Skip to content

Il Centro richiede alle piattaforme multimediali di visualizzare il logo Azadi

Mercoledì il ministero dell’informazione e della radiodiffusione ha emesso un avviso a tutte le piattaforme mediatiche stampate, elettroniche o digitali chiedendo loro di esporre il logo di Azadi ka Amrit Mahotsav, la commemorazione del 75° anniversario dell’Indipendenza.

L’avviso è una quasi ripetizione di quello inviato nei primi mesi del governo Narendra Modi per la messa in onda del programma radiofonico mensile del Primo Ministro, Mann ki Baat. Sebbene tecnicamente fosse una richiesta, quasi tutti i canali e le stazioni radio avevano rispettato tale avviso.

Sottolineando che la commemorazione di 75 settimane di questa pietra miliare nella storia dell’India moderna è già iniziata e continuerà fino al 15 agosto 2023, l’avviso ha affermato: “Le piattaforme multimediali potrebbero prendere in considerazione la visualizzazione del logo ufficiale ‘Azadi ka Amrit Mahotsav’ durante i programmi di notizie, reportage, bollettini, in particolare durante i resoconti sui 75 anni dell’indipendenza dell’India in modo che gli spettatori possano essere informati sulla campagna e portare avanti lo spirito di “Jan Bhagidari” (partecipazione pubblica) previsto dal Mahotsav.”.

Inoltre, l’avviso registra che i media privati ​​hanno costantemente preso l’iniziativa nel celebrare lo spirito patriottico e le conquiste nazionali dell’India. “Si consiglia di utilizzare il logo durante il periodo delle celebrazioni in modo che i cittadini siano consapevoli della ricca storia dell’India e dell’impegno per un futuro luminoso”, ha affermato.

Da quando questo programma commemorativo è stato lanciato il 12 marzo, il governo Modi ha promosso l’uso del logo a vari livelli.

Il mese scorso, la cancelleria della Corte Suprema si è opposta all’immagine del Primo Ministro che compare come parte del logo nelle e-mail inviate dal suo account di posta elettronica ufficiale. Al National Informatics Center (NIC) che fornisce servizi di posta elettronica alla Corte Suprema è stato chiesto di eliminare l’immagine del Primo Ministro dal piè di pagina delle e-mail provenienti dall’apice court.

Da allora il NIC ha rispettato le indicazioni della Corte Suprema e ora utilizza invece un’immagine del tribunale apicale. Alcuni avvocati che avevano ricevuto l’e-mail della Corte Suprema con l’immagine di Modi nel footer si erano opposti a questo sulla premessa che la magistratura è indipendente, e non fa parte del governo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *