Skip to content

Come capire se qualcuno ha spiato il tuo telefono mentre dormivi

Hai mai avuto quella sensazione che qualcuno sappia un po’ pure tanto? Succede che ricevi un annuncio per qualcosa che hai menzionato passando a un amico. “Come”, potresti chiederti, “Google sapeva che volevo fare un viaggio nel Montana?”

A volte quella sensazione inquietante è più vicina a casa. Forse il tuo coniuge o coinquilino sembra troppo preso di mira e dei tuoi andirivieni.

Quello che un ficcanaso potrebbe non rendersi conto è che il loro spionaggio lascerà alcune briciole di pane tecnologico. Abbiamo un paio di modi intelligenti per capire se qualcuno ha frugato tra i tuoi dispositivi.

Passaggio 1: controlla il rapporto sul tempo di utilizzo

La maggior parte degli smartphone ha un modo integrato per vedere quanto spesso utilizzi ciascuna app, quanto tempo di utilizzo stai accumulando in tutto e forse anche quante volte al giorno sblocchi il telefono. Sono molte informazioni e questo è un buon punto di partenza se sospetti che qualcuno stia guardando attraverso il tuo telefono.

Dai un’occhiata al tuo rapporto e tieni d’occhio qualsiasi cosa strana. Se non eri al telefono alle 2 del mattino, ma il rapporto sul tempo di utilizzo mostra che stavi utilizzando Facebook, è logico che si trattasse di qualcun altro. È un processo semplice da controllare su iPhone o Android.

Per iPhone

Puoi visualizzare il riepilogo delle tue attività in Impostazioni > Tempo sullo schermo > Vedi tutte le attività. Verrà visualizzato un riepilogo dell’utilizzo del dispositivo per il giorno corrente o l’ultima settimana. Più è specifico, meglio è.

Per Android

Le impostazioni variano in base alla marca e al modello del telefono. Puoi iniziare da qui:

Innanzitutto, assicurati di avere le funzionalità di Benessere digitale (incluso il tempo di utilizzo) abilitate. Per farlo, apri Impostazioni > Benessere digitale e controllo parentale. Sotto I tuoi strumenti per il benessere digitale, scegli Mostra i tuoi dati.

Per controllare quanto tempo hai trascorso in un’app, apri Impostazioni > Benessere digitale e controllo parentale. Dovresti vedere un grafico che mostra quali app hai avuto sullo schermo e per quanto tempo ciascuna è stata aperta.

Se questi passaggi non funzionano, esegui una rapida ricerca per “rapporto tempo di utilizzo” e il modello del tuo telefono.

Passaggio 2: controlla le app a cui hai effettuato l’accesso di recente

Se qualcuno mette le mani sul tuo telefono, ci sono buone probabilità che aprano app per vedere chi stai messaggiando o cosa stai guardando. Se sei fortunato, non si renderanno conto che devono tornare indietro e coprire le loro tracce in seguito.

Su iPhone, c’è un carosello di app che ti mostra a quali app hai effettuato l’accesso di recente. Su un iPhone più recente con Face ID, puoi accedervi scorrendo verso l’alto dal bordo inferiore del telefono e fermandoti al centro dello schermo. Se la tua casa ha un pulsante home, premilo due volte.

Il carosello mostra le app in ordine cronologico, in base a quando sono state utilizzate più di recente. Se sai che stavi giocando l’ultima volta che hai aperto il telefono e l’app più recente è Facebook, qualcosa sta succedendo.

Ancora una volta, i passaggi per Android dipendono dal modello che stai utilizzando. Un buon punto di partenza è scorrere verso l’alto dalla parte inferiore dello schermo verso l’alto. Dovresti ottenere un elenco di tutte le tue app aperte di recente.

Passaggio 3: controlla la cronologia del browser

Infine, vai nel tuo browser web preferito. Esamina le schede per vedere se quelle che hai aperto in precedenza sono state chiuse o se ci sono nuove schede aperte per i siti che non ricordi di aver visitato. Se utilizzi Google Chrome, puoi eseguire ricerche nella cronologia web anche da un altro dispositivo. Anche se le informazioni locali sono state cancellate, la tua cronologia potrebbe essere registrata altrove.

Tocca o fai clic qui per i passaggi per controllare (ed eliminare) tutto ciò che hai cercato su Google.

Come puoi bloccare le cose?

Un coniuge, un coinquilino o un amico non possono curiosare sul tuo telefono se non c’è l’opportunità di farlo. Ecco un paio di semplici precauzioni che puoi prendere.

Bloccalo Proprio come con il tuo computer, devi impostare una password. Puoi scegliere di utilizzare un passcode, un’impronta digitale, una sequenza o un Face ID. La chiave è usarli effettivamente per proteggersi da occhi indiscreti. Touch e Face ID sono ottimi modi per aumentare la sicurezza, poiché non possono essere indovinati. Sono anche facili da usare, quindi non ti sentirai bloccato a inserire un codice tutto il giorno.

Nascondi le tue notifiche Le notifiche sono allettanti da leggere e possono rivelare molto. Puoi nasconderli dalla schermata di blocco.

Per Android

Vai a Impostazioni e apri Notifiche. Toccare il icona a forma di ingranaggio e seleziona “Nella schermata di blocco”. Questo ti dà la possibilità di non mostrare alcuna notifica, mostrare tutte le notifiche o nascondere solo le notifiche sensibili.

Per iPhone

Aprire Impostazioni e tocca Notifiche. Selezionare Mostra anteprime, e puoi scegliere di mostrarli sempre, solo quando il telefono è sbloccato o mai più.

Di più:

Ricevi gli ultimi aggiornamenti tecnologici e le ultime notizie in movimento, direttamente sul tuo telefono, con l’app Komando.com, disponibile nell’Apple Store e nel Google Play Store.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *