Skip to content

Biden, Xi esprimono il desiderio di cooperazione tra Stati Uniti e Cina in vista del primo vertice virtuale, notizie e storie migliori degli Stati Uniti

WASHINGTON – Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping hanno espresso il desiderio che i loro Paesi lavorino insieme martedì (9 novembre), in vista del loro primo vertice virtuale previsto nelle prossime settimane.

I due leader hanno riconosciuto che il rapporto tra Cina e Stati Uniti ha avuto ramificazioni globali nelle lettere che sono state lette durante la cena di gala annuale del Comitato nazionale per le relazioni tra Stati Uniti e Cina, un gruppo senza scopo di lucro.

Biden ha dichiarato: “Dall’affrontare la pandemia di Covid-19 all’affrontare la minaccia esistenziale della crisi climatica, la relazione tra Stati Uniti e Cina ha un significato globale.

“Risolvere queste sfide e cogliere queste opportunità richiederà che la più ampia comunità internazionale si unisca mentre ognuno di noi fa la propria parte per costruire un futuro sicuro, pacifico e resiliente”.

Nella sua lettera, Xi ha esortato con forza alla cooperazione, affermando che la Cina è pronta a lavorare con gli Stati Uniti per affrontare insieme le sfide globali.

“Le relazioni tra Cina e Stati Uniti sono in un momento storico critico. Entrambi i paesi trarranno vantaggio dalla cooperazione e perderanno dal confronto. La cooperazione è l’unica scelta giusta”, ha affermato.

Nel frattempo, la Cina lavorerà con gli Stati Uniti per gestire adeguatamente le loro differenze e riportare il loro rapporto in carreggiata, ha aggiunto.

I due leader si sono parlati due volte al telefono da quando Biden è entrato in carica a gennaio e hanno deciso di incontrarsi in videoconferenza per il loro primo vertice entro la fine dell’anno.

Bloomberg ha riferito martedì che il vertice virtuale potrebbe aver luogo la prossima settimana, sebbene né gli Stati Uniti né la Cina abbiano confermato una data.

Lunedì, il vice segretario stampa della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha ribadito che Washington e Pechino avevano “un accordo di principio” per avere un vertice virtuale prima della fine dell’anno.

“Questo fa parte dei nostri sforzi in corso per gestire responsabilmente la concorrenza tra i nostri paesi”, ha detto, sottolineando che “non si trattava di cercare risultati specifici”.

Sono in corso discussioni a livello di lavoro sulle specifiche della riunione, ha aggiunto.

Mercoledì, durante un normale briefing con i media a Pechino, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha fornito pochi dettagli sull’incontro.

“Attualmente, Cina e Stati Uniti stanno mantenendo una stretta comunicazione sugli accordi specifici per l’incontro dei due capi di stato”, ha affermato.

L’incontro offre ai superpoteri rivali la possibilità di dare il tono alla loro relazione in futuro.

Sebbene questa relazione non sia stata tempestosa come durante la guerra commerciale dell’ex presidente Donald Trump con la Cina, entrambi i paesi sono ora radicati nella competizione strategica a lungo termine nella tecnologia, nell’influenza globale e in una miriade di altre questioni, con entrambi che pongono restrizioni sulle reciproche aziende e sui cittadini.

Il signor Qin Gang, ambasciatore della Cina negli Stati Uniti da luglio, ha dichiarato durante la cena di gala di martedì sera di essere arrivato a Washington in un “momento molto difficile e impegnativo”.

“Negli ultimi anni, le relazioni tra Cina e Stati Uniti sono state seriamente compromesse. Ciò non serve gli interessi fondamentali dei due popoli”, ha affermato.

Facendo eco a Xi, Qin ha affermato che la Cina lavorerà con gli Stati Uniti e “farà sforzi incessanti per riportare le relazioni USA-Cina sulla strada giusta”.

“Alcune persone dicono che la relazione tra Cina e Stati Uniti non può tornare al passato. Ma è questo un motivo per prenderla alla leggera, o addirittura danneggiarla come desiderano? No, rifiutiamo questa visione”, ha aggiunto.

Abbiamo riscontrato alcuni problemi con l’accesso degli abbonati e ci scusiamo per l’inconveniente causato. Fino a quando non risolviamo i problemi, gli abbonati non devono effettuare il login per accedere agli articoli di ST Digital. Ma per i nostri PDF è ancora necessario effettuare il login.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *