Skip to content

I produttori di chip sudcoreani presenteranno i dati sui semiconduttori agli Stati Uniti entro l’8 novembre – TechCrunch

Secondo una dichiarazione del Dipartimento del Tesoro rilasciata domenica, i produttori di chip sudcoreani si stanno preparando per un “deposito volontario” per consegnare alcuni dati interni agli Stati Uniti

Tuttavia, Samsung e SK Hynix non forniranno informazioni sensibili sul segreto commerciale quando invieranno i dati a Washington. ha detto Reuters. I media locali hanno anche riferito che i due più grandi produttori di chip di memoria al mondo sarebbero “parzialmente conformi”

Il 23 settembre, il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha chiesto ai semiconduttori e alle case automobilistiche globali di compilare “volontariamente” un questionario sulla catena di approvvigionamento per l’inventario dei chip, le vendite, gli ordini, le informazioni sui clienti e altro ancora. Devi inviarlo entro l’8 novembre.

“Abbiamo altri strumenti nella nostra cassetta degli attrezzi che richiedono loro di fornirci dati. Spero che non ci arriviamo. Ma se dobbiamo, lo faremo “, ha affermato il segretario al Commercio americano Gina Raimondo in un’intervista a Reuters a settembre .

Raimondo ha affermato che l’obiettivo della sua richiesta di informazioni volontaria è aumentare la trasparenza al fine di identificare i colli di bottiglia nella catena di approvvigionamento globale e prevedere le sfide in mezzo a una carenza globale di semiconduttori.

La carenza globale di chip ha danneggiato diversi settori, tra cui automobili, computer, telefoni ed elettrodomestici. Ad aprile, i manager globali della tecnologia e dell’automotive avevano un incontro alla Casa Bianca per discutere le soluzioni alla carenza globale di chip.

Le aziende di semiconduttori sembrano non avere altra scelta che conformarsi sotto pressione, secondo fonti del settore che volevano rimanere anonime.

Samsung Electronics e SK Hynix hanno discusso del problema della trasmissione dei dati con il governo sudcoreano, secondo la dichiarazione del ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il governo sudcoreano rafforzerà la partnership della catena di approvvigionamento di semiconduttori con gli Stati Uniti e continuerà una stretta comunicazione con la sua controparte statunitense dopo la scadenza dell’8 novembre, secondo una dichiarazione del Dipartimento del Tesoro sudcoreano.

A ottobre, Taiwan Semiconductor Manufacturing (TSMC), uno dei maggiori produttori di chip al mondo, ha annunciato di aver già inviato le sue risposte agli Stati Uniti senza fornire informazioni dettagliate sui clienti.

Samsung e SK Hynix non hanno risposto alle richieste di commento.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *