Skip to content

Assam IMA chiede sicurezza per i medici

La filiale dell’Assam dell’Associazione medica indiana (IMA) lunedì ha affermato che sarebbe stata costretta a chiedere il ritiro di tutti i medici dalle piantagioni di tè nello stato da venerdì se non verrà fornita un’adeguata sicurezza.

L’ultimatum ha fatto seguito al linciaggio del dottor Deben Dutta, 73 anni, al Teok Garden Hospital nel distretto di Jorhat, nell’Assam, sabato con l’accusa di aver ritardato il trattamento di un lavoratore che in seguito è deceduto per le ferite alla testa da una caduta, al Jorhat Medical College and Hospital.

Ventidue persone, arrestate dalla polizia di Jorhat, sono state presentate martedì davanti al magistrato giudiziario capo e inviate in custodia giudiziaria. Il caso n. 434 è stato registrato presso la stazione di polizia di Teok ai sensi degli articoli 232, 341, 342, 427, 506, 143, 144, 147, 148, 149 e 186 dell’IPC.

In una lettera all’Assam Branch Indian Tea Association (Abita), la filiale IMA Assam ha chiesto una garanzia scritta entro giovedì che il personale di sicurezza statale o professionale sarebbe stato schierato negli stabilimenti sanitari in tutte le piantagioni di tè dello stato entro il 10 settembre e le loro baracche sarebbero state allestite nel campus dell’ospedale/dispensario. Ha inoltre richiesto l’installazione di telecamere di sorveglianza/CCTV nei punti vulnerabili negli stabilimenti sanitari di tutte le piantagioni di tè entro il 30 settembre. La lettera era indirizzata ad Abita in quanto è la più grande associazione di tè in Assam e Teok ne è membro.

La filiale di IMA Assam ha dichiarato di dover emettere l’ultimatum poiché la situazione ha superato tutti i limiti tollerabili. Ha ribadito la sua tolleranza zero contro qualsiasi violenza contro medici, operatori sanitari e strutture sanitarie.

La filiale di IMA Tinsukia aveva chiamato un ritiro di 24 ore dai servizi medici nel distretto dalle 6 del mattino di lunedì. Solo i servizi di emergenza operavano al Teok Garden Hospital. Un’ambulanza era di stanza lì per l’emergenza. Anche i membri del Jorhat Doctors Club hanno scioperato, chiedendo giustizia, modifica della legge per garantire la sicurezza dei medici e punizione per i colpevoli. Solo i servizi di emergenza e il reparto esterno hanno funzionato normalmente.

Martedì la filiale di IMA Assam ha disposto il ritiro delle prestazioni mediche di 24 ore, esclusa l’emergenza.

L’ispettore generale della polizia (legge e ordine) Dipak Kedia si è precipitato alla tenuta del tè da Guwahati. Il sovrintendente della polizia di Jorhat, Vaibab Nimbalkar, ha affermato che le indagini sono in corso.

Il Comitato consultivo delle associazioni di piantagioni (CCPA) ha affermato che la questione è stata discussa con il governo e sarà perseguita.

Un alto funzionario dell’Indian Tea Association ha dichiarato: “Condanniamo fermamente tali azioni e lavoreremo con tutte le parti interessate per far rispettare lo stato di diritto”.

Centinaia di medici lunedì hanno portato via processioni nelle città di Tinsukia e Jorhat. I medici di Tinsukia hanno presentato un memorandum all’SP Shiladitya Chetia e al vice commissario Oinam Sarankumar Singh.

Il segretario della filiale dell’IMA Tinsukia, il dottor Prasant Kumar Agarwala, che ha guidato la processione, ha dichiarato al Telegraph: “Siamo preoccupati per la nostra sicurezza. Il primo ministro Sarbananda Sonowal e il ministro della salute Himanta Biswa Sarma sono invitati a prendere misure in modo che i medici possano lavorare senza paura in ospedali da giardino e altri luoghi.”

L’Associazione dei chirurghi dell’India ha scritto al primo ministro Narendra Modi per istruire il governo dell’Assam su una consegna visibile e rapida della giustizia.

Il segretario generale dell’Assam Chah Mazdoor Sangha, Rupesh Gowala, ha condannato l’incidente. “E’ stato un atto condannabile. Il governo e la società dovranno lavorare insieme per fermare tali atti in futuro”, ha detto.

Il segretario della All Assam Tea Tribes Students Association, Irot Tanti, ha dichiarato: “Esprimiamo profondo dolore per la scomparsa del dottor Dutta”.

Segnalazioni aggiuntive di Manoj Kumar Ojha in Doomdooma e Devajit Baruah in Jorhat

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *