Skip to content

La richiesta di EPIC Games di costringere Apple a ripristinare Fortnite sull’App Store è stata respinta

Epic Games e Apple sono stati coinvolti in un’accesa battaglia dopo che la società di giochi ha deciso di farlo introdurre un gateway di pagamento in app che ha aggirato la commissione dell’App Store di Apple, portando il gigante della tecnologia a rimuovere Fortnite dalla piattaforma. Nel corso di questa guerra, entrambe le società hanno avuto alcune vittorie e alcune perdite. L’annuncio di oggi conterà sicuramente come una perdita per Epic, poiché la sua richiesta di costringere Apple a ripristinare il gioco su App Store è stata respinta da un giudice, affermando che “Epic Games non ha affrontato a sufficienza le controargomentazioni di Apple”.

Tuttavia, la decisione di oggi è stata un miscuglio e, sebbene in sostanza sia una perdita, ciò non significa che Epic non abbia guadagnato nulla. Il giudice, pur negando la richiesta di reintegrazione dell’azienda, ha aggiunto che Apple non può agire contro gli account degli sviluppatori di Epic Games, principalmente perché gestisce l’Unreal Engine. Ciò è in linea con una decisione annunciata a fine agosto, quando Apple è stata costretta a sbloccare l’Unreal Engine di Epic Games e il suo ecosistema, poiché ha colpito gli sviluppatori di terze parti.

Con la decisione odierna, è diventato chiaro che Fortnite non tornerà sull’App Store fino all’inizio del percorso tra le due società. Pertanto, se sei un utente Apple e ami il gioco, potresti dover aspettare fino all’estate del prossimo anno per giocarci sul tuo dispositivo, se mai.

Entrambe le società hanno deciso di concentrarsi maggiormente sulle loro vincite e meno sulle loro perdite, il che non è davvero sorprendente.

“Epic Games è grata che Apple continuerà a essere impedita di vendicarsi contro Unreal Engine e i nostri clienti di sviluppo di giochi mentre il contenzioso continua”, ha affermato il portavoce di Epic.

Un portavoce di Apple ha dichiarato: “Siamo grati che la corte abbia riconosciuto che le azioni di Epic non erano nel migliore interesse dei propri clienti e che tutti i problemi che potrebbero aver riscontrato sono stati causati da loro stessi quando hanno violato il loro accordo”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *