Skip to content

Mamata Banerjee suona la tromba del pluralismo a Goa

Venerdì, il capo del Congresso di Trinamul, Mamata Banerjee, ha lanciato formalmente la candidatura al potere del suo partito sul suolo di Goa, con meno di quattro mesi rimanenti per le elezioni dell’Assemblea del piccolo stato costiero, affermando che le iniziali del suo partito “TMC” stanno per “tempio, moschea e chiesa”.

Il primo ministro del Bengala ha ripetutamente sottolineato la posizione intransigente del suo partito sulla protezione dell’etica pluralistica e inclusiva dell’India.

“Il BJP mi chiama anti-indù. Ma non sono nessuno che mi rilascia certificati di carattere. Dovrebbero prima capire il proprio carattere”, ha detto Mamata. “Uniamo le persone, non dividiamo? Le nostre iniziali stanno per tempio, moschea e chiesa”, ha aggiunto.

Durante un’intensa giornata di numerosi esercizi politici e di pubbliche relazioni nel suo primo viaggio politico nello stato cosmopolita occidentale, una colonia portoghese per oltre quattro secoli, fino al 1961, ha anche sottolineato che non stava tentando di invadere Goa come “estranea” (cosa che il BJP ha iniziato a chiamarla) ma stava solo cercando di collaborare come “sorella” per aiutare lo stato ad andare avanti e assicurarsi che non fosse gestito da Delhi.

Elencando i programmi di welfare attuati dal suo governo nel Bengala, Mamata ha detto che il suo partito potrebbe fare facilmente quelli a Goa, la cui popolazione è l’1,5% di quella del Bengala.

“Non sono qui per essere il primo ministro di Goa, ma sarò felice di garantire che ci sia una politica, un meccanismo nel governo libero dalla corruzione”, ha detto, sottolineando che il suo era un partito nazionale e potrebbe andare ovunque nella nazione.

Ha detto che Bengala e Goa hanno in comune il loro amore per le tre F, il pesce, il calcio e la cultura popolare.

“Lavoreremo per Goa con decisione. Non è che siamo qui per dividere i voti”, ha aggiunto, riferendosi all’accusa del Congresso. “Voi (l’elettorato di Goa) avete dato un’opportunità a tutti (altri) partiti… ora date un’opportunità a Trinamul.”

Il Congresso è stato critico nei confronti dell’impresa di Mamata a Goa, poiché è la principale opposizione nello stato ed era emerso come il più grande partito unico nell’Assemblea di Goa da 40 seggi nel 2017. Anche l’AAP ha cercato di farsi strada a Goa per alcuni volta.

Il timore del Congresso è che nelle elezioni del febbraio 2022 Trinamul e AAP mangerebbero la fetta di circa il 34% dei voti cristiani.

“Che anche il Congresso si opponga. Si contendono da 70 anni. L’ultima volta, gli MLA del Congresso sono andati dal BJP per aiutarli a formare il governo qui. Tu (il Congresso) non puoi controllare i tuoi MLA”, ha detto Mamata, riferendosi alla controversa presa di potere del 2017 a Goa, quando il BJP ha formato il governo nonostante si fosse assicurato 13 seggi rispetto ai 17 del Congresso, quando la maggioranza era 21.

Alla domanda se si stesse posizionando come Primo Ministro nel 2024, Mamata ha detto: “Se ti dico tutto subito, cosa dirò dopo… siamo trasparenti”.

Il capo dell’unità del BJP Bengala Sukanta Majumdar ha risposto alla giornata di Mamata a Goa con derisione, respingendo le possibilità del suo partito lì. Il deputato del Congresso Adhir Ranjan Chowdhury ha affermato di essere andata a Goa per dividere i voti e per aiutare il BJP.

Mamata ha iniziato la sua giornata con una riunione dell’unità di Goa del suo partito alle 10:00 a Dona Paula, con induzioni su entrambi i lati di artisti del calibro dell’icona del tennis indiano Leander Paes e della nuotatrice-modella-attore-politico-attivista Nafisa Ali.

A mezzogiorno ha interagito con i pescatori di Betim. Alle 13, ha tenuto una conferenza stampa a Dona Paula. Alle 15:30 ha visitato il tempio Mangueshi a Priol, seguito dal tempio Shri Mahalsa Narayani a Mardol, seguito dal tempio Tapobhoomi a Kundaim.

In serata ha partecipato a un’interazione con i membri della società civile di Goa a Dona Paula.

Sabato, Mamata avrebbe fatto colazione con i giornalisti alle 22:30 a Dona Paula, seguita da una visita alle 11:30 alla Basilica di Bom Jesus su Old Goa Road. A mezzogiorno, avrebbe condotto un’interazione con la comunità a Mapusa.

“Non sta lasciando nulla di intentato per avere un impatto significativo questa volta, rendendo pubblici ricordi che dureranno per qualche tempo. È in missione”, ha detto un membro anziano di Trinamul Rajya Sabha.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *