Skip to content

Google rilascia Android 11 Developer Preview 1 per smartphone Pixel

Google di solito rilascia l’anteprima per sviluppatori della sua versione più recente del sistema operativo Android a marzo, ma quest’anno l’azienda lo fa un po’ prima. Ora ha rilasciato la prima anteprima per sviluppatori di Android 11 per telefoni Pixel.

Il prossimo Android 11 è ora disponibile come immagini di sistema per i dispositivi Google Pixel, a partire da Pixel 2 poiché al momento non è possibile installare questa anteprima per sviluppatori over-the-air (OTA). Significa che le immagini di sistema sono ora disponibili per Pixel 2, 2 XL, Pixel 3, 3 XL, 3a, 3a XL, Pixel 4 e 4 XL, nonché per l’emulatore Android.

Come indica il nome stesso della versione, non è pensata per gli utenti regolari, ma è invece un modo per gli sviluppatori di testare le loro applicazioni e ottenere un vantaggio nell’utilizzo delle funzionalità più recenti.

Dave Burke, Vice President of Engineering di Google, ha dichiarato: “Con Android 11 ci concentriamo sull’aiutare gli utenti a trarre vantaggio dalle ultime innovazioni, pur continuando a mantenere la privacy e la sicurezza una priorità assoluta”.

Aggiunge inoltre che l’azienda ha aggiunto numerose nuove funzionalità per aiutare gli utenti a gestire l’accesso a dati e file sensibili e ha anche rafforzato le aree critiche della piattaforma per mantenere il sistema operativo resiliente e sicuro.

La versione più recente del sistema operativo include diverse nuove funzionalità e funzionalità come miglioramenti per smartphone pieghevoli e 5G, API di screening delle chiamate, funzionalità per nuovi media e fotocamera, apprendimento automatico e altro ancora.

Oltre a rilasciarlo in precedenza, la società si discosta anche dalla consueta strategia di rilascio e invece di offrire direttamente la versione beta, inizia con Developer Preview 1 per gli utenti specifici dello sviluppo. Per quanto riguarda il rilascio pubblico, dovrebbe iniziare a essere lanciato dal terzo trimestre di quest’anno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *