Skip to content

La Cina avverte di Covid-19 sui pacchi prima della giornata di shopping più importante del mondo 11.11, notizie e storie dell’Asia orientale

PECHINO (BLOOMBERG) – Le autorità cinesi hanno emesso avvertimenti sui pacchi potenzialmente contaminati dal Covid-19 proprio mentre si profila il più grande festival annuale dello shopping online del Paese, dopo che tre lavoratori di una piccola azienda che produce abbigliamento per bambini sono risultati positivi al virus.

Le autorità stanno testando i pacchetti e monitorando le persone che li hanno gestiti dopo che le infezioni sono state scoperte presso Haohui Ecommerce Co., che ha sede a Hebei, una provincia intorno a Pechino. I servizi di consegna dei pacchi in due città lì – Xinji e Jinzhou – così come nella città di Shenze sono stati interrotti, secondo una dichiarazione del governo.

Sono stati testati circa 300 pacchetti, tutti risultati negativi. I test sono stati effettuati anche in una piccola contea nel Guangxi, nel sud della Cina, dove sono stati spediti 16 pacchi dell’azienda in quella che le autorità hanno descritto come una “catena di posta legata al Covid”.

La Commissione sanitaria locale ha affermato che chiunque abbia toccato i pacchi deve sottoporsi a test e monitoraggio Covid-19.

Nel frattempo, le autorità dello Xilinhot della Mongolia Interna hanno detto alle persone che hanno fatto acquisti o ricevuto pacchi da un altro negozio di abbigliamento nell’ultimo mese di presentarsi al dipartimento locale per la prevenzione delle malattie dopo che sono state rilevate altre tracce di Covid-19. Nessun test positivo è stato collegato agli articoli.

La Cina ha precedentemente ispezionato merci come alimenti surgelati importati per il virus.

Gli ultimi avvisi arrivano quando gli acquirenti cinesi si preparano per il “Singles’ Day” di giovedì (11 novembre), la più grande manna d’oro dello shopping online del mondo detenuta da Alibaba Group Holding. Le vendite dell’evento dello scorso anno sono state di circa 500 miliardi di yuan (105 miliardi di S$).

La Cina sta persistendo con un approccio Covid-zero, dando la caccia a ogni potenziale infezione nel tentativo di contenere un focolaio della variante delta. Le misure includono la chiusura di scuole e luoghi di intrattenimento e il test di persone che si sono trovate nella stessa area generale di qualcuno che è stato trovato infetto.

Mercoledì la Commissione sanitaria nazionale ha segnalato 39 infezioni trasmesse localmente, portando il numero totale di casi nell’attuale focolaio superiore a 1.000.

Alcune persone si sono lamentate sui social media di essere state costrette alla quarantena a casa perché il loro codice verde, che tiene traccia dello stato di salute, è diventato giallo dopo aver ricevuto i pacchi.

Le autorità cinesi affermano che i pacchi provenienti dall’estero o da luoghi nazionali ad alto rischio dovrebbero essere disinfettati. Anche per le merci provenienti da aree a basso rischio, i destinatari sono incoraggiati a indossare mascherine e guanti durante il ritiro e il disimballaggio delle consegne.

Abbiamo riscontrato alcuni problemi con l’accesso degli abbonati e ci scusiamo per l’inconveniente causato. Fino a quando non risolviamo i problemi, gli abbonati non devono accedere per accedere agli articoli ST Digital. Ma per i nostri PDF è ancora necessario un login.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *