Skip to content

Sei risultati positivi al Covid-19 in EPL

I piani della Premier League per la ripresa della stagione il prossimo mese hanno ricevuto un impulso martedì quando 748 test Covid-19 effettuati prima del ritorno agli allenamenti hanno prodotto solo sei positivi da tre club.

“La Premier League può oggi confermare che, domenica 17 maggio e lunedì 18 maggio, 748 giocatori e personale del club sono stati testati per COVID-19. Di questi, sei sono risultati positivi da tre club”, ha detto la Premier League in una nota su Martedì.

“I giocatori o lo staff del club che sono risultati positivi ora si autoisoleranno per un periodo di sette giorni”, ha aggiunto la lega. “La Premier League fornisce queste informazioni aggregate ai fini dell’integrità e della trasparenza della concorrenza.

“Nessun dettaglio specifico su club o individui sarà fornito dalla Lega e i risultati saranno resi pubblici in questo modo dopo ogni round di test”.

I rapporti dei media britannici hanno affermato che i risultati provengono da 19 dei 20 club di massima serie. Un club è ancora in attesa dell’esito dei test. È probabile che i loro risultati saranno resi pubblici entro questa settimana.

Coloro che sono risultati positivi potrebbero essere lo staff così come i giocatori. Il numero relativamente basso di appena lo 0,8% nel pool di test della Premier League dovrebbe dare ai club la fiducia per intraprendere la prima fase del loro ritorno agli allenamenti nella speranza di riavviare il campionato, possibilmente entro il 19 giugno, che è stato sospeso dal 13 marzo.

Al contrario, in Germania, un totale di 1.748 test ha prodotto 10 risultati positivi nelle prime due divisioni della Bundesliga quando i loro giocatori sono tornati ad allenarsi per la prima volta. La Bundesliga è ripartita lo scorso fine settimana.

Ulteriori test aiuteranno ad accertare se un ritorno alla formazione a distanza sociale per i club di Premier League, anche se in piccoli gruppi di cinque, sta portando a un aumento dei casi.

In ogni caso, gli esperti del governo hanno detto alla Premier League che le restrizioni sul coronavirus potrebbero durare per almeno un anno in tutto il calcio inglese.

La massima divisione inglese ha studiato come la Bundesliga è stata in grado di riprendere pur essendo realistica nel perdere l’aspirazione a riprendere il gioco entro il 12 giugno, la sua data obiettivo iniziale.

“Dobbiamo essere flessibili al riguardo”, ha detto l’amministratore delegato della Premier League Richard Masters in una telefonata ai media. “I tedeschi sono ovviamente un paio di passi avanti a noi e possiamo imparare da loro, osservarli e prendere fiducia dal loro successo”.

I dirigenti delle squadre terranno colloqui martedì prossimo per discutere i protocolli per consentire ai giocatori di prendere parte all’allenamento di contatto, ma dipende dall’approvazione del governo e non ci sono nuovi picchi nei casi di Covid-19 dopo un allentamento delle restrizioni di blocco.

“(Una volta) abbiamo avuto una discussione adeguata con i club su quanto è necessario per creare i livelli di forma fisica prima che possano iniziare a giocare, siamo quindi in grado di poter confermare quando sarà l’inizio della stagione”, ha detto Masters.

Gli ispettori si recheranno nei complessi di allenamento dei club per verificare se le regole vengono seguite.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *