Skip to content

Bambino di sei anni non legato prima della morte al parco divertimenti: rapporto

Una bambina di 6 anni morta in un parco di divertimenti in Colorado non è stata allacciata alla corsa, secondo un report dal Dipartimento del Lavoro e dell’Occupazione del Colorado.

Wongel Estifanos è morto il 5 settembredurante il giro di Haunted Mine Drop al Glenwood Caverns Adventure Park dopo essere caduta di 100 piedi.

Il rapporto concludeva che i dipendenti non controllavano adeguatamente se era allacciata e non capivano le operazioni della corsa.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Dopo ogni corsa, tutte le fibbie dovrebbero essere slacciate e i lavoratori dovrebbero assicurarsi che tutte le cinture addominali siano allacciate ai ciclisti. Un allarme suona quando si verifica un errore nei sistemi di ritenuta per un sedile.

Quando Estifanos è salito sul giro, la fibbia del suo sedile non è stata slacciata e si è seduta sopra le cinture, secondo il rapporto. Tirò l’estremità della fibbia del sedile usata per stringere la cintura in grembo, il che faceva sembrare che la fibbia fosse accesa.

Secondo quanto riferito, il sistema di allarme ha segnalato che il sedile in cui si trovava aveva un errore perché la fibbia non è mai stata slacciata dopo l’ultimo giro. Tuttavia, il rapporto affermava che i due operatori non erano adeguatamente formati per comprendere il sistema.

Gli operatori sono andati in giro e hanno inserito le aste nei sedili per i motociclisti, incluso Estifanos, ma non le hanno aggiustato la fibbia. L’allarme era ancora attivo, ma gli operatori hanno ripristinato il sistema e hanno proseguito la corsa.

Dan Caplis, un avvocato della famiglia, ha dichiarato nella dichiarazione a The Hill che il rapporto dimostra che Estifanos “è stato ucciso a causa di molteplici fallimenti da parte del parco di divertimenti e dei suoi operatori”.

“I genitori di Wongel sono determinati a fare tutto ciò che è in loro potere per assicurarsi che nessuno muoia mai più in questo modo. Nell’ambito di questa missione chiedono ai testimoni di farsi avanti, comprese le persone che hanno avuto problemi con la miniera infestata prima che Wongel venisse ucciso su di esso”, ha aggiunto.

La famiglia ha intenzione di citare in giudizio il parco e i pubblici ministeri determineranno se le accuse penali debbano essere intentate nel caso.

Il “l’intera famiglia di Glenwood Caverns ha il cuore spezzato dal tragico incidente accaduto qui il 5 settembre. Non possiamo immaginare il dolore per la perdita che stanno vivendo la famiglia Estifanos ei loro amici. I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno a loro”, ha detto il fondatore del parco Steve Beckley.

“Abbiamo lavorato a stretto contatto con la Colorado Division of Oil and Public Safety ed esperti di sicurezza indipendenti per esaminare questo incidente. All’inizio di oggi, abbiamo ricevuto il rapporto finale dello stato e lo esamineremo attentamente per le raccomandazioni”, ha aggiunto.

Aggiornato alle 15:16

Visualizza il thread di discussione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *