Skip to content

Gillmor Gang: Lavori in corso

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=C1-H4NaxYs4?version=3&rel=1&showsearch=0&showinfo=1&iv_load_policy=1&fs=1&hl=en-US&autohide=2&wmode=transparent&w=640&h=360]

La maggior parte delle volte, gli amici e talvolta la mia famiglia mi incoraggiavano a raccontare storie sui miei giorni nei settori della commedia, della musica e della tecnologia. E per tutto il tempo ho esitato. Ma con la pandemia e l’imminente nascita del mio primo nipote, l’ho riconsiderato. Mia moglie

La seconda stagione di The Morning Show è arrivata su Apple TV+ quando il nostro abbonamento al servizio è passato da gratuito a 4,99 dollari al mese con un nuovo iPhone acquistato un anno fa. La prima stagione è andata abbastanza bene con il suo mix di baseball interno al business dei notiziari televisivi. I valori della produzione sono forti, e ricordano il modo in cui l’Ala Ovest ha trattato la politica delle autostrade di Washington. La trama di MeToo includeva le apparizioni di serie A di Jennifer Anniston, Reese Witherspoon, Steve Carell e un’intricata svolta di Billy Crudup. Non male per $ 4,99, ma anche con il calcio dormiente a sorpresa ha colpito Ted Lasso, appena sufficiente per rimanere a galla nella battaglia Netflix/Disney+ per la leadership dello streaming. E c’è il ruolo di Apple tra le sfide di competere con Google, Amazon, Microsoft e gli altri giganti della tecnologia.

Per me, Apple TV + è passata da un punto interrogativo a un must, proprio come la CNN quando ha debuttato nel 1980 e la HBO, nata dal nascente canale Z che abbiamo apprezzato in una casa di Malibu che David Sanborn ha affittato al stesso anno. Dave era arrivato in città per suonare su un disco della Pure Prairie League realizzato nello studio di registrazione Shangri-La della band su una collina che domina il Pacifico. Ero seduto alla League Beach House di Malibu per le vacanze quando Dave si è presentato inaspettatamente alla porta principale.

A questo punto conoscevo Sanborn dal 1973, quando ha recitato nella colonna sonora di Proctor del Firesign Theatre e nel film di Bergman TV Or Not TV. Avevo prodotto il disco TV Or Not TV e diretto una versione teatrale dello spettacolo durante un tour della costa occidentale che si è concluso con un’apparizione a un evento promozionale della Columbia Records a Los Angeles. Uno degli ospiti invitati era George Harrison, che ci ha salutato tre con lo slogan del primo album di Firesign: “Civilization Ho”.

Dopo la sessione della Pure Prairie League, Dave ha deciso di affittare un’altra casa in fondo alla strada a Broad Beach. La casa divenne rapidamente un luogo di ritrovo per personaggi come Gary Busey, Richard Manuel della band e il collaboratore di Sanborn Marcus Miller, che scrisse gran parte del materiale per i dischi di Dave. È arrivato in aereo da un tour con Miles Davis e ha inserito i nuovi brani in un PortaStudio e MiniMoog che avevo allestito in soggiorno. Alla fine, Sanborn mi ha invitato a trasferirmi dalla mia stanzetta nello Shangri-La alla casa sulla spiaggia. È qui che è entrato in gioco il canale Z.

Questo è stato il primo taglio sulla televisione premium. Ogni mese il canale Z trasmetteva diversi film che ruotavano durante la settimana e più volte al giorno. Apparso per la prima volta su una stazione televisiva locale di Tulsa con scene di film di serie B con protagonista Gaillard Sartain, Busey è stato un genio gelido nell’abbattere tutto ciò che era in TV. E Z Channel lo ha trasformato in un rituale intenso, con la visione ripetuta di film come 1942 di Spielberg che assumevano un tono così esilarante che l’unico modo per sfuggire allo stile comico di Busey era lasciare l’edificio ridendo. Per l’osservatore casuale, nessuno dei quali esisteva, questo indicava un nuovo cambio di paradigma quando l’improvvisazione ha colpito il sistema delle finestre di Hollywood e ha prodotto la HBO.

Lo streaming TV è nato dalla HBO poiché produzioni originali come I Soprano e Il Trono di Spade hanno portato al modello di produzione binge che ha portato Netflix in cima alle classifiche. Negli ultimi anni, questo tsunami di ristrutturazione economica ha portato alla disaggregazione delle reti televisive e al riallineamento della produzione in studio per soddisfare le incessanti richieste di streaming e abbonamento. La pay TV è diventata pay media, i dati sono diventati la moneta da competizione dell’impero. E la pandemia ha prescritto i principi base di una nuova economia che ancora facciamo fatica a capire, anche se la votiamo con i nostri piedi e con i nostri comportamenti.

Dopo 15 mesi a casa, abbiamo finalmente sfruttato l’inizio dell’estate per guidare fino al nostro bungalow nella Carolina del Sud. I nostri figli sono nati e cresciuti lì fino a quando non ci siamo trasferiti nella Bay Area quando l’editoria tecnologica si è riallineata e la bolla della valle è scoppiata. Il software è diventato un servizio e il mobile è diventata la piattaforma dominante. Blog e podcast si sono trasformati in streaming e social con i recenti investimenti nell’economia dei creatori: newsletter e audio dal vivo.

Questi sforzi non sono passati inosservati ai restanti giganti dei media. Gli anni di investimento di Substack nel dimostrare una base di abbonamento per scrittori e influencer hanno ottenuto una combinazione di sì, è possibile e no, è molto difficile da scalare. Tra i professionisti, Kara Swisher è una delle principali collaboratrici, portando la sua newsletter dietro il paywall del New York Times e rafforzando Twitter Spaces con un frequente spettacolo audio dal vivo. Il fatto che non riesci a trovare questi programmi con il senno di poi potrebbe essere risolto da una funzione di registrazione/riproduzione su cui Twitter sta lavorando. Una volta che non riesci a distinguere l’audio dal vivo da un podcast, il passaggio successivo è non distinguere i podcast dai programmi di streaming. Questo sviluppo è alla base degli sforzi di Rachel Maddow per diffondere le proprietà dei suoi programmi pubblicitari giornalieri e podcast. Ci va anche Jim Cramer della CNBC, come ho notato in questo numero della banda:

Jim Cramer, il favoloso analista e il tizio di Mad Money [adds Brent Leary]. Ha firmato un nuovo contratto. È un po’ come Rachel Maddow 2.0 o 3.0. Sta facendo qualcosa chiamato CNBC Investor Club ed è fondamentalmente coinvolto nell’economia dei creatori. Questi tipi di editor multimediali su fotocamera si stanno lentamente occupando della creazione di prodotti.

Frank Radice:

Non si butta in niente del genere a meno che non veda una vera opportunità per fare soldi. Pensa a cosa stava facendo anche prima di andare su CNBC. E non è un uomo stupido. Penso che sia molto interessante che sarà in grado di rendere pubbliche le sue opinioni sulla CNBC e probabilmente sulle sue nuove iniziative purché finiscano per ribattere e dire che questa non è un’opinione della CNBC, è solo l’opinione di Jim Cramer.

Brent Leary scherza sul fatto che Cramer si sia tuffato nel pool del 30% che la causa Epic rilascia per i nuovi membri del club, ma qualunque sia la mossa, sembra che stiamo passando dal cavo (CNN) alla PayTV (Z-Kanal) per essere abbonamento + economia. Ciò che Netflix ha falsificato e ciò che Amazon, Disney, Hulu, HBO Max e Paramount + hanno cacciato è stato testato da Apple TV + di tutti i luoghi. Apple sta facendo qualcosa di diverso questa volta e sta tagliando il suo dispositivo AppleTV con dongle di streaming come Amazon Firestick e accordi di piattaforma con pesi massimi SmartTV come Roku. L’hardware AppleTV è di prima classe, ma non esclusivo in termini di prezzo. Il clou è che AppleTV + ha un prezzo d’occasione, ma è una versione esclusiva.

Hanno bloccato HBO come un servizio via cavo premium integrato in HBO Max che respinge la finestra del cinema che scompare. La pura strategia originale di Apple sembrava superata dal volume di gioco di Netflix, ma la pandemia ha bloccato la produzione a tal punto che è stato necessario acquisire originali dall’Europa e dalla Scandinavia per mantenere aperto il gasdotto. I blockbuster di successo come The Crown e le cosiddette serie in edizione limitata come The Queen’s Gambit sono uscite dal playbook della HBO, ma erano pochi e rari per gli spettatori notturni che lottavano per tenere il passo con i sottotitoli e il doppiaggio mediocre.

Invece, siamo nell’equazione AppleTV +. Utilizzando lo stesso mix metodico e implacabile di hardware e software che Apple utilizza per dominare i margini mobili, AppleTV + sta aggiungendo un prodotto alla piattaforma che mira a spazzare via i mercati delle trasmissioni lineari. Per la prima volta, gli Emmy non sono stati tanto dominati dagli streamer quanto i programmi TV in rete sono stati infestati dalle nomination. Per lungo tempo un bastione per la commedia, la CBS ha mandato in onda gli Emmy senza una sola nomination e ha invece puntato i riflettori su Hacks, un divertente originale HBO Max realizzato non per il cavo ma direttamente per lo streaming. Non siamo più in Kansas.

Ovunque siamo, diamo un’occhiata a Ted Lasso, The Morning Show e Science Fiction Foundation. Non abbastanza per colmare il vuoto lasciato dal crollo della rete e della televisione via cavo, ma più che un presagio di futuro. Quando la CNN ha debuttato, la gente si chiedeva perché qualcuno guardasse le notizie 24 ore al giorno. Ora se lo stanno chiedendo di nuovo, con il pulsante muto 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e le notifiche che ti dicono cosa sta tremando. La produzione si sta spostando dagli schermi verdi agli schermi LED interattivi che mettono gli attori in uno sfondo che possono vedere durante le loro esibizioni. Questo non è più il caso dei progetti considerati non filmati. Blackberry, ti presento l’iPhone.

AppleTV + ha l’aura di una rete di trasmissione lineare condita con una piattaforma tecnologica. Il programma di rilascio di hardware e software sovrapposto di Apple si sta spostando tra innovazioni incentrate sul cliente e a corto raggio come i progressi della fotocamera dell’iPhone 13 di quest’anno e sforzi di vasta portata per passare da dati di terze parti e tracciamento degli utenti a un record transazionale di prima parte. La capacità del nuovo telefono di utilizzare la mappatura aggiuntiva per eseguire la messa a fuoco professionale del rack durante e dopo lo scatto è promettente per un numero sempre maggiore di funzionalità che si spostano nella manipolazione del software su hardware di sistema più potente. AppleTV + sfrutta il divario nel mercato tra lo streaming e la trasmissione tradizionale e via cavo per creare lo stesso mix di qualità e fedeltà all’innovazione nei suoi prodotti fisici.

l’ultima newsletter di Gillmor Gang

__________________

The Gillmor Gang – Frank Radice, Michael Markman, Keith Teare, Denis Pombriant, Brent Leary e Steve Gillmor. Registrato dal vivo venerdì 27 agosto 2021.

Prodotto e diretto da Tina Chase Gillmor @tinagillmor

@fradice, @mickeleh, @denispombriant, @kteare, @brentleary, @stevegillmor, @gillmorgang

Iscriviti alla nuova newsletter di Gillmor Gang e unisciti al Backchannel qui su Telegram.

The Gillmor Gang su Facebook … e qui la nostra sorella mostra G3 su Facebook.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *