Skip to content

“Calmtainment” sarà una delle tendenze più importanti del 2021

In reazione allo scorrimento iperattivo sui social network, al predominio di film violenti e serie dal ritmo ultra veloce, sta emergendo una nuova tendenza che sposa un’alternativa: il “calmatismo”.

Questo si riferisce a un nuovo tipo di video che calma e guida gli spettatori verso la pace interiore. E sta cominciando a girare ovunque.

Dì addio ai blockbuster e ai contenuti ricchi di azione in stile James Bond. L’ultima tendenza quando si tratta di contenuti TV è per la calma. Per “calmarsi” per essere più precisi. All’incrocio tra “calma” e “intrattenimento”, questa tendenza è stata identificata come una delle 100 tendenze che definiranno il 2021 dall’agenzia Wunderman Thompson nel suo rapporto annuale, The Future 100.

Le piattaforme di intrattenimento stanno trasportando gli spettatori in un mondo di calma, indica il rapporto, “incoraggiando la consapevolezza e la cura di sé in un periodo turbolento”. La tendenza include “Headspace Guide to Meditation” di Netflix, una serie animata pubblicata il 1 gennaio 2021. Gli otto episodi propongono meditazioni guidate e tecniche di apprendimento della consapevolezza per gestire al meglio le proprie emozioni.

Un viaggio nella mente

Si possono quindi apprendere le basi della meditazione, partendo dalla respirazione. Andy Puddicombe spiega nei suoi toni evocativi di ninne nanne, che quando inspiriamo, dovremmo sentire i nostri polmoni riempirsi d’aria, e quando espiriamo, il corpo rilascia la tensione ei nostri muscoli si rilassano. Il 48enne è il creatore dell’applicazione headspace che ha ispirato la serie. I 60 milioni di download in 190 paesi testimoniano l’appetito per il benessere mentale.

In un’intervista a L’Echo, Andy Puddicombe spiega il successo dell’applicazione e l’attuale ricerca tra molti di calma e pace in base a diversi fattori. “In passato, quando volevi imparare a meditare, dovevi cercare un centro di meditazione. … Meditare tramite il tuo smartphone è diventato un nuovo modo di vedere le cose”, spiega il creatore. Aggiunge che, paradossalmente, i social network hanno aperto una nuova porta alle pratiche meditative. La testimonianza di molti atleti, artisti e imprenditori che hanno aderito alla pratica ha liberato la meditazione dalla sua immagine esoterica.

Da nicchia a mainstream

L’interesse per i video di meditazione non è nuovo. Molte di queste categorie esistono da molti anni su Facebook e YouTube. Nel frattempo il movimento ASMR, “Autonomous Sensory Meridian Response” aveva già sedotto milioni di follower sui social network. In questi video, il protagonista sussurra, mastica o picchietta per fornire una sensazione di relax e formicolio cerebrale. Molte persone stanno abbracciando questi suoni per aiutarli a rilassarsi o ad addormentarsi.

Altre tendenze di relax, più di nicchia, abbondano sul web come il “stranamente soddisfacente”. In questi video puoi frantumare la pasta, fare ceramiche, fare la glassa per torte o persino pulire a fondo. Quasi tutto può funzionare, purché entri in uno stato quasi ipnotico.

Se l’intero mondo della meditazione ti affascina, tieni presente che Netflix rilascerà presto “Headspace Guide to Sleep”.

Questo articolo è stato pubblicato tramite AFP Relaxnews (Eroe e immagine in primo piano di Max van den Oetelaar su Unsplash)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *