Skip to content

Il governatore del Michigan GOP speranzoso afferma che sosterrebbe il divieto di aborto statale: registrazione

Candidato governatore del Michigan GOP James Craig ha affermato che, se eletto, sosterrebbe il blocco di qualsiasi sforzo da parte dei Democratici per abrogare il precedente divieto di aborto dello stato che potrebbe avere effetto ancora una volta se la Corte Suprema ribaltasse la storica sentenza Roe v. Wade del 1973.

In una registrazione ottenuta dal liberale PAC American Bridge 21st Century e fornita al Detroit Metro Times, a Craig, l’ex capo del dipartimento di polizia di Detroit, è stato chiesto se avrebbe lavorato per impedire ai Democratici “di annullare la legge che rende illegale l’aborto nel Michigan. .”

“Farò tutto ciò che posso, sono a favore della vita”, ha risposto.

ANNUNCIO

Quando gli è stato chiesto di nuovo se avrebbe sostenuto il blocco dei democratici dall'”abrogare quella legge”, il candidato repubblicano ha risposto: “Sì”.

Democratici, tra cui l’avversario di Craig, Michigan Gov. Gretchen WhitmerGretchen WhitmerBiden, alti funzionari sparsi per promuovere il pacchetto infrastrutturale Michigan, funzionari locali citati in giudizio per “emergenza piombo tossico” nell’acqua della città Il giudice approva un accordo di 6 milioni nella crisi idrica di Flint ALTRO (D), hanno chiesto ai legislatori statali di abrogare la legge del 1931 che rendeva reato l’aborto nel Michigan.

Sebbene la legge non sia stata eseguita nello stato da quando la Corte Suprema ha stabilito in Roe v. Wade che le persone hanno un diritto costituzionale all’accesso all’aborto, non è stata ufficialmente abrogata, alimentando i timori tra i Democratici che il divieto statale possa avere effetto di nuovo poiché la maggioranza conservatrice 6-3 dell’alta corte è destinata a rivedere una legge sull’aborto nei prossimi mesi.

La senatrice dello stato del Michigan Erika Geiss (D) a febbraio ha presentato una legislazione che cerca di abrogare ufficialmente il divieto di aborto dello stato, sebbene il disegno di legge non abbia avuto movimento da quando è stato deferito al comitato statale per la giustizia e la sicurezza pubblica.

Craig, che ha lanciato ufficialmente la sua campagna la scorsa settimana, ha affrontato i suoi commenti a sostegno di un divieto statale di aborto, con Sam Inglot, vicedirettore del gruppo progressista Progress Michigan, che ha dichiarato martedì al Metro Times: “Il diritto all’aborto riguarda la libertà, autonomia corporea e le persone che rimangono incinte determinano il proprio futuro”.

“Il fatto che James Craig sia disposto a togliergli quella libertà è incredibilmente regressivo e pericoloso”, ha aggiunto Inglot.

The Hill ha contattato la campagna di Craig per un commento.

Le sfide legali ai divieti di aborto sono emerse in prima linea nelle ultime settimane, soprattutto dopo che la Corte Suprema ha rifiutato di bloccare l’entrata in vigore di una legge del Texas che proibisce quasi tutti gli aborti dopo che è stata rilevata l’attività cardiaca, che può verificarsi circa sei settimane in una gravidanza e prima molte persone sanno di essere incinta.

L’amministrazione Biden ha lanciato una sfida alla legge statale e lunedì ha presentato una memoria amicus nel caso Dobbs v. Jackson Women’s Health Organization che sarà presentato alla Corte Suprema per discussioni orali a dicembre.

Il caso si concentra in particolare sulla costituzionalità del divieto di aborto di 15 settimane del Mississippi, con l’amministrazione che sostiene che il precedente della Corte Suprema sostiene che costringere qualcuno a continuare con una gravidanza è una “profonda intrusione nella sua autonomia, integrità fisica e la sua parità in società.”

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *