Skip to content

Il Pentagono sposta una portaerei dall’Asia-Pacifico per aiutare con il ritiro delle truppe in Afghanistan: rapporto

La USS Ronald Reagan, l’unica portaerei con sede nella regione Asia-Pacifico, si dirigerà quest’estate vicino all’Afghanistan dal suo porto di origine del Giappone per assistere al ritiro delle truppe statunitensi.

Il Wall Street Journal ha riferito mercoledì che la USS Ronald Reagan dovrebbe operare vicino all’Afghanistan per quattro mesi. Durante questo periodo, la Marina non avrà portaerei nella regione Asia-Pacifico. Il Journal ha osservato che la diversione dall’Asia orientale è in conflitto con Presidente BidenJoe BidenI repubblicani della Florida votano per limitare i mandati sui vaccini Il disegno di legge onora i 13 membri del servizio uccisi in Afghanistan si dirige alla scrivania di Biden Difesa notturna e sicurezza nazionale Presentato da Boeing Il Pentagono promette maggiore trasparenza sugli attacchi aerei ALTROL’ appello a dare la priorità ai militari nella regione.

Segnerà la prima volta che la USS Ronald Reagan ha lasciato la regione del Pacifico dal 2015, secondo il Journal.

ANNUNCIO

Il Pentagono più tardi mercoledì non confermerà il movimento della nave.

“Ho visto la stampa che parla di questo… non parliamo di potenziali operazioni future. Di certo non parliamo in anticipo di potenziali movimenti della nave. Non ho davvero alcuna decisione con cui parlarne oggi, Lo ha detto ai giornalisti il ​​segretario alla stampa del dipartimento della Difesa John Kirby.

Kirby direbbe solo che il Segretario alla Difesa Lloyd AustinLloyd AustinOvernight Defense & National Security Presentato da Boeing Il Pentagono promette maggiore trasparenza sugli attacchi aerei Austin: il Pentagono “deve lavorare di più” dopo il nuovo rapporto sulle vittime civili Hillicon Valley Presentato da Ericsson Hacker legati all’Iran che prendono di mira settori critici ALTRO vuole assicurarsi che il capo della missione Resolute Support guidata dalla NATO e delle forze statunitensi in Afghanistan, il generale dell’esercito Austin Miller, “disponga delle giuste opzioni per assicurarsi che il ritiro dall’Afghanistan avvenga in modo sicuro, ordinato e modo deliberato».

“Naturalmente abbiamo anche una solida presenza in Medio Oriente in generale, al di fuori dello sforzo in Afghanistan. Quindi c’è molto da considerare quando si parla di spostare le principali unità”, ha aggiunto Kirby.

La portaerei attualmente operante nella regione del Medio Oriente, la USS Dwight D. Eisenhower, dovrebbe partire entro luglio e tornare al suo porto di origine a Norfolk, in Virginia, secondo quanto riportato dal quotidiano. Il vettore è stato schierato due volte negli ultimi tre anni e da aprile opera nel Mar Arabico settentrionale.

La USS Theodore Roosevelt era stata dispiegata nel Mar Cinese Meridionale all’inizio di quest’anno in mezzo alle crescenti tensioni tra Cina e Taiwan, nel tentativo di promuovere la “libertà dei mari”. Il corriere è tornato a San Diego martedì.

Il Journal ha riferito che questa mossa del vettore riflette gli sforzi della Marina per coprire le missioni con navi disponibili limitate.

L’ammiraglio Mike Gilday, capo delle operazioni navali degli Stati Uniti, aveva detto all’inizio di maggio che sperava che il recente accordo dell’amministrazione Biden per un rinnovato accordo nucleare con l’Iran riducesse la necessità di una presenza di un gruppo d’attacco in Medio Oriente.

Ellen Mitchell ha contribuito a questo rapporto, che è stato aggiornato alle 16:51

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *