Skip to content

È Joe Manchin contro i progressisti sulle infrastrutture

Castigare il moderato Sen. Joe ManchinJoe ManchinSchumer e McConnell parlano del tetto del debito On The Money Biden mette in guardia l’industria petrolifera Trump dà a McConnell un ultimatum pieno di insulti sull’agenda di Biden ALTRO (DW.V.) sulla sua posizione sulle infrastrutture è ora una cartina di tornasole liberale. I sostenitori dell’istruzione sono giustamente indignati per le condizioni decrepite delle infrastrutture della scuola pubblica. Ma invece di criticarlo, potrebbero voler apprendere una dura verità dal senatore, che sa come usare il suo unico voto per proteggere i suoi elettori. Il caso dell’infrastruttura della scuola pubblica è chiaro, ma ciò che non lo è è se i legislatori progressisti siano disposti a combattere come Joe.

Nel 1954, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha emesso la sua decisione storica sulle infrastrutture. I giudici hanno riscontrato che, a differenza di aeroporti, muri di confine, ponti, autostrade interstatali, strade principali, ferrovie, tunnel, ecc., le infrastrutture scolastiche pubbliche sono coperte dalla tutela della parità di diritti nel 14themendamento alla Costituzione.

Il famoso 1954Brown contro Board of Education di Topekadecisione,e ilMarrone IIla sentenza di follow-up un anno dopo, ha comportato appelli di diversi casi, non solo dell’azione titolata. Un caso dimenticato è venuto da Presidente BidenJoe BidenFlorida I repubblicani votano per limitare i mandati di vaccinazione Il disegno di legge in onore di 13 membri del servizio uccisi in Afghanistan va alla scrivania di Biden Difesa notturna e sicurezza nazionale Presentato da Boeing Il Pentagono giura maggiore trasparenza sugli attacchi aerei ALTROstato di origine. I querelanti erano studenti neri delle scuole pubbliche. L’alta corte del Delaware aveva stabilito che la parità dei diritti all’istruzione poteva essere violata a causa delle decrepite condizioni delle strutture scolastiche. La Suprema Corte ha acconsentito.Marrone IIin particolare, le decrepite strutture scolastiche pubbliche potrebbero da sole negare il diritto a pari opportunità educative indipendentemente da qualsiasi altra spesa educativa.

ANNUNCIO

Purtroppo, l’aspetto infrastrutturale diMarrone IIè svanito dalla discussione contemporanea. Quarant’anni dopo, il famoso presidente Clinton disse al Congresso: “Non possiamo aspettarci che i nostri figli crescano da soli in scuole che stanno letteralmente cadendo”. Una generazione dopo, l’età e le disfunzioni decrepite della struttura scolastica media sono peggiori.

“L’istruzione è il grande equalizzatore”, dichiarò il dottor Martin Luther King Jr. Ma nel 1956, il presidente repubblicano Dwight Eisenhower e un Congresso democratico erano interessati solo ad approvare il Federal Highway Act che prometteva “41.000 miglia di autostrade interstatali”. Il governo federale pagherebbe il 90 per cento del costo.

Oggi ci sono più di 41.000 strutture scolastiche obsolete che necessitano di una ristrutturazione completa o quasi completa. Come suggerisce la Piattaforma democratica 2020, strutture fatiscenti si trovano in modo sproporzionato nei quartieri urbani minoritari e nelle contee rurali bianche.

I sostenitori delle infrastrutture del Congresso promettono di “modernizzare 20.000 miglia di autostrade”, “riparare i peggiori 10.000 ponti più piccoli” e sovvenzionare “500.000 stazioni di veicoli elettrici”, tra gli altri obiettivi numerici specificati. Fanno riferimento a “100 miliardi di dollari per aggiornare e costruire nuove scuole pubbliche”, ma evitano espressamente qualsiasi pretesa di rinnovare completamente un numero specifico di strutture scolastiche decrepite. Come mai?

Circa 20 milioni di bambini in età scolare frequentano le strutture scolastiche più decrepite e disfunzionali. Dividendo questo numero in $ 100 miliardi si ottengono $ 5.000 per bambino per le infrastrutture, supponendo che nessun denaro vada alle scuole che servono gli altri 30 milioni.

Ci sono circa 10.000 minatori di carbone del West Virginia e 33.000 a livello nazionale. I democratici puntano a “38 miliardi di dollari al settore del carbone” per ottenere una rete infrastrutturale più ecologica. Ciò equivale a 1,1 milioni di dollari per minatore di carbone.

I sacrifici dei minatori di carbone hanno alimentato la nostra rivoluzione industriale. Si sono offerti volontari per salvare la democrazia dalla minaccia nazista. La maggior parte dei 38 miliardi di dollari, ovviamente, non andrà a loro. Ma Joe Manchin sta almeno giocando duro per aiutare i suoi 10.000 elettori a ottenere una formazione professionale e una transizione verso un’occupazione non basata sull’economia del carbone.

Prendi Richmond, Virginia. L’ammodernamento di una scuola elementare costa 20 milioni di dollari, 40 milioni di dollari per una scuola media. Una scuola superiore di recente costruzione è costata oltre 100 milioni di dollari. In una recente colonna, l’editorialista Nicholas Kristoff scrive che ci sono voluti solo $ 530.000 in dollari attuali per fornire alla sua città natale una scuola superiore necessaria durante la Grande Depressione. Non basterebbe oggi per rinnovare la palestra nella maggior parte delle scuole.

Dopo decenni di promesse infrante sulle infrastrutture scolastiche, potrebbe essere necessario un hardball in stile Manchin 2021, non la nostalgia del New Deal. Immagina cosa potrebbe fare Manchin se avesse 20 milioni di minatori di carbone come leva?

Il caso del West Virginia mette in evidenza una verità politica più duratura: non è la taglia del cane nella lotta che conta, ma piuttosto la dimensione della lotta nel cane.

Paul Goldman, ex presidente del Partito Democratico della Virginia, è un avvocato di Richmond, in Virginia. Mark J.Rozellis decano della Schar School of Policy and Government presso la George Mason University e coautore (con Clyde Wilcox) di “Federalism: A Very Short Introduction” (Oxford University Press, 2019).

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *