Skip to content

Recensione del gioco da tavolo XCOM: nessun controller necessario

XCOM Recensione del gioco da tavolo: nessun controller necessario”>XCOM, il gioco da tavolo, è basato su un videogioco popolare e acclamato dalla critica con lo stesso tema e meccaniche simili, ma estende il gameplay in modo che fino a quattro giocatori possano assumere ruoli diversi e collaborare per risolvere la stessa sfida: respingere un’invasione aliena abbastanza a lungo per completare una sessione finale e vincere la partita. È straordinariamente complesso, uno dei giochi da tavolo più complessi che abbia mai incontrato e probabilmente sarebbe ingestibile senza l’app complementare (gratuita) richiesta per guidarti attraverso il gioco. L’app ti dice chi deve prendere quale decisione aggiungendo anche le indicazioni per far avanzare l’invasione aliena, il tutto operando con un timer che aumenta l’intensità del gioco ma impedisce anche che diventi un monolito di tre ore.

In XCOM, i giocatori rappresentano i leader di una forza di difesa globale che lavora per rallentare il ritmo di un’invasione abbastanza a lungo per consentire ai giocatori di provare a sconfiggere la missione finale, un trio specifico e difficile di sfide a cui i giocatori devono dedicare significative risorse. Questa è l’essenza del gioco da tavolo stesso: i giocatori hanno risorse molto limitate per l’intero gioco e devono decidere fin dal primo turno quanto mettere in difesa (per evitare che il mondo venga invaso), quanto mettere per risolvere missioni a breve termine (per benefici immediati e per avanzare più rapidamente alla missione finale) e quanto investire nella ricerca di nuove tecnologie che potrebbero rendere più facili le svolte future. Ogni unità schierata in un turno soldato, satellite, intercettore (jet), ricercatore costa un credito, con un budget tipico per un turno che inizia da dieci a dodici crediti. Con gli UFO già in diversi continenti, uno o due alieni che attaccano la tua base, una missione a breve termine, tre compiti di ricerca che richiedono la tua attenzione e due o forse tre carte crisi solo per peggiorare le cose, saresti perdonato se pensassi di te sei bravo e ben fregato prima ancora di aver tirato un solo dado.

Tutti i conflitti dentro XCOM si risolvono tramite dadi: da uno a quattro dei tuoi e un alieno a otto facce che confronti con il livello di minaccia (da uno a cinque) per vedere se il tuo compito fallisce automaticamente. Ad esempio, se hai due caccia (intercettori qualunque, qualsiasi bambino di tre anni guarderà i pezzi e li chiamerà aerei) che attaccano i tre UFO attualmente in Europa, tireresti due dei tuoi dadi a sei facce e l’alieno muore. Se ottieni un gettone successo, che appare su due dei sei lati di ciascuno dei tuoi dadi, hai distrutto un UFO. Il livello di minaccia inizia da 1 con il tuo primo tiro, e se ottieni 1 sul dado alieno, beh, i tentacoli robusti distruggino comunque tutti gli UFO se hai ottenuto gettoni successo, ma anche i tuoi jet vengono distrutti e dovrai acquistare loro di nuovo più avanti nel gioco. In caso contrario, aumenta il livello di minaccia a 2 e tira di nuovo. Ciò significa che ogni decisione di rollio/stop si basa sulla probabilità di un risultato desiderabile, ma il costo di un fallimento non è analogo al beneficio di un successo.

xcom gioco da tavolo photo.png

Attaccare specifici alieni è un po’ più complicato, poiché ogni carta alieno ha due simboli che corrispondono ai simboli su ciascuno dei quattro tipi di soldato di cui hai bisogno un soldato con quell’abilità per combattere quel particolare alieno. Alcuni simboli hanno un disco giallo dietro di loro, il che significa che possono essere attaccati solo da soldati d’élite; puoi riservare un soldato in ogni round a una carta comandante speciale che rende quel gettone élite per il resto della partita o fino a quando non viene ucciso.

Le suddette carte di ricerca possono aiutarti a distorcere le probabilità di lanci di dadi a tuo favore, oltre a conferire altri vantaggi in diverse aree. Puoi tirare un dado addizionale o ritirare il dado alieno per turno. Le carte aliene hanno spesso abilità speciali per renderti la vita ancora più difficile, ma puoi ottenere una carta di ricerca che le cancella. Altre carte di ricerca ti danno accesso a più denaro, che potrebbe essere il vantaggio più importante di tutti, perché nelle mie giocate non mi è mai sembrato di avere abbastanza crediti per fare altro che perdere più lentamente.

Dopo aver completato tutti i tuoi tiri, valuti il ​​danno da tutto ciò che non hai ucciso. Ogni continente ha un livello di panico, che inizia dal giallo e passa dall’arancione al rosso; quando due continenti sono diventati rossi, il gioco è finito e l’app suona un triste trombone. (In realtà non è così, ma dovrebbe.) Ogni UFO imbattuto su un continente aumenta il livello di panico di uno alla fine di un round. Ogni alieno che si è infiltrato nella base e che non hai sconfitto aumenta di uno il danno alla base; alla fine la base può essere distrutta e ancora una volta invochiamo il triste trombone. Questo è un gioco con molti modi per perdere.

xcom boardgame app.jpg

C’è un modo per vincere, tuttavia: sconfiggere la missione finale. L’app determinerà quando dovrai affrontarla e, come tutte le carte missione, la missione finale ha tre elementi, una combinazione di sconfiggere un alieno e rotolare contro compiti difficili che hanno gli stessi simboli che appaiono sulle carte aliene. Avrai bisogno di soldati d’élite per farlo e probabilmente vorrai una pila di tecnologie pronte per aiutarti nella lotta. Completando alcune delle missioni più piccole presentate in precedenza nel gioco, l’app ti invierà prima alla missione finale, il che è fondamentale perché puoi raggiungere la missione finale e perdere comunque perché l’app ti chiede di aggiornare prima il misuratore di panico. (Non sono affatto amareggiato per questo.) Subirai molti danni lungo la strada; la chiave del gioco sembra determinare quanti danni puoi sopportare mentre stai ancora correndo attraverso alcune missioni per arrivare a quella finale.

XCOM è uno dei giochi progettati e presentati più professionalmente che abbia mai visto; la scheda e i pezzi sono di alta qualità e l’app stessa ha dovuto richiedere una notevole quantità di sviluppo, anche se vorrei che le schermate della guida fossero più dettagliate e un po’ più facili da navigare. Il regolamento stampato che viene fornito con il gioco è di sole quattro pagine e descrive la configurazione iniziale, non le regole, il che è probabilmente il migliore data la complessità del gioco. Un gioco da solista mi ha impiegato ancora circa un’ora e mezza; con gli amici potrebbe durare fino a due ore abbastanza facilmente. Potresti giocarci con i bambini più piccoli, ma in tal caso immagino che equivarrebbe di più agli adulti che danno indicazioni ai bambini piuttosto che all’elemento cooperativo che rende il gioco più di una semplice esperienza da solista. Puoi giocare senza il timer mettendolo in pausa se necessario, anche se ciò priverebbe il gioco di parte della sua intensità (ma forse renderebbe più facile giocare con una bevanda per adulti in mano). È un ottimo esempio di come prendere un videogioco di successo e fonderlo con esso Pandemia-stile di gioco da tavolo cooperativo, ma quella stessa intensità e l’enorme numero di decisioni che i giocatori devono prendere significano che una sessione di XCOM può sembrare un po’ meno come giocare e un po’ come lavorare. Un motivo in più per avere a portata di mano quella bevanda per adulti quando hai finito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *