Skip to content

Il Bengala orientale insegna ai “bambini” del JFC una lezione con una sconfitta di sei gol

Una doppietta di Jaime Santos Colado nei primi sei minuti indicava quale sarebbe stato il risultato finale della partita.

Martedì l’East Bengal ha giocato una giornata sul campo in casa, battendo una mezza dozzina di squadre di riserva del Jamshedpur FC (JFC) qualificandosi virtualmente per le semifinali della Durand Cup.

Tre gol in entrambi i tempi realizzati per uno spettacolo perfetto dagli uomini di Alejandro Menendez Garcia, con giovani come Pintu Mahata e Bidyashagar Singh che hanno anche segnato due gol e sono stati piuttosto impressionanti con i loro gol e assist. Boithang Haokip ha segnato l’ultimo per la squadra di casa.

Ma un’analisi corretta sottolineerebbe che il Bengala orientale non è stato realmente messo alla prova. Il JFC, con cinque giocatori della Tata Football Academy, alcuni dei livelli U-18 e U-16 hanno dovuto affrontare l’inesperienza da parte loro, oltre a dover fare i conti con giocatori che si sono comportati bene nei tornei di alto livello del paese.

Quindi, il gioco è diventato sempre più facile per il Bengala orientale con il progredire del gioco.

“Il merito va alla squadra, non voglio fare un nome specifico, stiamo andando bene come squadra”, ha detto Garcia dopo la partita.

Colado ha segnato un rigore già al terzo minuto quando è stato atterrato dal portiere del JFC Amrit Gope. Convertindolo in modo intelligente, ha ottenuto il suo secondo un minuto dopo.

Un difensore del JFC ha commesso un errore con il suo back-pass ed è andato dritto a Colado, che, essendo completamente smarcato, non ha avuto problemi a infilare la palla a casa per il 2-0 per la sua squadra.

Garcia, però, ha preferito togliere dal campo Colado subito dopo perché l’attaccante sembrava essersi infortunato alla spalla prima di segnare il rigore.

Era più una mossa precauzionale, ha detto Garcia.

Il Bengala orientale avrebbe potuto ottenere il terzo posto nel primo quarto stesso, ma il tentativo di Tondomba Singh Naorem è venuto fuori dalla verticale.

Non hanno dovuto aspettare troppo a lungo per il terzo quando Mahata ha trovato il bersaglio su un preciso passaggio filtrante di Brandon Vanlalremdika.

Dal 31esimo minuto di sciopero di Mahata fino a mezz’ora del secondo tempo, sembrava che il Bengala orientale stesse facendo una delle loro sessioni di allenamento. I centrocampisti si sono scambiati passaggi e hanno cercato di orchestrare gli attacchi principalmente dalla fascia destra, mentre i difensori non hanno quasi lavorato.

Solo una volta il JFC ha provato ad avviare un movimento dalla fascia sinistra, a metà del secondo tempo, prima di vedere il loro tentativo andare a lato. Il portiere Mirshad, tuttavia, ha dovuto essere in azione una volta quando ha deviato in salvo il ranger lungo del sostituto Harsha Parui al 49′.

A parte queste due occasioni, non c’è praticamente più niente da menzionare su JFC.

A 15 minuti dalla fine dei tempi regolamentari, il Bengala orientale ha pompato altri tre per aumentare la propria media goal.

Bidyashagar ha segnato il suo primo gol su un bel gioco dei sostituti Prakash Sarkar e Brandon. Prendendo la palla in modo efficiente, Sarkar prepara Brandon. Ma Brandon, notando che Bidyashagar non era marcato, glielo fece squadrare e quest’ultimo lo mise a casa con facilità.

Il quinto del Bengala orientale è arrivato al 79′, con la coppia Brandon-Bidyashagar di nuovo nel bel mezzo delle cose. Ricevuto il pallone da Brandon, Bidyashagar si è ritrovato in uno contro uno con il portiere avversario.

C’era un difensore del JFC in agguato al suo fianco. Ma il portiere era più o meno indifeso mentre il difensore poteva solo scortare Bidyashagar al suo secondo colpo.

Pochi secondi prima del fischio finale, il sostituto Haokip, in sostituzione di Colado all’inizio del 12′, ha fatto la ciliegina sulla torta. Questa volta Bidyashagar ha fornito un assist perfetto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *