Skip to content

I legislatori cercano concorrenti 5G per Huawei

Mercoledì i legislatori hanno ascoltato i dirigenti delle principali società di telecomunicazioni mentre il Comitato per il commercio del Senato ha valutato le misure per impedire al gigante cinese Huawei di prendere piede nella emergente rete 5G degli Stati Uniti.

L’audizione sulla “sicurezza della catena di approvvigionamento 5G” ha visto la partecipazione di dirigenti di aziende tra cui Nokia ed Ericsson, che hanno pubblicizzato la loro tecnologia come un’alternativa praticabile e sicura e hanno offerto il loro sostegno alla legislazione per aiutare i fornitori di telecomunicazioni americani a sostituire le apparecchiature Huawei.

Washington ha affrontato la questione di come escludere Huawei, il più grande fornitore di apparecchiature 5G in tutto il mondo, mentre gli Stati Uniti iniziano un massiccio lancio del 5G. Le preoccupazioni derivano in gran parte da una legge sull’intelligence cinese del 2017 che richiede alle aziende e ai cittadini cinesi di assistere nel lavoro di intelligence statale, se richiesto.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Le aziende europee Nokia ed Ericsson sono spesso citate come i maggiori concorrenti per la produzione di apparecchiature 5G.

Jason Boswell, il capo della sicurezza per le soluzioni di prodotti di rete di Ericsson, ha testimoniato che Ericsson considerava i propri prodotti come “i migliori al mondo”. Ha sostenuto che se gli Stati Uniti decidessero di affidarsi a Ericsson per le apparecchiature 5G, la società non vedeva “restrizioni alla nostra capacità di soddisfare la domanda di produzione”.

Michael Murphy, chief technology officer di Nokia nella regione delle Americhe, ha osservato che mentre Huawei era un “formidabile avversario” a causa dei pesanti investimenti delle banche cinesi nella società e della sua quota di mercato, “non sentiva che siamo a un livello tecnico svantaggio di poter stare alla pari con Huawei.”

La preoccupazione per Huawei a Capitol Hill è stata una rara area di accordo bipartisan negli ultimi mesi e l’amministrazione Trump ha fatto del convincere le nazioni alleate a bandire la società dalle loro reti una priorità chiave. Ma trovare un sostituto per i prodotti Huawei è stata una sfida per Washington.

Sia Boswell che Murphy mercoledì hanno anche appoggiato il Secure and Trusted Communications Network Act, approvato dalla Camera a dicembre e approvato all’unanimità al Senato la scorsa settimana.

Vieterebbe l’uso di fondi federali per acquistare apparecchiature di telecomunicazione da società ritenute una minaccia per la sicurezza nazionale, come Huawei o la società cinese ZTE. Il disegno di legge creerebbe anche un programma da 1 miliardo di dollari per assistere i piccoli fornitori di telecomunicazioni, principalmente nelle aree rurali degli Stati Uniti, che dipendono fortemente dalle apparecchiature Huawei, fornendo loro finanziamenti per strappare le apparecchiature che rappresentano una minaccia e sostituirle con apparecchiature di “fornitori di fiducia”.

Presidente della Commissione Commercio del Senato Roger WickerRoger Frederick WickerDifesa notturna e sicurezza nazionale Un nuovo piano per trattare i marines “come esseri umani” I repubblicani stampano Milley sull’agenda militare progressista percepita Collins vota per 8.000 voti consecutivi al Senato ALTRO (R-Miss.) durante l’udienza ha detto che si aspettava Presidente TrumpDonald TrumpOn The Money Biden mette in guardia l’industria petrolifera The Memo: Gosar censurato, ma la cultura tossica cresce Il team MLB di Cleveland cambia ufficialmente nome in Guardians venerdì ALTRO per firmare presto il disegno di legge, mettendo una grossa ammaccatura negli affari di Huawei.

“Era una dichiarazione della Camera e del Senato nel suo insieme su base bipartisan, e mi aspetto che il presidente firmerà quella legge con una certa fanfara nei prossimi giorni”, ha detto Wicker.

Un portavoce della Casa Bianca non ha commentato la richiesta di The Hill per quando avverrà la firma.

Huawei mercoledì è tornata contro le affermazioni di Nokia ed Ericsson.

Il Chief Security Officer di Huawei USA Andy Purdy ha dichiarato a The Hill dopo l’udienza che “c’è davvero un solo fornitore di apparecchiature per telecomunicazioni per il 5G in tutto il mondo, e questo è Huawei”, aggiungendo che le affermazioni di Nokia ed Ericsson sul dominio del settore “non hanno un fondamento nei fatti».

“Perché la comunità non organizza pasticci pubblici, gare tra le tecnologie?” ha detto Purdy. “Incoraggio questo tipo di competizione”.

Purdy ha affermato che Huawei era “molto preoccupata” per i suoi clienti di telecomunicazioni negli Stati Uniti se Trump firmasse il Secure and Trusted Communications Network Act, che secondo lui stava “forzando il dolore” a quelle società.

“Ci vorrà più tempo e costerà più tempo e denaro di quanto i funzionari eletti riconoscano”, ha detto Purdy.

Don Morrissey, direttore degli affari congressuali di Huawei, ha dichiarato a The Hill che, sebbene Huawei non sia stata invitata a testimoniare all’udienza di mercoledì, “avrebbe voluto esserlo”. Morrissey ha notato che la società stava contattando i membri del comitato per sostenere la loro parte in “modo metodico”.

Durante l’udienza, Murphy di Nokia ha anche avvertito che i fornitori di telecomunicazioni potrebbero aver bisogno di tempi più lunghi per rimuovere le apparecchiature ritenute una minaccia dalle loro reti.

“Nokia può attestare che questi sforzi richiedono un’attenta pianificazione, sono specifici della rete e i tempi richiesti variano in modo significativo da progetto a progetto”, ha affermato Murphy.

I rappresentanti del settore hanno anche discusso di come la sostituzione delle apparecchiature nelle aree rurali, dove spesso operano aziende di telecomunicazioni più piccole che utilizzano apparecchiature Huawei e ZTE, potrebbe minacciare la connettività complessiva.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Steven Barry, presidente e amministratore delegato della Competitive Carriers Association, che rappresenta più di 100 società di telecomunicazioni, ha affermato che queste società più piccole “stanno essenzialmente tentando di ricostruire l’aereo durante il volo”.

“Per tutti i discorsi su rip and replace, i vettori devono effettivamente creare ed eseguire piani individuali che sostituiscono, e quindi rip, devono mantenere il servizio prima dello smantellamento”, ha testimoniato Barry. “Qualsiasi cosa in meno minaccia una perdita di connettività nell’America rurale, compreso l’accesso ai servizi di emergenza e di sicurezza pubblica”.

Ma i senatori hanno sottolineato che, indipendentemente dal costo e dalla tempistica, allontanarsi da Huawei era essenziale.

“Eliminare la minaccia rappresentata da questa attrezzatura è la massima priorità”, ha affermato il senatore. Maria CantwellMaria Elaine CantwellManchin pronta a fare o a rompere l’impegno di Biden sul clima I Democratici contrattano mentre l’accordo viene messo a fuoco I Democratici affermano di avere un percorso per affrontare le disposizioni climatiche nella fattura di spesa ALTRO (D-Wash.), ha dichiarato il massimo democratico della commissione per il commercio del Senato. “Non possiamo semplicemente guardare a questo problema, dobbiamo assicurarci di essere una voce forte in tutto il mondo per evitare backdoor governative a qualsiasi rete di sicurezza”.

Le agenzie federali statunitensi si sono concentrate su Huawei nell’ultimo anno, adottando misure per limitare l’attività dell’azienda.

Gli sforzi di Huawei per contrastare i problemi di sicurezza negli Stati Uniti sono stati in gran parte infruttuosi, ma il Regno Unito a gennaio ha deciso di consentire le apparecchiature dell’azienda nelle reti “periferiche” e vietarle dalle reti 5G più sicure. Giorni dopo, la Commissione europea ha annunciato che avrebbe consentito agli Stati membri dell’Unione europea di decidere da soli quali gruppi di telecomunicazioni “ad alto rischio” consentire nelle loro reti.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Queste decisioni hanno portato alla rabbia a Capitol Hill e all’interno dell’amministrazione Trump, con molti funzionari che hanno avvertito che la decisione del Regno Unito potrebbe mettere in pericolo la condivisione dell’intelligence con gli Stati Uniti

Queste preoccupazioni sono aumentate questa settimana nel corso di un acceso dibattito alla Camera dei Comuni britannica mercoledì sull’opportunità di lasciare valida la decisione Huawei del paese. Prima del dibattito, il leader della minoranza al Senato Charles SchumerChuck SchumerSchumer: Le riduzioni delle emissioni “non sono sufficienti” senza soddisfare gli standard di giustizia ambientale della Casa Bianca Il personale dell’ufficio personale dei senatori per ottenere il massimo permesso di sicurezza: rapporto (DN.Y.) ha guidato un gruppo di quasi due dozzine di senatori chiedendo ai membri del Parlamento britannico di “rivisitare” la decisione.

Mentre la commissione per il commercio del Senato ha tenuto la sua audizione mercoledì, un gruppo di repubblicani del Senato ha introdotto una legislazione progettata per contrattaccare il Regno Unito. Il nuovo disegno di legge richiederebbe alla commissione per gli investimenti esteri negli Stati Uniti di rivedere lo status di “lista bianca” della Gran Bretagna a causa della decisione del paese di non vietare completamente le apparecchiature Huawei.

Suo. Tom CottonTom Bryant CottonNon esageriamo nel regolamentare le acquisizioni di Big Tech Il governatore dell’Arkansas sostiene Sarah Huckabee Sanders per sostituirlo The Hill’s Morning Report – Presentato da Facebook – L’aumento dei prezzi ha indebolito l’agenda di Biden (R-Ark.), Lo sponsor principale del disegno di legge, ha dichiarato in una dichiarazione che “gli Stati Uniti apprezzano la loro relazione speciale con il Regno Unito, ma consentire a Huawei di accedere all’infrastruttura 5G britannica avrà conseguenze in diversi settori. In definitiva, proteggere i segreti commerciali statunitensi da il Partito Comunista Cinese è la nostra massima priorità”.

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *