Skip to content

Louis Vuitton guarda all’astronomia per la collezione di alta gioielleria “Stellar Times”.

Dall’inizio dei tempi, il cosmo ha catturato la nostra immaginazione.

Gli antichi greci chiamavano il loro fascino “astronomia”. Hanno studiato i pianeti, le stelle e lo spazio, stabilendo una delle scienze più antiche del mondo che sopravvive oggi. Ci troviamo ancora in soggezione davanti a un’eclissi, sogniamo la vita su Marte e la frase “Mercurio retrogrado” è ormai comunemente intesa.

Francesca Amfitheatrof non fa eccezione. “Sono affascinato dall’immensità del cosmo, dal viaggio nello spazio e da questa sensazione di meraviglia per tutta la bellezza dell’universo”, afferma il designer di gioielli Louis Vuitton, la cui nuova collezione per il marchio francese riflette questi sentimenti.

“Stellar Times” è la scintillante interpretazione della galassia di Amfitheatrof. Attraverso 90 gioielli, usa pietre preziose come diamanti, zaffiri, rubini e granati per incarnare i diversi pianeti del nostro sistema solare. La collezione è suddivisa in sette temi, ognuno ispirato a una diversa sfaccettatura dello spazio esterno.

Lune Bleue, ad esempio, è un omaggio alla luna. L’omonima collana è adornata con diamanti e zaffiri blu provenienti da Sri Lanka e Madagascar, tutti accuratamente disposti secondo il caratteristico motivo a scacchiera di Louis Vuitton. Ci sono volute 900 ore per creare il motivo, che evoca un’immagine del riflesso della luna sull’oceano. E se ciò non suona abbastanza impressionante, considera lo zaffiro blu vibrante da 15,56 carati che si trova al centro del girocollo.

Un altro pezzo forte è la collana trasformabile Soleils, che prende il nome dal Sole. Anch’esso presenta l’intricato intreccio di gemme (e quattro intere file!), Questa volta utilizzando diamanti e zaffiri gialli. Se sembra drammatico, il pezzo può essere convertito in tre collane più sottili, ciascuna con uno zaffiro giallo taglio smeraldo come centrotavola dorato.

Mentre la linea Soleils di collane, orecchini e anelli rappresenta lo splendore del Sole, la linea Astre Rouge si ispira al pianeta infuocato Marte. Non sorprende che Amfitheatrof abbia utilizzato rubini rossi brillanti del Mozambico per questi ultimi modelli, in contrasto con diamanti e montature in oro bianco. La collana Astre Rouge è un esempio abbagliante della combinazione.

Ci sono anche pezzi più sottili ma non per questo meno sorprendenti nella collezione Stellar Times. La collana Apog茅e, che viene fornita con orecchini e anelli da cocktail coordinati, è decorata con tormaline, acquamarine e tanzaniti in rilassanti blu e verdi. Questi pendono da una collana in oro bianco a zig zag che prende in prestito le linee delle iniziali di Louis Vuitton.

C’è più geometria nei due anelli da cocktail Interstellaire, rivestiti da file di diamanti scintillanti che si incontrano al centro: uno spinello da 12,88 carati in uno e una tormalina da 9,43 carati nell’altro.

Stellar Times segna la seconda collezione di alta gioielleria di Amfitheatrof per Louis Vuitton; è stata nominata Direttore Artistico della Gioielleria del marchio francese nel 2018, dopo anni trascorsi alla guida di Tiffany & Co. come direttrice del design.

Mentre la sua offerta di debutto, “Riders of the Knights”, guardava al passato medievale, Stellar Times è decisamente più futuristica. La sua ispirazione galattica si lega anche allo spirito di esplorazione e di viaggio che è il cuore di Louis Vuitton. Ed è certamente un’impresa che Amfitheatrof abbia creato una collezione che è altrettanto accattivante delle stelle e dei pianeti a cui guardava.

Credito fotografico di intestazione: Louis Vuitton

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *