Skip to content

La US Navy vuole una base sotterranea in Norvegia: Secret Submarine Lair

  • La Marina degli Stati Uniti potrebbe utilizzare una base sotterranea unica nel nord della Norvegia.
  • Fino a poco tempo, le navi da ricerca russe utilizzavano la base militare, che è stata chiusa nel 2009.
  • I sottomarini d’attacco a propulsione nucleare potrebbero utilizzare la base come punto di partenza per le operazioni nel Mare di Barents.

    La Marina degli Stati Uniti potrebbe iniziare a mantenere i suoi sottomarini in un’ex base navale norvegese. La base, situato a Olavsvern nel nord della Norvegia, è costruito sotto una collina che costeggia il Mare di Norvegia, con un ampio ingresso in grado di accogliere navi e sottomarini. La struttura sotterranea potrebbe rivelarsi un’utile area di sosta per i sottomarini americani che spiano la flotta settentrionale russa, nascondendoli da occhi indiscreti.

    Ti piacciono le barche toste. Anche noi. Diamoci dentro insieme.

    La Marina sta facendo pressioni sul governo norvegese per consentirgli di accedere all’Olavsvern, secondo la rete di notizie norvegese NRK. Occupare la base renderebbe possibile “per il [American] sottomarino d’attacco per andare rapidamente in mare se dovesse verificarsi una situazione di emergenza”, afferma NRK. La rete riporta che i sottomarini della Marina degli Stati Uniti utilizzano già la vicina Malangen per lo scambio di equipaggi e l’assunzione di rifornimenti.

    L’esercito norvegese ha sviluppato Olavsvern per la prima volta nel 1963, quindi ha trascorso 30 anni e $ 500 milioni per completarlo. La base caratteristiche spazio sufficiente per depositi di munizioni, depositi di carburante, officine, caserme, un ormeggio in acque profonde, un bacino di carenaggio e persino un sistema di alimentazione di emergenza.

    La base include 13.500 mq di fabbricati e 25.000 mq di altro spazio. Le strade sotterranee conducono nello spazio dall’entroterra.

    Durante la Guerra Fredda, la Royal Norwegian Navy e i sottomarini delle marine alleate usarono la base. Era un comodo punto di sosta per i sottomarini diretti a nord nel Mare di Barents, un santuario per i sottomarini missilistici dell’Unione Sovietica e adiacente a molti porti, basi aeree e altre strutture della Flotta del Nord sovietica.


    🛶 I migliori gommoni per il tuo dollaro


    La caduta dell’Unione Sovietica ha effettivamente reso la base discutibile e gli investitori privati ​​l’hanno acquistata nel 2012 per soli $ 5 milioni. I nuovi proprietari hanno quindi affittato il sito a navi da ricerca russe, comprese alcune collegate alla compagnia energetica statale russa Gazprom. L’anno scorso, una società privata ha acquistato una partecipazione di controllo di due terzi nella base sotterranea, affermando lo renderebbe di nuovo disponibile per le forze armate e alleate norvegesi.

    La Marina degli Stati Uniti è preoccupata per la sua ricostruzione da parte della Russia forze sottomarine. Mosca sta costruendo sia il nuovo Yasen- e Borei-sottomarini missilistici di classe, e gestisce diversi tipi di sottomarini dell’era sovietica più vecchi.

    Si pensa che i sottomarini della Marina degli Stati Uniti pattugliano regolarmente i mari di Norvegia e Barents, in particolare le immersioni profonde Lupo di mare-sottotitoli di classe I Seawolves sono progettati anche per gli ambienti artici e sono in grado di inseguire e affondare i sottomarini nemici sotto la banchisa.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *