Skip to content

BrainCheck raccoglie altri $ 10 milioni per rilevare e gestire il deterioramento cognitivo – TechCrunch

BrainCheck, un’azienda con sede a Houston e Austin che sviluppa software per la salute cognitiva per aiutare i medici a identificare e gestire questo tipo di cure, ha raccolto $ 10 milioni in finanziamenti di serie B per aumentare le sue capacità di ricerca e sviluppo ed espandere le capacità di go-to-market mentre lavora su nuovi soluzioni digitali terapeutiche per l’Alzheimer e le demenze correlate.

Il gruppo era guidato da Next Coast Ventures e S3 Ventures, insieme a Nueterra Capital, Tensility Ventures e True Wealth Ventures. Anche UPMC Enterprises e SelectQuote si sono uniti come investitori strategici. L’ultimo finanziamento porta alla società un finanziamento totale di circa $ 21

La tecnologia di BrainCheck funge da ponte tra i pazienti e il numero limitato di neurologi, circa 12.000, negli Stati Uniti attraverso test da 10 a 15 minuti che possono essere eseguiti di persona o da remoto (tramite smartphone, tablet o computer) la funzione cognitiva riconosciuto prima e con maggiore precisione.

Sulla base del test, ai pazienti viene assegnato un quoziente cognitivo (CQ) che viene quindi utilizzato per creare un piano di assistenza cognitiva personalizzato in pochi minuti. Oltre 400 ambulatori di neurologia, cure primarie e geriatria stanno attualmente utilizzando la tecnologia, compresi i medici del Monte Sinai che la stanno utilizzando per monitorare e curare il deterioramento cognitivo derivante da COVID-19.

La pandemia ha cambiato tutto nell’ecosistema sanitario, ha detto a TechCrunch via e-mail Yael Katz, PhD, co-fondatore e CEO di BrainCheck.

La società ha sempre avuto in mente di alzare un altro round due anni dopo la Serie A, ma Katz ha detto che la pandemia globale ha dato loro una pausa per vedere come ciò avrebbe influenzato quella decisione. Tuttavia, dal momento che il COVID ha fatto luce su come le persone percepiscono l’assistenza sanitaria e sono più a loro agio con l’assistenza a distanza, hanno visto un’opportunità per andare avanti.

Il nuovo finanziamento consentirà all’azienda di espandere ulteriormente il proprio team e investire in ricerca e sviluppo. Diverse nuove iniziative sono già in lavorazione per chiudere il cerchio con il viaggio del paziente, che sta per essere lanciato, ha aggiunto.

L’anno scorso, BrainCheck ha registrato una crescita delle vendite triplicata rispetto all’anno precedente e Katz prevede lo stesso sviluppo per il prossimo anno. Con la Serie B l’obiettivo rimane lo stesso di due anni fa: doppia crescita.

“Dal passaggio al telelavoro e a una maggiore priorità sulla salute mentale, all’investimento nella medicina preventiva e all’aiuto dell’invecchiamento della popolazione, tutti questi fattori si sono uniti per assicurarsi che ciò che facciamo conta e continua ad essere importante”, ha affermato .” Non è mai stato così importante per i medici investire in uno strumento come BrainCheck e migliorare il trattamento durante tutto il percorso del paziente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *