Skip to content

PB Fintech, capogruppo di PolicyBazaar, cerca di raccogliere 870 milioni di dollari tramite IPO

PB Fintech, la società madre dell’aggregatore assicurativo online PolicyBazaar, che consente agli utenti di confrontare e scegliere tra una serie di assicurazioni e offerte per selezionare quella più adatta a loro, si sta preparando per la sua prima offerta pubblica iniziale ( IPO). L’emissione pubblica di azioni dovrebbe raccogliere somme per un valore di 鈧?,500 crore ($ 870 milioni).

Ciò renderebbe il PolicyBazaar, sostenuto da SoftBank, l’ultima società ad entrare a far parte dell’elenco sempre crescente di aziende indiane che stanno tentando la fortuna alle IPO, da Zomato, Commercio di automobili, MobiKwik, ed ovviamente, paga (che dovrebbe andare per l’IPO con il maggior incasso che l’India abbia mai visto).

La società madre dell’azienda con sede a Gurugram si è già rinominata PB Fintech Ltd., dopo aver approvato la delibera speciale di passare dall’essere un’azienda privata a un ente pubblico. I depositi normativi sono stati effettuati a seguito dell’approvazione di un’altra risoluzione speciale nel tentativo di aumentare fino a ?.500 crore tramite l’offerta di azioni, che apparentemente comporterà una nuova emissione di azioni, nonché un’offerta di vendita da parte delle parti interessate esistenti.

Inoltre, sebbene non sia possibile accertare se questa mossa verrà effettivamente eseguita, alcuni esperti affermano che PolicyBazaar potrebbe seguire le orme di altre aziende e optare per un round pre-IPO, diminuendo di conseguenza il numero di azioni offerte durante il offerta reale. Nel frattempo, il gruppo ha anche aumentato il limite di investimento per NRI e OCI al 24%, rispetto al precedente 10%, secondo i suoi documenti. Inoltre, le azioni privilegiate convertibili in circolazione sono state convertite in azioni.

In caso di successo, l’IPO a PolicyBazaar diventerà la terza più grande del paese, dopo Zomato, che ha già raccolto -375 crore attraverso un’offerta attualmente in corso, e Paytm, che dovrebbe raccogliere -6,600 crore in un IPO entro la fine dell’anno.

A quanto pare Morgan Stanley, Kotak Mahindra Capital Co., CitiBank e ICICI Securities consiglieranno l’azienda, che presenterà presto la sua bozza di prospetto red herring, sull’IPO. Durante l’anno fiscale 2021, ha già investito 6 crore in una filiale con sede a Dubai, di nome PB Fintech FZ LLC, le cui entrate lorde ammontano a 79,44 crore.

Nel frattempo, la piattaforma basata su Gurgaon ha anche recentemente ottenuto una licenza di intermediazione assicurativa da IRDAI, che è un importante passo avanti rispetto alla sua licenza di aggregatore web. Questa nuova autorizzazione le consentirà di avventurarsi in nuovi segmenti, come i servizi offline, l’assistenza sinistri, ecc., creando anche una rete di Punti di Presenza. Inoltre avrà diritto ad addebitare commissioni e canone per l’aggregazione web.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *