Skip to content

Point One Navigation sta raccogliendo $ 10 milioni per portare la sua tecnologia di localizzazione precisa a tutti i veicoli: TechCrunch

Point One Navigation è stato lanciato nel 2016 con una tecnologia che elimina questo e altri problemi che sorgono quando un veicolo non è esattamente dove dovrebbe essere. La startup con sede a San Francisco ha sviluppato un’API per una posizione precisa che può essere applicata a qualsiasi veicolo in movimento, dagli aerotaxi e droni urbani agli scooter, ai veicoli dotati di ADAS, ai veicoli autonomi e persino alle attrezzature agricole.

“La posizione è uno dei pilastri della robotica che deve essere risolto”, ha affermato il CEO e co-fondatore Aaron Nathan in una recente intervista. “Ogni singola azienda, sia essa̵

In particolare, la tecnologia di Point One combina il sistema avanzato di navigazione satellitare globale (GNSS), la visione artificiale e la fusione dei sensori in un’unica API. Ciò significa che un produttore di droni, una startup di robotica o una società di spedizioni possono utilizzare un’API per sapere dove si trova il proprio veicolo con una precisione di 10 centimetri. Point One ha dimostrato la sua tecnologia all’evento automobilistico di ottobre con un veicolo autonomo che inverte una distanza a Thunderhill Raceway Park.

Il loro prodotto, che verrà spedito a partire dal 2020, ha attratto numerosi investitori che vedono opportunità nel suo uso diffuso nei trasporti e persino in altri settori, inclusa l’elettronica di consumo. Point One ha recentemente completato un round di serie A da 10 milioni di dollari guidato da UP.Partners, coinvolgendo investitori esistenti come BOLT, IA Ventures e Ludlow Ventures.

Oggi esiste una tecnologia che fornisce ciò che Nathan chiama servizio di localizzazione parziale. Potrebbe dire a qualcuno in quale area si trova un robot in un campo enorme, oppure potrebbe funzionare in alcune aree e non in altre. Point One è in grado di offrire ai clienti di qualsiasi parte del mondo una precisione di 10 centimetri.

Oggi, il prodotto Point One, che è stato consegnato circa un anno fa, è in produzione in serie con due clienti automobilistici senza nome. Point One può utilizzare questa tecnologia come prodotto software in queste applicazioni automobilistiche, poiché i nuovi veicoli dispongono già dell’hardware necessario. Per altri clienti, come un’azienda di scooter, Point One potrebbe dover includere anche un chipset.

L’azienda inizialmente si è concentrata sull’industria automobilistica, compresa l’applicazione a sistemi avanzati di assistenza alla guida di livello 2. L’azienda, composta da 20 persone, è ora concentrata sull’espansione in nuovi segmenti, inclusa la micromobilità. Point One ha anche contratti di produzione con clienti nel settore agricolo – pensate ai trattori “intelligenti” – oltre che nel campo della consegna con droni.

Si rivolge anche a quelli che Nathan chiamava “aspiranti sviluppatori”, persone che lavorano su prodotti che potrebbero non essere ancora completamente sviluppati.

“La domanda è: come possiamo espanderci in questi mercati molto rapidamente e assicurarci che tutti sappiano che Point One può risolvere facilmente questo problema per te e non devi cucinare questa parte dell’oceano”, ha affermato Nathan.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *