Skip to content

SpaceX invia un altro lotto di 60 satelliti Starlink nello spazio sul decimo volo record per Falcon 9

SpaceX ha avuto un 2021 impegnativo finora non solo atterra con successo un prototipo di nave stellare per la prima volta (a seguito di guasti con i modelli precedenti), ha anche lanciato nello spazio una serie di satelliti Starlink, con successo ha lanciato la missione Crew-2 con equipaggio con la NASA e ha ottenuto un accordo da 2,9 miliardi di dollari dalla NASA.

Domenica, la visionaria compagnia spaziale di Elon Musk ha continuato il buon lavoro, schierando un altro lotto di 60 satelliti Starlink nello spazio.

Domenica ha visto condizioni meteorologiche favorevoli intorno a Cape Canaveral. “È possibile che ci saranno dei cumuli sull’acqua durante il tentativo di lancio”, ha affermato il 45th Weather Squadron. “In questo momento, queste nuvole non sembrano rappresentare una minaccia significativa per il decollo”.

Ciò che rende il lancio di domenica ancora più significativo è che i satelliti sono stati lanciati utilizzando un razzo Falcon 9 alto 229 piedi, soprannominato B1051, per la decima volta record. Questo è lo stesso razzo lanciato in precedenza La prima missione dimostrativa di Crew Dragon sulla Stazione Spaziale Internazionale, la RADARSAT Constellation Mission, SXM-7 e sei missioni Starlink. È anche la 27a missione della costellazione Starlink, che attualmente è composta da circa 1.500 satelliti. Starlink è già molto richiesto e Space X ha affermato di aver ricevuto circa 500.000 preordini in regioni che vanno dalle alte latitudini del Nord America all’Europa e al Regno Unito.

“La prima volta che un razzo Falcon raggiungerà la doppia cifra nei voli”, ha twittato Musk sabato prima del lancio.

Il decollo è avvenuto senza grossi intoppi e il primo stadio di 162 piedi si è separato circa nove minuti dopo il decollo, atterrando sulla nave drone “Just Read the Instructions”, che la riporterà per i controlli e la ristrutturazione. Anche il Falcon 9 è dotato di nove motori Merlin. I satelliti sono stati schierati senza problemi dopo un’ora di decollo e si uniranno agli altri satelliti Starlink già in orbita utilizzando i loro propulsori ionici di bordo nelle prossime settimane, dopo essersi separati l’uno dall’altro. Questa è la seconda istanza di SpaceX che lancia nello spazio una flotta di satelliti Starlink questa settimana, dopo il lancio di martedì.

Se, come me, desideri unirti al programma Starlink beta, vai su Starlink.com per iscriverti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *