Skip to content

Rendere di nuovo grande l’istruzione superiore

Come Il presidente eletto Joe BidenJoe BidenFlorida I repubblicani votano per limitare i mandati di vaccinazione Il disegno di legge in onore di 13 membri del servizio uccisi in Afghanistan va alla scrivania di Biden Difesa notturna e sicurezza nazionale Presentato da Boeing Il Pentagono giura maggiore trasparenza sugli attacchi aerei ALTRO si prepara a nominare il suo segretario all’Istruzione, sembra un buon momento per offrire alla nuova amministrazione una lista di cose da fare per l’istruzione superiore. Certo, sarà difficile ottenere la legislazione attraverso un Congresso fortemente partigiano e strettamente diviso, ma il nuovo segretario e presidente possono e dovrebbero usare gli ordini esecutivi per eliminare le politiche dannose, avviare riforme e cambiare il discorso sull’istruzione superiore.

Sollievo pandemico Mentre l’istruzione superiore nel suo insieme è andata meglio di quanto generalmente temuto, molti college e università sono in grave pericolo finanziario. Di fronte al calo delle iscrizioni, all’aumento dei costi degli aiuti finanziari, al calo delle entrate ausiliarie, ai tagli ai finanziamenti statali e ai forti aumenti delle spese legate alla pandemia, hanno prosciugato le proprie riserve, congelato o tagliato stipendi e benefici, licenziato o licenziato un gran numero di dipendenti , major e programmi tagliati e assunto nuovi debiti. Il finanziamento del CARES Act ha fornito un po’ di sollievo in primavera, ma è necessario molto di più. Preoccupato per un’imminente “crisi di dimensioni quasi inimmaginabili”, l’American Council on Education ha esortato il Congresso a stanziare 120 miliardi di dollari per l’istruzione superiore. Assicurare quell’aiuto deve essere il lavoro numero uno per il nuovo segretario all’istruzione.

Debito studentesco Mentre la maggior parte degli studenti si laurea con “pochi o nessun debito”, circa 45 milioni di mutuatari hanno collettivamente più di 1,6 trilioni di dollari, più del triplo dell’importo dovuto nel 2007. Per molti laureati, un elevato carico di debiti limita le scelte di carriera, ritarda la decisione di sposarsi, ha figli, o acquistare una casa, e limita la possibilità di risparmiare per la pensione. Nel mese di marzo, Presidente TrumpDonald TrumpOn The Money Biden mette in guardia l’industria petrolifera The Memo: Gosar censurato, ma la cultura tossica cresce Il team MLB di Cleveland ha ufficialmente cambiato nome in Guardians venerdì ALTRO sospeso i pagamenti del prestito studentesco, ma tale tolleranza dovrebbe terminare il 31 gennaio. Mentre molti Democratici hanno esortato Biden a condonare miliardi di debiti studenteschi, il Presidente eletto ha adottato un approccio più cauto, promettendo di cancellare $ 10.000 per mutuatario come forma di stimolo economico, con agevolazioni più complete per particolari categorie di mutuatari. Biden ha anche proposto di raddoppiare l’importo massimo delle sovvenzioni Pell e di rendere “le scuole pubbliche e le università gratuite per tutte le famiglie con redditi inferiori a $ 125.000”. L’approccio di Biden ci sembra una mossa di apertura ragionevole.

ANNUNCIO

Collegi a scopo di lucro I critici accusano il settore universitario a scopo di lucro di invogliare gli studenti a corsi di laurea costosi ma mal progettati con prospettive di carriera minime. Nel 2019, il Dipartimento dell’Istruzione ha modificato le regole che disciplinano le difese dei mutuatari per il rimborso e ha adottato altre misure per rendere più difficile che mai l’ottenimento di aiuti per gli studenti truffati. L’amministrazione Biden dovrebbe annullare tali modifiche e rafforzare le regole di accreditamento per garantire che gli studenti che si trovano vittime di frodi educative non siano lasciati senza ricorso.

Cattiva condotta sessuale Nel 2011, l’allora vicepresidente Biden ha svolto un ruolo importante nella spinta dell’amministrazione Obama per garantire un’applicazione più rigorosa nel campus delle regole sulle aggressioni sessuali, culminando nell’ormai famosa lettera “Dear Collega” che delineava come il Dipartimento dell’Istruzione valuterebbe il rispetto del Titolo IX, uno statuto del 1972 che vieta la “discriminazione basata sul sesso nei programmi educativi”. Durante il suo incarico di Segretario all’Educazione Betsy De VosBetsy DeVosMnuchin, Pompeo ha riflettuto sul piano per rimuovere Trump dopo il 6 gennaio: libro I repubblicani considerano l’istruzione come una questione vincente dopo i successi in Virginia McAuliffe lancia un nuovo annuncio che risponde a Youngkin sull’istruzione ALTRO ha sostenuto nuovi regolamenti intesi a ristabilire l’equilibrio in un sistema che credeva favorisse gli accusatori. Un sistema unico per tutti modellato sull’aula di tribunale, con gli avvocati e l’esame incrociato dei testimoni consentiti, i nuovi mandati sono costosi, gravosi e suscettibili di dissuadere molte vittime di aggressioni sessuali dal sottoporsi al processo. Come abbiamo sostenuto altrove, gli sforzi per affrontare la violenza sessuale dovrebbero includere le riforme di un sistema civile che è spesso lento, costoso e, per coloro che non possono permetterselo, in definitiva infruttuosi, nonché le riforme di un sistema di giustizia penale in cui solo un una piccola percentuale di casi sfocia in condanne.

Studenti internazionali Un tempo la principale destinazione mondiale per gli studenti internazionali, gli Stati Uniti hanno registrato un modesto calo delle iscrizioni degli studenti internazionali nell’autunno 2019, il primo in oltre dieci anni, e un calo del 16% nell’autunno 2020. Mentre la pandemia rappresenta gran parte del calo di questo autunno , la crescita poco brillante degli ultimi anni può essere attribuita in gran parte a una serie di azioni dell’amministrazione Trump che hanno reso gli Stati Uniti un luogo molto meno ospitale per gli studenti internazionali. Il nuovo segretario all’istruzione può aiutare a ricostruire la statura dell’America come casa per gli studenti migliori e più brillanti del mondo. Biden ha già promesso di preservare le protezioni contro l’espulsione degli immigrati privi di documenti che sono arrivati ​​negli Stati Uniti da bambini contenute nel programma Deferred Action for Childhood Arrivals (DACA) e di abrogare il divieto ai viaggiatori provenienti da diversi paesi per lo più musulmani. La nuova amministrazione dovrebbe anche eliminare i vincoli proposti sulla “durata dello status” di uno studente internazionale, che minano la fiducia di poter completare la propria istruzione negli Stati Uniti nel tempo concesso, sostenere il programma di formazione pratica opzionale, che consente agli studenti internazionali di acquisire esperienza lavorativa e ritirare le norme proposte che rendono più difficile ottenere visti H-1B (e molto più costoso per i datori di lavoro assumere lavoratori stranieri altamente qualificati).

Per quanto utili possano essere questi passaggi, nulla farebbe di più per garantire la nostra posizione di leader mondiale dell’istruzione superiore di una riforma bipartisan di un sistema di immigrazione a cui nessuno piace includere misure che forniscano maggiore sicurezza e certezza sia agli studenti internazionali che ai migranti.

Rapporti razziali nel campus Il nuovo segretario all’Istruzione dovrebbe iniziare ad affrontare il continuo impatto del razzismo nei college e nelle università abbandonando le recenti richieste a Yale di cessare qualsiasi considerazione sulla razza nelle ammissioni, ritirando il sostegno per la sfida legale all’azione affermativa ad Harvard e ponendo fine alle indagini su Princeton per aver semplicemente riconosciuto i continui effetti del razzismo sistemico nel suo campus. Allo stesso modo, l’amministrazione Biden dovrebbe abrogare il recente ordine esecutivo sugli stereotipi razziali e sessuali, che impone vincoli ingiustificati alla formazione antirazzista presso le agenzie federali. Ancora più importante, il nuovo segretario all’Istruzione dovrebbe usare il suo pulpito prepotente per rendere realtà la parità di accesso all’istruzione superiore per gli studenti provenienti da famiglie economicamente svantaggiate e gruppi minoritari sottorappresentati.

Riconosciamo che questo programma è ambizioso, soprattutto nel mezzo di una pandemia e di una grave recessione economica.

Detto questo, siamo convinti che questi siano i primi passi urgentemente necessari se vogliamo garantire la prosperità economica, trasformare in realtà le pari opportunità e riportare l’istruzione superiore alla sua statura di invidia del mondo.

Glenn C. Altschuler è il professore di studi americani Thomas e Dorothy Litwin alla Cornell University. È coautore (con Isaac Kramnick) di Cornell: A History, 1940-2015.

David Wippman è il presidente dell’Hamilton College.

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *