Skip to content

S’pore continuerà ad affrontare gli aspetti negativi dell’economia aperta, aiutando i lavoratori sfollati: Lawrence Wong, Notizie di politica e Top Stories

SINGAPORE – Singapore continuerà ad affrontare gli svantaggi di un’economia aperta mentre si sforza di rimanere aperta al mondo e portare benefici alla sua gente, ha affermato martedì (14 settembre) il ministro delle finanze Lawrence Wong.

Ha riconosciuto in Parlamento che la globalizzazione non è un “bene assoluto” e che, pur essendo un’economia hub porta benefici a Singapore, comporta anche alcuni costi, compreso il modo in cui alcune persone saranno allontanate dal loro lavoro.

Ma Wong ha affermato che l’approccio giusto per il paese non è impedire il progresso mantenendo ogni lavoro anche quando diventa obsoleto, ma invece lavorare duramente per proteggere ogni lavoratore e aiutare coloro che sono sfollati.

“In questo modo, possiamo far crescere la torta economica per tutti, e tuttavia garantire che il costo della globalizzazione e dell’apertura non ricada ingiustamente sui lavoratori sfollati”, ha affermato.

Questo è stato l’approccio adottato dal People’s Action Party (PAP) e dal National Trades Union Congress (NTUC).

Wong ha affermato che negli ultimi dieci anni Singapore ha avuto un ridimensionamento di circa 60.000 professionisti residenti, manager, dirigenti e tecnici (PMET), ma ha visto un aumento molto maggiore di circa 300.000 posti di lavoro PMET per i residenti.

Il signor Wong ha aggiunto: “In generale, i vantaggi di ciò che siamo stati in grado di ottenere superano di gran lunga gli aspetti negativi”.

Martedì, durante un discorso tenuto per spostare una delle due mozioni sui posti di lavoro e sulla politica dei talenti esteri di Singapore, il ministro ha delineato tre modi in cui la Repubblica affronta gli svantaggi di rimanere aperti.

In primo luogo, il governo aggiorna continuamente le sue politiche e regole in materia di manodopera per gestire il flusso di titolari di pass di lavoro e per garantire che siano del giusto calibro.

Singapore rivede e aggiorna i criteri per i titolari di pass di lavoro qui nel tempo, ha affermato Wong, osservando nel suo discorso che l’anno scorso lo stipendio di qualificazione per l’Employment Pass è stato aumentato due volte.

In secondo luogo, il paese sostiene pratiche di lavoro eque e prende una posizione forte contro la discriminazione sul posto di lavoro.

Il sig. Wong ha notato che alcuni singaporiani l’hanno sperimentato e il governo riconosce il loro dolore e le loro frustrazioni.

Ha sottolineato che quando le agenzie rilevano indicatori problematici in un’azienda, questa viene inserita in una lista di controllo per un esame più attento e le questioni che ha vengono affrontate in modo discreto ma efficace.

Il ministro ha anche sottolineato che Singapore sancirà nella legge le attuali linee guida contro la discriminazione sul posto di lavoro, come annunciato dal Primo Ministro Lee Hsien Loong durante il National Day Rally del mese scorso.

Definendo questo un importante cambiamento filosofico, Wong ha affermato che il governo ha deliberato su questo per un po’ di tempo e ha esitato in passato a causa delle preoccupazioni che avrebbe portato a un processo più litigioso e conflittuale e che potrebbe inasprire le relazioni sul posto di lavoro.

“Ma dopo aver ascoltato il movimento sindacale e i parlamentari NTUC e aver consultato i partner tripartiti, abbiamo deciso che potevamo gestire queste preoccupazioni e che era ora di cambiare”, ha affermato Wong.

Ha aggiunto che mentre la maggior parte delle aziende si comporta in modo responsabile, di tanto in tanto si verificano pratiche sleali. Nessuno sforzo sarà risparmiato nell’investigare ogni caso, e ci saranno conseguenze per i colpevoli di tali reati.

Terzo, Singapore affronta gli svantaggi di rimanere aperti facendo tutto il possibile per aiutare gli sfollati.

Il sig. Wong ha osservato che per ogni persona che perde il lavoro, il tasso di disoccupazione è del 100% e che tale perdita è disorientante e invalidante.

È per queste ragioni che Singapore ha investito molto in SkillsFuture, il movimento nazionale per l’apprendimento permanente di Singapore, per aiutare i suoi cittadini a rimanere occupabili.

Il governo sta prestando particolare attenzione ai PMET a metà carriera, per dotarli di competenze pertinenti e per trovare nuovi posti di lavoro, ha affermato Wong.

Il Covid-19 ha dato a Singapore un impulso maggiore per accelerare il lavoro per aiutare questi lavoratori sfollati.

Wong ha affermato che sono in corso sforzi per aumentare la produttività e i salari in tutti i settori attraverso gli sforzi di trasformazione del settore, nonché per migliorare l’occupazione e il sostegno alla formazione, in particolare per i lavoratori a metà carriera e maturi, per trasferirsi in nuove aree.

Il governo sta facendo tutto il possibile per aiutare i lavoratori sfollati a tornare al lavoro per ridurre al minimo il loro tempo di disoccupati e per trovare un lavoro che corrisponda alle loro competenze ed esperienza, oltre a fornire formazione per le competenze necessarie per un nuovo ruolo.

Mentre l’economia si riprende dall’impatto del Covid-19, Wong ha affermato che alcuni degli attuali schemi del governo, che sono incentivi temporanei per l’occupazione, verranno ridotti, ma ha assicurato che Singapore non tornerà a come era prima. Covid19.

Ci si può aspettare un cambiamento permanente nei livelli di supporto con più aiuto per i lavoratori qui, soprattutto perché la nazione entra in un periodo di maggiore volatilità e interruzione, ha aggiunto.

Wong ha detto alla Camera che il suo ministero sta lavorando sui dettagli di questo cambiamento, per assicurarsi che i cambiamenti che Singapore apporta siano finanziariamente stabili.

“Prometto a tutti i singaporiani, specialmente a coloro che sono sfollati: non sarete mai soli”, ha detto.

“Continueremo a investire nelle tue capacità e competenze, ti aiuteremo a rimanere competitivo e percorreremo questo viaggio con te per il resto della tua carriera”.

Abbiamo riscontrato alcuni problemi con l’accesso degli abbonati e ci scusiamo per l’inconveniente causato. Fino a quando non risolviamo i problemi, gli abbonati non devono effettuare il login per accedere agli articoli di ST Digital. Ma è ancora necessario effettuare il login per i nostri PDF.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *