Skip to content

Non essere vittima delle previste truffe di phishing di Uber!

Hai sentito della massiccia violazione dei dati in Uber? Questa settimana vi abbiamo detto che la società di rideshare è stata violata e sono stati rubati i dati critici di 57 milioni di utenti.

Uber ha confermato la violazione e ha affermato di aver pagato agli hacker $ 100.000 per eliminare i dati. Sfortunatamente, questo è solo l’inizio.

Ci sono più minacce alla sicurezza a cui devi prestare attenzione e non devi nemmeno essere un utente Uber per essere colpito.

In che modo i truffatori stanno sfruttando la violazione dei dati di Uber

Ogni volta che si verifica una violazione dei dati molto pubblicizzata come quella di Uber, dobbiamo essere alla ricerca di attacchi separati. Questo perché i criminali si arrenderanno alle notizie per creare più truffe.

Ora, le persone stanno ricevendo e-mail di phishing relative alla violazione di Uber. I truffatori inviano e-mail a vittime ignare con collegamenti dannosi, sperando di rubare le loro credenziali Uber e le informazioni bancarie. Anche se non sei un utente Uber, potresti ricevere questo tipo di e-mail di phishing.

Ecco un esempio di un’e-mail di phishing Uber che fa il giro:

Immagine: Esempio di email di phishing Uber. (Fonte: KnowB44)

Come puoi vedere nell’immagine sopra, ai destinatari viene chiesto di fare clic su un collegamento per modificare la password.

Avvertimento! Fare NON clicca il link. Porterà a un sito contraffatto e potresti finire per consegnare le tue credenziali ai criminali.

Le e-mail di phishing come questa sono tipiche in seguito a massicce violazioni dei dati poiché in genere sono ovunque nelle notizie. Le persone avranno sentito parlare della violazione di Uber e non ci penseranno due volte prima di ricevere un’e-mail di notifica dall’azienda. Ecco perché devi essere in grado di individuare un’e-mail di phishing e sapere come gestirla. Continua a leggere per alcuni suggerimenti utili sulla gestione delle truffe di phishing.

Sii cauto con i link

Non seguire i collegamenti Web nei messaggi di posta elettronica non richiesti, potrebbe trattarsi di un attacco di phishing. I criminali informatici approfittano sempre delle notizie di tendenza come la violazione dei dati di Uber per cercare di trovare nuove vittime. Ecco perché devi essere in grado di riconoscere una truffa di phishing.

Una cosa da tenere d’occhio con gli attacchi di phishing sono gli errori di battitura, i criminali sono in genere negligenti con l’ortografia e la grammatica. Se ricevi un’e-mail o una notifica da un’azienda rispettabile, non dovrebbe contenere errori di battitura. Fai il nostro test QI di phishing per vedere se riesci a individuare un’e-mail falsa.

Avere un potente software di sicurezza

Assicurati di utilizzare un potente software antivirus su tutti i tuoi gadget. E tienili aggiornati per la migliore protezione. Questo è il modo migliore per evitare che il tuo dispositivo venga infettato da malware.

Configurare l’autenticazione a due fattori

Nota: Uber non utilizza l’autenticazione a due fattori.

L’autenticazione a due fattori, nota anche come verifica in due passaggi, significa che per accedere al tuo account hai bisogno di due modi per dimostrare di essere chi dici di essere. Ciò aggiunge un ulteriore livello di sicurezza e dovrebbe essere utilizzato ogni volta che un sito lo rende disponibile. Fai clic qui per sapere come impostare l’autenticazione a due fattori.

Sebbene Uber non lo offra, aggiunge un altro livello di protezione contro gli inevitabili attacchi di riutilizzo delle credenziali sugli altri account.

Usa password univoche

Molte persone usano la stessa password per più siti web. Questo è un terribile errore. Se le tue credenziali vengono rubate su un sito e utilizzi lo stesso nome utente e/o password su altri, è facile per i criminali informatici accedere a ciascun account. Fai clic qui per scoprire come creare password a prova di hacker.

Non divulgare dati sensibili

Troppo spesso persone ignare trasmettono erroneamente informazioni sensibili ai truffatori. Se ricevi un’e-mail non richiesta, non rispondere con informazioni personali. Non vuoi che cada nelle mani di criminali. Se un’azienda con cui lavori regolarmente ti invia un’e-mail e ti chiede informazioni personali, digita l’indirizzo web ufficiale dell’azienda nel tuo browser e vai direttamente lì per sicurezza.

Nota: Se stai leggendo questo articolo utilizzando l’app Komando.com, fai clic qui per vedere un esempio di email di phishing Uber.

Il travestimento intelligente del malware a rapida diffusione sta ingannando milioni di persone

A proposito di massicci attacchi di phishing, una nuova truffa sta facendo il giro e attenzione, il truffatore impersona qualcuno che conosci.

Fare clic qui per ulteriori informazioni su questa truffa di phishing.

Di più:

I Robocall ci interrompono costantemente e truffano gli americani per milioni di dollari ogni anno. Scopri i migliori trucchi di Kim per fermare i fastidiosi robocall in questa pratica guida.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *