Skip to content

Iniziano le espulsioni dei migranti haitiani dal confine meridionale

Il governo degli Stati Uniti ha iniziato a deportare centinaia di migranti haitiani che si erano accampati sotto un ponte in Texas vicino al confine con il Messico perché sembra contenere un’ondata di migranti negli ultimi giorni.

Più di 320 migranti sono arrivati ​​​​a Port-au-Prince con tre voli dagli Stati Uniti domenica, secondo quanto riportato da Associated Press lunedì, con una mezza dozzina di voli in più previsti per questa settimana.

I funzionari della pattuglia di frontiera degli Stati Uniti hanno dichiarato durante il fine settimana che mirano a deportare la maggior parte dei circa 12.000 migranti che si sono rifugiati sotto un ponte a Del Rio, in Texas, dopo aver attraversato da Ciudad Acu帽a, in Messico.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Molti dei migranti sono stati sotto i ponti per giorni, lottando per sopravvivere in condizioni sfavorevoli e senza molto cibo o acqua. La US Customs and Border Protection ha affermato che avrebbe inviato 400 agenti aggiuntivi per migliorare il controllo dell’area, ha riferito The Hill sabato.

“Abbiamo bisogno di cibo per tutti i giorni. Posso farne a meno, ma i miei figli no”, ha detto all’AP un migrante di nome Charlie Jean.

Il capo della pattuglia di frontiera Raul Ortiz ha detto durante una conferenza stampa domenica che l’agenzia “lavora 24 ore su 24 per spostare rapidamente i migranti fuori dal caldo, dagli elementi e da sotto questo ponte alle nostre strutture di elaborazione al fine di elaborare e rimuovere rapidamente le persone dagli Stati Uniti Stati coerenti con le nostre leggi e le nostre politiche”.

Haiti sta lottando con la povertà estrema dopo l’assassinio del presidente Jovenel Mose e un terremoto di magnitudo 7,2 che ha colpito all’inizio di quest’anno.

“Ad Haiti non c’è sicurezza”, ha detto all’AP il migranteFabricio Jean. “Il Paese è in crisi politica”.

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *