Skip to content

Domande e risposte: Shaleh Jati sulla creazione della prima steakhouse Picanha di Singapore

Probabilmente hai avuto tagli di manzo come filetto, petto, costata e persino fianco, ma Picanha? Pochi ne hanno sentito parlare.

Shaleh Jati, fondatore di Picanhas di nuova apertura, di proprietà musulmana, spiega: “Bistecca di scamone, indicato anche come groppone, è un taglio diffuso in Brasile e nella regione sudamericana. È noto per la sua caratteristica striscia di grasso, simile a un controfiletto. Come taglio secondario, contiene molti sapori ed è più robusto”.

Il nostro interesse è stato suscitato. Perché servire un taglio che non è popolare? I commensali non preferirebbero la familiarità a qualcosa di nuovo? Cos’è esattamente che Picanhas sta cercando di commercializzare?

Ci siamo seduti con Shaleh per parlare di questo particolare taglio di carne (se non si può dire dal nome, è l’unico taglio di manzo che servono nello stabilimento), nonché delle sfide che ha dovuto affrontare aprendo un ristorante nel pandemia.

Condividi con noi un po’ del tuo background.

Lavoro nel settore da 25 anni e non vedo l’ora che arrivino i prossimi 25 anni con i Picanhas. Detto questo, non mi piace parlare di me. Parliamo del cibo, dei cocktail analcolici e delle persone dietro le quinte.

Di cosa tratta Picanhas?

Potrebbe sembrare semplice, ma accendiamo le bistecche per le persone. “Steaks for the people” è il nostro slogan che potresti vedere molto nel nostro piccolo ristorante e sui social media. Picanhas’ consiste nel dare la migliore versione di noi stessi attraverso i piatti e le bevande; l’atmosfera; l’amicizia. Si tratta di prenderci cura non solo dei nostri clienti ma anche del nostro personale, chiunque entri attraverso le porte di Picanhas. Riguarda le persone e riguarderà sempre le persone.

Quali sono le sfide quando si tratta di preparare questo specifico taglio di carne?

La sfida che abbiamo affrontato lavorando con questo taglio di carne è renderla tenera, riducendo la striscia di grasso per massimizzare il sapore della carne. L’intero processo può essere piuttosto noioso e il team ha trascorso molti mesi di ricerca e sviluppo per farlo bene ed essere finalmente soddisfatto del risultato.

Ragazzi, avete un interessante mix di cocktail analcolici, potreste dirci qualcosa di più a riguardo?

I mocktail sono ideati dal nostro barman, David Kit (formalmente di Nutmeg and Clove). Volevamo creare un’esperienza con le nostre bevande analcoliche guidate da un inaspettato tocco di ingredienti. Questi mocktail sono preparati con la stessa cura e attenzione di un cocktail.

In effetti, quando abbiamo lanciato, avevamo dei clienti che chiedevano se potevano acquistarli in bottiglia. Abbiamo ricevuto una discreta dimostrazione di interesse perché volevano portare a casa i mocktail e presentarli ai loro vivace gli amici.

Avviare un ristorante durante una pandemia è un grosso rischio, perché adesso?

Questa è un’ottima domanda. Non esiste davvero un momento “giusto” per avviare un’impresa. Credo che si tratti di avere le persone giuste intorno a te e di avere la visione condivisa di creare un prodotto che rifletta la migliore versione di noi stessi. Potrebbe essere una pandemia oggi e qualcos’altro domani.

Finché manteniamo un ambiente sicuro e accogliente che offre un prodotto di alta qualità, penso che ci sia un’opportunità per creare longevità. La richiesta per le nostre bistecche era davvero incoraggiante quando abbiamo iniziato a consegnare. Pandemia o no, le persone apprezzano ancora un buon pasto ed è nella natura umana volersi connettere con gli altri. Speriamo di poterne far parte per molto tempo.

Quali sono stati alcuni degli aspetti più difficili dell’apertura di un negozio in questo periodo?

In primo luogo, le incertezze della pandemia sfuggono al nostro controllo a tempo indeterminato. Il processo di ricerca e sviluppo è stato probabilmente l’aspetto più difficile poiché volevamo che il nostro prodotto rappresentasse la migliore versione di noi stessi. Scusate. Dico spesso “la migliore versione di noi stessi” perché da quando abbiamo aperto con tutte le prenotazioni e insieme allo stress di lanciare un ristorante, è tutto ciò che mi sono ripetuto in testa: dobbiamo essere la migliore versione di noi stessi – sempre.

Abbiamo sentito che la maggior parte della squadra proveniva da Feather Blade, potresti espandere un po’ di più su questo?

Sì, la maggior parte di loro proveniva da Feather Blade. Sono rimasti senza lavoro dopo che il ristorante ha deciso di chiudere. Invece di trovare nuovo personale, e dato che ci ho lavorato prima, ho deciso di assumerli tutti.

Forse questa è l’equazione. Per offrire “bistecche alle persone”, dobbiamo sforzarci continuamente di essere la “versione migliore di noi stessi”. C’è sicuramente spazio per migliorare, ma vogliamo solo restituire alla community la migliore versione di noi stessi. Oh, l’ho fatto di nuovo.

La scena gastronomica intorno all’area di Ann Siang/Club Street è piuttosto satura, quali diresti siano alcune delle caratteristiche più distintive che Picanhas ha rispetto ad altre steakhouse informali?

Per noi, si tratta dell’intera esperienza culinaria: dal momento in cui entri per ordinare il cibo, assaporando i piatti, godendoti il ​​tuo tempo e andando via non solo con lo stomaco pieno ma anche con il cuore pieno. Intendiamo sul serio quando diciamo “bistecche per la gente”. È fondamentale per tutto ciò che facciamo.

Per ulteriori informazioni su Picanhas, visita il loro sito web qui o vai alle loro pagine sui social media qui e qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *