Skip to content

TPA significa che gli Stati Uniti guideranno nel commercio

Con l’espansione dell’economia globale, le nazioni del Pacifico e dell’Europa guardano al loro alleato, gli Stati Uniti, chiedendosi se saremo all’altezza dell’occasione e guideremo un altro secolo di crescita economica basata sullo stato di diritto. L’autorità per la promozione del commercio (TPA) rappresenta la nostra opportunità come nazione per rispondere affermativamente a questa domanda e assicurare ai nostri alleati che l’America rimane il leader del mondo. Se la Camera dei Rappresentanti rifiuta il TPA, i nostri alleati rimarranno alla ricerca di un altro Paese, come la Cina, per stabilire le regole del 21° secolo. Affinché l’America continui a determinare le regole dell’economia globale e guidi il mondo nella definizione e nell’approvazione di accordi di libero scambio, la Camera deve approvare il TPA.

Fin dai tempi di Ronald Reagan, il Partito Repubblicano ha sostenuto il libero scambio. Il presidente Reagan sapeva che quando l’America compete a livello globale, l’America vince.

ANNUNCIO

Il libero scambio abbassa le barriere all’ingresso per le esportazioni americane. Buoni accordi commerciali significano che le piccole imprese, gli agricoltori e gli allevatori possono vendere più beni all’estero, dove vive il 95% dei consumatori mondiali.

Più esportazioni americane significano anche posti di lavoro americani più ben pagati. Più di 38 milioni di posti di lavoro americani sono legati al commercio e quei posti di lavoro pagano bene. In effetti, i lavori legati al commercio pagano, in media, il 18 per cento in più rispetto ai lavori che non sono legati al commercio. Il libero scambio abbassa anche le tariffe sui consumatori statunitensi, il che significa prezzi più bassi per le famiglie americane.

Ho lavorato con il presidente della commissione House Ways and Means Paul Ryan (R-Wis.) per sviluppare un nuovo TPA che garantisse al Congresso un ruolo significativo in tutti i negoziati commerciali. Il presidente possiede l’autorità intrinseca di negoziare accordi commerciali con altri paesi, il che significa che senza TPA, il Congresso è bloccato in disparte. Con il TPA, il presidente deve seguire 150 obiettivi negoziali datigli dal Congresso, il che significa che il Congresso giocherebbe un ruolo di primo piano nell’assicurare che otteniamo un accordo commerciale che sia rappresentativo di ciò che vuole il popolo americano. Secondo il Congressional Research Service, il TPA che abbiamo sviluppato “non concede nuova autorità al presidente”.

È fondamentale che i membri del Congresso e il popolo americano abbiano l’opportunità di leggere da vicino il testo di qualsiasi accordo commerciale completato prima che il Congresso lo voti. Ecco perché abbiamo aggiunto una nuova disposizione al TPA che richiederebbe che il presidente renda pubblico il testo di un accordo commerciale completato per almeno 60 giorni prima che lui o lei lo approvi. Richiederebbe inoltre che il presidente presenti ai comitati di giurisdizione il testo legale definitivo di un accordo commerciale almeno 30 giorni prima che il presidente possa presentare un disegno di legge di attuazione al Congresso.

Nel caso in cui il presidente non negozi accordi commerciali secondo i requisiti del Congresso, ci sono tre modi in cui il TPA può essere disattivato. In primo luogo, il Comitato per le regole può segnalare una risoluzione che disattiva le procedure TPA per un particolare accordo commerciale. Se la Camera adotta la risoluzione a maggioranza semplice, le procedure TPA vengono disattivate per quell’accordo per il resto del Congresso.

Inoltre, qualsiasi membro può introdurre una risoluzione di disapprovazione procedurale TPA. Se segnalato da entrambi i comitati Modi e Mezzi e Regole, è necessaria una mozione per procedere. A seguito dell’adozione di una mozione per procedere, la risoluzione riceverà fino a 20 ore di discussione, dopodiché otterrà un voto favorevole o negativo. Se il Senato adotta la delibera entro 60 giorni, il TPA è disattivato per tale accordo.

Infine, la risoluzione di consultazione e conformità rappresenta un nuovo modo per il Congresso di disattivare il TPA. Se il comitato modi e mezzi determina che il presidente non ha soddisfatto le condizioni prescritte dal TPA, potrebbe innescare una risoluzione di consultazione e conformità per disattivare il TPA per quell’accordo alla Camera con un voto a maggioranza semplice.

Ancora più importante, TPA riafferma il diritto intrinseco ed esclusivo del Congresso di apportare modifiche alla legge statunitense, inclusa la legge sull’immigrazione. Con il TPA, i membri del Congresso mantengono il loro diritto costituzionale di votare a favore o contro qualsiasi accordo commerciale, assicurando che la sovranità americana sia rispettata.

Questo presidente e il prossimo presidente saranno impegnati a negoziare accordi commerciali che mostrino al mondo che l’America vuole guidare, e il TPA è lo strumento che mette il Congresso al posto di guida mentre negoziamo importanti accordi commerciali che andranno a beneficio dei consumatori americani, dei lavoratori americani e degli americani imprese. Superando il TPA, la Camera ha l’opportunità di riconfermare i principi di libero scambio di Reagan mentre dimostra ai nostri alleati che il 21° secolo sarà guidato dagli Stati Uniti.

Sessions rappresenta il 32° distretto congressuale del Texas e presta servizio alla Camera dal 1997. È presidente del Comitato per le regole.

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *