Skip to content

Calcio a forchetta e coltello, ‘Chuni Goswami’ per tutta la vita

La leggenda di Chuni Goswami, come spesso accade per questi fedeli, va oltre le sue imprese sul campo di calcio. Aloke Das, un ex calciatore indiano, lo garantisce.

Correva l’anno 1993, Mohun Bagan voleva un difensore centrale e Goswami suggerì il nome di Aloke.

Aloke, scelto da Goswami per la Tata Football Academy (TFA) dopo averlo visto giocare per il Bengala durante le Nazionali sub-junior del 1986, era ormai un difensore senior dell’India.

“Sajal (Gaju) Basu, per volere di Chuni Sir, era venuto a Jamshepdur per convincermi a lasciare il lavoro a Tata. Alcuni giorni dopo ho lasciato il lavoro e sono partito per Calcutta per firmare un contratto con Mohun Bagan.

“Dal momento che Sir desiderava che giocassi per Bagan, è stato come un comando per me. Gajuda stavo aspettando alla stazione di Howrah, ma a Dasnagar i funzionari del Bengala orientale mi hanno “rapito”. Chuni Sir era molto sconvolto e chiamò l’allora uomo principale del Bengala orientale, Dipak (Paltu) Das. Fu solo dopo Paltuda gli ha dato la sua parola che avrei giocato per Bagan la prossima stagione (1994) che Chuni Sir ha ceduto”, ha detto un nostalgico Aloke Il Telegrafo venerdì, ricordando il suo mentore e guida.

La TFA con sede a Jamshedpur è stata la prima del suo genere in India e ha iniziato ad operare nel 1987.

Goswami è stato con l’Accademia dal 1986 al 1990 come direttore e Aloke, insieme a una serie di giocatori che in seguito hanno giocato per la squadra nazionale, ha formato il primo gruppo.

“Ci ha preparato come usare forchetta e coltello, come fare il nodo alla cravatta, come allacciare le cinture di sicurezza sui voli… Chuni Sir ci ha mostrato tutto in dettaglio. Ricordo un incidente. Quando dovevamo viaggiare all’estero per la prima volta, i dirigenti della toelettatura erano venuti al TFA per insegnarci alcune etichette. Eravamo riluttanti, ma Chuni Sir era fermamente convinto che lo prendessimo sul serio”, ha detto Aloke.

L’amore di Goswami per il jogging è un’altra cosa che Aloke ricorderà sempre.

“Qualunque cosa accada, Chuni Sir non saltava mai il suo jogging mattutino. Ci esercitavamo sotto (Mohammed) Habib Sir e Chuni Sir faceva jogging insieme. Ogni giorno 45 minuti di jogging. Mi diceva che il jogging era come un elisir per lui”, disse Aloke.

Ranjan Choudhury, che ha lavorato con Goswami per due anni in TFA fino al 1990, ha detto: “Diceva che il calcio senza istruzione è zero. Ed è per questo che la TFA si è assicurata che gli studi dei rioni non venissero ostacolati. Ha aperto la strada al calcio come un medio per l’istruzione. Durante le lezioni di tecnica, diceva sempre ai ragazzi di non trascurare gli studi. Per me, venendo dall’Università dello sport di Colonia, è stata un’esperienza di vita lavorare con una leggenda come Goswami”, Choudhury, che ha lasciato come tecnico direttore di TFA nel 2010, ha detto.

Aloke ha detto che l’ultima volta che ha incontrato il suo “signore” è stato nel 2019. “La nostra banca (SBI) stava organizzando un torneo e io ero andato a casa sua per fare un invito. Si è preso del tempo per riconoscermi, ma una volta ha chiesto se faccio jogging. “Sei ingrassato. Prenditi cura della tua salute”, ha detto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *