le osservazioni di martedì del presidente.

“In un momento in cui gli incidenti antisemiti sono aumentati a causa dell’incoraggiamento del presidente del nazionalismo bianco, Trump sta ripetendo un tropo antisemita. Se si tratta di Israele, Trump sta ripetendo una doppia rivendicazione di lealtà, che è una forma di anti- Semitismo: se si tratta di ebrei che gli sono ‘leali’, allora Trump ha bisogno di un controllo della realtà”, ha affermato Halie Soifer, direttore esecutivo del Jewish Democratic Council of America.

Trump ha fatto del sostegno incrollabile di Israele uno dei pilastri della sua politica estera, incluso lo spostamento dell’ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme e il riconoscimento ufficiale della rivendicazione di Israele sul territorio conteso delle alture del Golan.

La Republican Jewish Coalition ha difeso i suoi commenti di martedì, dicendo che “dimostra una grande slealtà verso se stessi difendere un partito” che difende gli antisemiti.

Tlaib e Omar hanno sostenuto il movimento di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele per il trattamento riservato ai palestinesi e sono stati accusati di usare tropi antisemiti.

ANNUNCIO

Omardrew ha criticato quando ha suggerito che i legislatori sostenessero Israele grazie ai soldi dei lobbisti ed è stata nuovamente rimproverata quando ha affermato che coloro che sostengono il paese nutrono “doppia lealtà”.

Tlaib, che è palestinese americana, all’inizio di quest’anno ha attirato la reazione dei conservatori per i commenti sull’Olocausto quando ha detto che le dava una “sensazione calmante” pensare agli ebrei perseguitati che trovavano un rifugio sicuro in Israele.

Le due donne del Congresso hanno tenuto una conferenza stampa congiunta lunedì in cui denunciavano la decisione di Israele di vietare il loro ingresso. Tlaib ha pianto mentre raccontava le esperienze della sua famiglia come palestinesi in Medio Oriente, mentre Omar ha suggerito che il Congresso riconsiderasse gli aiuti annuali degli Stati Uniti assegnati a Israele dopo l’incidente internazionale.

Trump ha detto martedì di non essere stato coinvolto nella decisione di vietare l’ingresso a Tlaib e Omar, ma che ha sostenuto la decisione di Israele e che sarebbe stato “molto brutto” far entrare le donne del Congresso. Ha continuato a rimproverare Tlaib per essersi emozionato il giorno prima , dicendo che l’aveva vista essere “malvagia” mentre protestava contro uno degli eventi della sua campagna elettorale nel 2016.

Trump ha martellato Tlaib e Omar con critiche negli ultimi mesi, cercando di ritrarli come estremi e lanciarli come il volto del Partito Democratico.

Ma Trump ha alimentato le accuse di antisemitismo anche con la sua stessa retorica.

Il presidente ha fatto arrabbiare gruppi ebraici e altri nel 2017 quando ha detto che c’erano “persone molto brave da entrambe le parti” di una letale manifestazione di suprematisti bianchi a Charlottesville, in Virginia, dove i manifestanti portavano striscioni nazisti e cantavano slogan antisemiti.

I gruppi ebraici hanno chiesto a Trump di condannare con più forza il nazionalismo bianco l’anno scorso dopo che un uomo armato ha aperto il fuoco in una sinagoga di Pittsburgh, uccidendo 11 persone.

Nel 2016, Trump ha twittato un’immagine del candidato presidenziale democraticoHillary ClintonHillary Diane Rodham ClintonTrump sostiene il principale sfidante di Peter Meijer nel Michigan Ben Affleck, Tracee Ellis Ross si unisce alla raccolta fondi anti-gerrymandering con Clinton, la Holder Trump Organization raggiunge un accordo di 5 milioni per vendere i diritti dell’hotel DC: rapporto ALTROcon la frase “Il candidato più corrotto di sempre” all’interno di una stella di David in cima a pile di contanti.

Diversi exit poll delle elezioni presidenziali del 2016 hanno mostrato che oltre il 70% degli ebrei americani ha votato per Clinton.

Aggiornato alle 17:58

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *