Skip to content

La cibernetica della Hillicon Valley TSA impone lo svantaggio

Oggi è giovedi. Benvenuto in Hillicon Valley, con i dettagli di tutto ciò che devi sapere sulle notizie tecnologiche e informatiche da Capitol Hill alla Silicon Valley. Iscriviti qui: thehill.com/newsletter-signup.

Segui la cyber reporter di The Hill, Maggie Miller (@magmill95) e il team tecnico, Chris Mills Rodrigo (@millsrodrigo) e Rebecca Klar (@rebeccaklar_), per una maggiore copertura.

I rappresentanti dei settori dell’aviazione, delle ferrovie e di altri settori hanno utilizzato un’audizione alla Camera giovedì per radunarsi contro parti specifiche delle proposte di direttive sulla sicurezza dell’Amministrazione per la sicurezza dei trasporti (TSA), a cui l’agenzia sta lavorando come parte degli sforzi per rafforzare la sicurezza informatica dei gruppi di infrastrutture critiche .

Altrove, Facebook è sempre più sotto pressione per affrontare la diffusione della disinformazione climatica sulla sua piattaforma e il Dipartimento di Stato ha annunciato un’enorme taglia per informazioni sugli hacker dietro l’attacco ransomware a Colonial Pipeline.

Entriamo.

L’industria entra nel dibattito sul mandato cibernetico

I funzionari che rappresentano i principali settori dei trasporti, tra cui ferrovia e aviazione, giovedì hanno chiarito che i mandati di segnalazione sulla sicurezza informatica proposti e altri sforzi informatici federali volti a rafforzare la sicurezza non sono ciò che è necessario per difendersi dall’aumento degli attacchi.

Nella conduttura: Le loro preoccupazioni sono state espresse mentre l’Amministrazione per la sicurezza dei trasporti (TSA) lavora per sviluppare e implementare direttive di sicurezza per i settori ferroviario e aereo che stabilirebbero le tempistiche per la segnalazione richiesta di incidenti informatici, tra le altre misure di sicurezza.

“Non c’è alcun problema con la segnalazione e i mandati per la segnalazione, il problema diventa ciò che stiamo segnalando”, Michael Stephens, consigliere generale e vicepresidente esecutivo dell’aeroporto internazionale di Tampa, ha testimoniato giovedì alla commissione per i trasporti e le infrastrutture della Camera.

“Parte della guida proposta dalla TSA a cui abbiamo fornito commenti è molto, molto ampia in termini di ciò che deve essere segnalato e l’informazione solo per il bene dell’informazione non è necessariamente una buona cosa, perché conduce al sovraccarico di informazioni e al rumore bianco, e molte volte viene ignorato”, ha detto Stephens.

Aviazione non solo: L’Association of American Railroads (AAR), che rappresenta società tra cui la National Railroad Passenger Corporation, o Amtrak, ha espresso le sue preoccupazioni riguardo alle proposte di direttive sulla sicurezza della TSA sin dal Segretario per la sicurezza interna Alessandro MayorcasAlejandro MayorkasGuarda in diretta: il segretario del DHS testimonia sulla sicurezza del confine Hillicon Valley Presentato da Ericsson Affrontare la “crisi” della disinformazione Situazione al confine meridionale peggiore di cui probabilmente ti rendi conto DI PIÙ annunciato che erano in lavorazione il mese scorso.

Thomas Farmer, assistente vicepresidente della sicurezza presso l’AAR, ha testimoniato giovedì di essere preoccupato che senza una chiara definizione di cosa sia un incidente di sicurezza, il “rumore” sarebbe creato da troppe segnalazioni.

Leggi di più qui.

La disinformazione climatica sotto i riflettori

Facebook sta affrontando crescenti pressioni da parte dei gruppi di difesa per eliminare la disinformazione climatica sulla sua piattaforma ed essere più trasparente sull’entità delle affermazioni false o fuorvianti.

Cosa dicono i gruppi ambientalisti: Un paio di rapporti pubblicati questa settimana durante il vertice delle Nazioni Unite sul clima a Glasgow hanno trovato decine di resoconti che diffondono disinformazione sul clima e sollevato domande sugli sforzi del gigante tecnologico per combattere tali contenuti.

“Facebook non è l’unico responsabile della disinformazione climatica esistente, ma sta sicuramente amplificando il problema e un possibile problema più grande su tutta la linea e non fa nulla al riguardo”, ha affermato Sean Buchanan, autore di un rapporto Stop Funding Heat pubblicato giovedì.

Quel rapporto, insieme a un altro sull’argomento pubblicato dal Center for Countering Digital Hate (CCDH) pubblicato all’inizio della settimana, è stato presentato quando i leader globali si sono riuniti al vertice delle Nazioni Unite per discutere di nuovi sforzi per affrontare il cambiamento climatico.

Il rapporto Stop Funding Heat, pubblicato in collaborazione con il gruppo Real Facebook Oversight Board, ha stimato un intervallo medio compreso tra 818.000 e 1,36 milioni di visualizzazioni giornaliere di disinformazione climatica, citando i dati della piattaforma di monitoraggio CrowdTangle.

Gli autori hanno scoperto che solo il 3,6% della disinformazione sul clima identificata sulla piattaforma aveva un’etichetta di verifica dei fatti applicata.

I ricercatori hanno studiato 195 pagine e gruppi identificati come fonte di disinformazione sul clima, inclusi 41 gruppi di “problemi unici” e 154 che hanno pubblicato su una gamma più ampia di argomenti. Lo studio si è concentrato sui post tra gennaio e agosto.

La risposta di Facebook: Ha risposto su Facebook ai risultati del rapporto e ha messo in dubbio la metodologia utilizzata. Un portavoce dell’azienda ha affermato che il rapporto sembra avere una visione più ampia della disinformazione e che i fact checker della piattaforma esaminano i contenuti che contengono un’affermazione verificabile.

Leggi di più qui.

CATTIVE NOTIZIE PER BEZOS

Un giudice federale si è pronunciato contro Blue Origin, la società di spedizioni spaziali di proprietà del fondatore di Amazon Jeff BezosJeffrey (Jeff) Preston BezosSanders giura di opporsi al disegno di legge sulla difesa: “Dobbiamo mettere a punto le nostre priorità” La NASA vuole far volare l’obsoleto Space Launch System per almeno 30 anni Il passeggero Blue Origin Glen De Vries ucciso in un incidente aereo nel New Jersey ALTROin un caso che cerca di ribaltare il contratto del lander lunare della NASA con la società rivale SpaceX.

La decisione di giovedì, che è stata sigillata, significa che la NASA potrà andare avanti nel suo lavoro con Elon MuskElon Reeve MuskUn piano migliore che dare 0.000 a ogni immigrato separato Elon Musk schernisce Sanders per la richiesta che i ricchi “paghino la loro giusta quota” La NASA vuole far volare l’obsoleto Space Launch System per almeno 30 anni ALTROSpaceX invierà astronauti sulla luna per la prima volta dal 1972, secondo il Washington Post.

L’agenzia spaziale ha dichiarato di voler riprendere il lavoro con SpaceX “il prima possibile”, secondo una dichiarazione rilasciata giovedì.

“La NASA continua a lavorare con diverse società americane per rafforzare la concorrenza e la prontezza commerciale per il trasporto con equipaggio sulla superficie lunare”, ha aggiunto la dichiarazione.

Un portavoce di Blue Origin ha affermato che la sua causa “ha messo in evidenza gli importanti problemi di sicurezza” che “devono ancora essere affrontati” sottolineando che la società non vedeva l’ora di “sentire dalla NASA sui prossimi passi”.

Leggi di più qui.

NON COSÌ IN FRETTA

AT&T e Verizon hanno concordato di posticipare il previsto lancio dello spettro 5G poiché la Federal Aviation Administration (FAA) esamina la potenziale interferenza con i principali sistemi di sicurezza della cabina di pilotaggio, ha riferito il Wall Street Journal.

AT&T ha confermato in una dichiarazione di aver accettato di interrompere la prevista implementazione del 5G fino al 5 gennaio su richiesta del Dipartimento dei trasporti (DOT).

Fonti hanno riferito al Journal che Verizon ha accettato di posticipare anche il lancio del suo nuovo spettro wireless 5G.

“È fondamentale che queste discussioni siano informate dalla scienza e dai dati”, ha affermato AT&T in una dichiarazione. “Questo è l’unico percorso per consentire a esperti e ingegneri di valutare se esistono problemi legittimi di coesistenza”.

Sia AT&T che Verizon hanno speso miliardi per acquistare licenze per onde radio adatte al 5G, che è molto più veloce della tecnologia 4G esistente.

Leggi di più qui.

Tanti soldi in palio

Azienda di oleodotti coloniali a Baltimora

Giovedì il Dipartimento di Stato ha annunciato una ricompensa di 10 milioni di dollari per chiunque possa fornire informazioni sui leader del gruppo criminale informatico che a maggio ha lanciato un attacco ransomware contro Colonial Pipeline, che ha temporaneamente paralizzato la fornitura di gas a diversi stati.

La ricompensa viene assegnata per informazioni sull’identità e l’ubicazione dei lead del gruppo criminale informatico DarkSide variante ransomware, che si ritiene abbia sede in Russia, e un ulteriore premio di $ 5 milioni per informazioni su individui che cercano di partecipare a un attacco ransomware DarkSide .

“Nell’offrire questa ricompensa, gli Stati Uniti dimostrano il loro impegno a proteggere le vittime di ransomware in tutto il mondo dallo sfruttamento da parte dei criminali informatici”, ha affermato il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price in una nota.

DarkSide è stato costretto offline poco dopo l’attacco al Colonial Pipeline a causa di un’operazione segnalata dalle forze dell’ordine.

Leggi di più qui.

ALTRI ARRESTI IN ARRIVO

Il vice procuratore generale Lisa Monaco ha affermato che gli Stati Uniti dovrebbero aspettarsi di vedere una repressione degli attacchi ransomware e della criminalità informatica mentre il Dipartimento di giustizia (DOJ) intensifica i suoi sforzi nell’area.

Monaco ha detto all’Associated Press durante un’intervista questa settimana che gli Stati Uniti vedranno un aumento degli arresti di individui e dei sequestri di pagamenti di riscatti legati ai crimini informatici che hanno colpito il paese.

“Nei giorni e nelle settimane a venire, vedrai più arresti, più sequestri e vedrai più operazioni come abbiamo fatto la scorsa settimana”, ha detto Monaco, riferendosi all’estradizione di un presunto cyber-cyber russo attore criminale che si nascondeva in Corea del Sud per affrontare accuse negli Stati Uniti

Ha detto che il messaggio che il Dipartimento di Giustizia sta cercando di diffondere è che “se vieni per noi, verremo per te”.

Leggi di più qui.

BITCOIN NELLA GRANDE MELA

Il sindaco eletto di New York City Eric Adams (D) ha annunciato giovedì su Twitter che riceverà i suoi primi tre pagamenti come sindaco in Bitcoin.

“A New York andiamo sempre alla grande, quindi prenderò i miei primi TRE stipendi in Bitcoin quando diventerò sindaco”, ha twittato Adams.

“NYC sarà il centro dell’industria delle criptovalute e di altri settori innovativi e in rapida crescita! Aspetta!” Ha aggiunto.

Adams ha vinto le elezioni del sindaco della città martedì, battendo il suo avversario repubblicano Curtis Sliwa. Sostituirà il sindaco Bill de BlasioBill de BlasioThe Hill’s Morning Report – Presentato da ExxonMobil – I democratici della Camera guardano al grande voto sulla misura di Biden Riapertura di Times Square per la celebrazione di Capodanno Williams lancia l’offerta governativa di New York ALTRO (D), che non ha potuto ricandidarsi per limiti di mandato.

Leggi di più qui.

PICCOLI E PEZZI

Un editoriale da masticare: Telecomando: chi è responsabile della tua vita mediatica?

Collegamento notevole:

Quali bandiere rosse? Il processo a Elizabeth Holmes espone la negligenza degli investitori (The New York Times / Erin Griffith)

Un’ultima cosa: la lista nera degli Stati Uniti fa scalpore

La decisione del Dipartimento del Commercio di inserire nella lista nera la società israeliana NSO Group ha fatto scalpore mercoledì nell’industria degli spyware, puntando i riflettori sulle aziende che traggono profitto dai governi stranieri che sorvegliano i dissidenti.

NSO Group è un fornitore chiave dello spyware che i governi stranieri hanno utilizzato per anni per inseguire giornalisti, accademici e altri che sollevavano preoccupazioni sui regimi e segna un punto di svolta nell’approccio della nazione ai diritti umani nel cyberspazio.

“Questo invia un segnale davvero potente”, ha detto a The Hill James Lewis, vicepresidente senior e direttore del programma di tecnologia strategica del Center for Strategic and International Studies. “Questo non andrà via, perché c’è troppa richiesta per questo… ma invia un messaggio potente.”

Il gruppo NSO è stato aggiunto mercoledì alla “lista di entità” del Dipartimento del Commercio insieme al gruppo israeliano Candiru, al gruppo russo Positive Technologies e alla Computer Security Initiative Consultancy di Singapore, per le preoccupazioni sul loro coinvolgimento in attività informatiche dannose.

Il gruppo NSO è diventato un manifesto negli ultimi anni per le crescenti preoccupazioni sulla sorveglianza informatica. Lo spyware Pegasus dell’azienda è in grado di hackerare i telefoni per rubare informazioni, accendere videocamere, registrare chiamate e altre attività, spesso all’insaputa dell’utente.

Leggi di più qui.

Questo è tutto per oggi, grazie per aver letto. Dai un’occhiata a The Hill’s tecnologia e sicurezza informatica pagine per le ultime notizie e copertura. Ci vediamo venerdì.

ANNUNCIO

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *