Skip to content

Prova di guida dell’Hummer civile del 1992 | L’originale Hummer

Nel numero di giugno 1992, Meccanica popolare si mise al volante di un colosso civile: l’Hummer. Originariamente costruito per l’esercito e giocando un ruolo importante nella Guerra del Golfo Persico, l’Hummer è finalmente arrivato nelle strade americane. Ora, quasi 30 anni dopo, GM ha rilasciato un nuovissimo Hummer per una nuova era di mobilità? Il suo futuro sarà più luminoso del suo predecessore da tre tonnellate e ad alto consumo di gas?


Quindi hai acquisito questa fuga in montagna, ma la strada di accesso sembra più adatta a qualcosa dotato di zoccoli piuttosto che di pneumatici. E ci sono tutti questi tronchi d’albero casuali sparsi per il posto. Oltre a ciò, non riesci a trovare un veicolo in grado di trainare il tuo obice.

Se questi o altri fattori limitanti ti hanno turbato nella ricerca di un 4×4 che andrà davvero ovunque, AM General a South Bend, nell’Indiana, ha una risposta intrigante.

I nostri amici in uniforme lo chiamano HMMWV, per veicolo a ruote multiuso ad alta mobilità, meglio conosciuto come Humvee. Ma puoi chiamarlo Hummer. AM General lo vorrebbe, visto che è il marchio registrato del veicolo. E non hai più bisogno di un’uniforme per mettere alla prova questo grande cavallo con i suoi passi impressionanti. Tutto ciò di cui hai bisogno sono circa $ 40.000 e un terreno che non oseresti affrontare in nessun altro veicolo sportivo / utilitario disponibile oggi.

Sebbene l’Hummer sia in circolazione da un po’, ci è voluta la Guerra del Golfo Persico per renderlo visibile alla maggior parte degli americani. E con la visibilità è arrivato uno shock: l’America ha appreso che questo nuovo arrivato massiccio e senza fronzoli aveva sostituito l’amata Jeep. È come scoprire che il tuo vecchio liceo è andato a fuoco: anche un po’ di te va in fumo.



Ma per chiunque abbia un interesse emotivo nella vecchia Jeep militare, c’è un po’ di consolazione nelle origini dell’Hummer. AM General discende dalla Willys-Overland Co., che fu più o meno responsabile del design della Jeep originale e ne produsse circa 350.000 durante la seconda guerra mondiale.

Come la Jeep, il design dell’Hummer si è evoluto da una serie di specifiche militari volte a generare un veicolo a ruote multiuso ad alta mobilità (HMMWV), uno con una gamma di capacità molto più ampia rispetto al suo famoso predecessore.

Gli obiettivi prestazionali, delineati dai militari nel 1979, includevano la capacità di operare in condizioni climatiche che vanno dal deserto all’Artico, con o senza armatura, e con l’adattabilità per un’ampia gamma di applicazioni, come il trasporto di truppe, la piattaforma missilistica TOW, l’ambulanza lavoro, traino di artiglieria, trasporto munizioni e altre funzioni.

Il veicolo

Uno sguardo ti dice che questo non è un giocattolo. Sebbene la sua lunghezza complessiva sia effettivamente più corta della nuova Chevrolet/GMC Suburban 2500, è 8 pollici più larga e un paio di centinaia di libbre più pesante.

Ma la statistica che distingue davvero questo veicolo da qualsiasi altro 4×4 che puoi acquistare è l’altezza da terra. Ci sono 16 pollici tra il carrello dell’Hummer e la terra, un buon 6 pollici più di ogni altra cosa nel campo dello sport / utilità.

Ancora più importante è la natura dell’autorizzazione. Quando si utilizza l’altezza da terra su un normale 4×4, la prima cosa che inizia a raschiare le rocce è probabilmente qualcosa di essenziale per trasmettere potenza alle ruote. Quando l’Hummer raschia il fondo, il primo contatto sarà con il telaio stesso. Gli elementi della catena cinematica tenera sono nascosti tra le guide del telaio.



Quando abbiamo visitato la fabbrica Hummer a Mishawaka, nell’Indiana, è bastato uno sguardo a quelle enormi rotaie d’acciaio per convincerci che questo telaio può sopportare un martellamento che lascerebbe altri 4×4 a piangere per pietà o morti sul sentiero. Le massicce rotaie sono unite in stile scala da cinque traverse ugualmente robuste, e l’assemblaggio risultante misura bene sulla scala di rigidità solitamente riservata ai ponti e ai cavalletti ferroviari.

Le sospensioni sono costituite da robusti doppi bracci ad A e molle elicoidali ai quattro angoli. I freni sono da 10,5 pollici. dischi tutt’intorno. I rotori sono montati all’interno e il cilindro principale ha doppi serbatoi.

La propulsione è fornita da un diesel GM da 6,2 litri, abbinato a un cambio automatico a 3 velocità, sempre di GM. La potenza è valutata a 150, la coppia a 250 ft.-lb. Data la massa del veicolo, questa uscita sembra modesta, ma la curva di coppia è piatta e il cambio dell’Hummer ne fa il massimo. Sebbene sia veloce solo per gli standard delle locomotive – come ha detto un osservatore, “o to 60 is June” – l’Hummer può essere portato a velocità da autostrada.

E nel terreno delle capre di montagna, dove solo andare avanti sostituisce andare velocemente, l’Hummer arranca avanti e indietro cose che quasi sfidano la credibilità.

Il test

Quasi tutta la nostra valutazione è stata condotta presso le strutture di prova sconnesse di AM General vicino a South Bend, l’ex campo di prova Studebaker. Incluso in questa superficie è una ricca miscela di sentieri boschivi profondamente solcati, discese simili a scogliere, stagni dal fondo fradicio, fossati dai lati ripidi che sembravano molto simili a trappole anticarro e gradini di cemento con bordi quadrati alti 18 pollici.

Grazie alla sua combinazione di sbalzo limitato, angoli di avvicinamento e di partenza ripidi e un’elevata altezza da terra, l’Hummer può scavalcare tronchi d’albero e scaffalature rocciose che fermerebbero qualsiasi cosa al di là di un carro armato. L’elevata rigidità del telaio lo mantiene in movimento anche quando una o due ruote sono sollevate da terra e la sua ampia carreggiata (72 pollici) lo mantiene su pendenze laterali del 40%.

L’Hummer può arrampicarsi su pendenze fino al 60% e può guadare pozze d’acqua profonde fino a 30 pollici.

È bastato uno sguardo a quelle massicce rotaie d’acciaio per convincerci che questo telaio può sopportare un martellamento che lascerebbe altri 4×4 a piangere per pietà o morti sul sentiero.

Abbiamo trascorso un’intera giornata a provare queste capacità e quando siamo partiti eravamo credenti. Per il lavoro sporco, questo burlone bellicoso non ha pari.

Per strada è tutta un’altra storia. Il Civilian Hummer è decisamente elegante rispetto alle versioni militari, con rivestimento reale (diverso dalla tela), cruscotto imbottito, porte in acciaio (per una migliore protezione dagli impatti laterali) e pannelli delle porte imbottiti. Altre varianti del GI Hummer includono un sistema elettrico a 12 volt: gli Hummer militari usano 24 volt e luci di posizione laterali civili e indicatori di direzione.

Ma nessuna di queste modifiche fa molto per mascherare il bruto elementale all’interno. È come mettere un gorilla in un abito dei Brooks Brothers. Può sembrare elegante, ma è pur sempre un gorilla, e non te lo farà dimenticare.

L’Hummer da strada è lento e goffo nel traffico, per non dire rumoroso. E massiccio. Dei tre tipi di carrozzeria offerti Pickup a 2 porte, pickup a 4 porte e capote a 4 porte, pensiamo che il pickup a 4 porte sia il più pratico, oltre che il più comodo. Come un pickup vecchio stile, la 2 porte è limitata in termini di spazio per le gambe e lo schienale fisso è troppo vicino alla verticale. Le 4 porte offrono più spazio per le gambe, ma nessuno di questi veicoli può essere definito comodo per gli standard sportivi e di utilità contemporanei.

Tuttavia, il Civilian Hummer non pretende di essere un Ford Explorer. Poiché la maggior parte dei veicoli sportivi/utilitaria non lascia quasi mai il marciapiede, le loro capacità fuoristrada sono compromesse a favore del comfort di guida e della guidabilità a 360 gradi.

Le superbe capacità fuoristrada dell’Hummer non sono nemmeno leggermente compromesse. È un vero bruto dell’entroterra e prevediamo che gli acquirenti di novità si stancheranno rapidamente. Ci chiediamo, ad esempio, quante volte Arnold Schwarzenegger, che ha acquistato uno dei primi modelli civili, faccia il suo Hummer alla prova a Hollywood.

Ma se c’è un serio lavoro fuoristrada da fare, l’Hummer è di per sé una classe.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *