Skip to content

Il capo dell’OMS chiede uno stop di due mesi ai richiami di vaccini

Lunedì il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) Tedros Adhanom Ghebreyesus ha chiesto una moratoria di due mesi sui richiami di COVID-19 poiché molti paesi a basso e medio reddito lottano ancora per fornire dosi di vaccino sufficienti ai propri cittadini.

L’Associated Press ha riferito che Ghebreyesus ha fatto queste osservazioni mentre parlava ai giornalisti a Budapest. Il capo dell’OMS ha affermato che “l’ingiustizia dei vaccini e il nazionalismo dei vaccini” alimentano il rischio che emergano varianti più infettive di COVID-19.

All’inizio di questo mese aveva fatto una richiesta simile per una moratoria sui colpi di richiamo nelle nazioni più ricche, sostenendo che non è ancora stato dimostrato se un colpo di richiamo sia più efficace nel prevenire la trasmissione di COVID-19 rispetto ai due colpi che vengono normalmente somministrati.

ANNUNCIO

L’appello di Ghebreyesus per una pausa sui colpi di richiamo arriva mentre gli Stati Uniti si preparano a iniziare a somministrare la terza dose di vaccini COVID-19 a tutti gli americani che hanno ricevuto i vaccini Pfizer-BioNTech o Moderna a partire dal 20 settembre.

Gli esperti sanitari hanno avvertito che finché vaste popolazioni di persone non saranno vaccinate, il rischio che si manifestino varianti COVID-19 più infettive come la variante delta rimarrà.

“Il virus avrà la possibilità di circolare in paesi con una bassa copertura vaccinale e la variante delta potrebbe evolversi per diventare più virulenta e allo stesso tempo potrebbero emergere anche varianti più potenti”, ha affermato Ghebreyesus.

Domenica, il chirurgo generale degli Stati Uniti Vivek MurthyVivek MurthyThe Hill’s Morning Report – Presentato da ExxonMobil – I democratici alla Camera guardano al grande voto sulla misura di Biden Assistenza sanitaria notturna La corsa ai booster Fauci: le famiglie vaccinate possono “sentirsi bene” riguardo alle riunioni del Ringraziamento ALTRO ha affermato che gli Stati Uniti saranno in grado di somministrare colpi di richiamo a livello nazionale pur contribuendo a migliorare le vaccinazioni in tutto il mondo, sia attraverso donazioni che aumentando la produzione di vaccini all’estero.

“Questa è una questione critica perché sappiamo che per porre fine a questa pandemia e prevenire lo sviluppo di future varianti, dobbiamo vaccinare sia l’America che il mondo. … Dobbiamo fare entrambe le cose”, ha detto Murthy mentre appare su “Fox Notizie domenica”.

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *