Skip to content

Accusa ritirata per uomo accusato di aver fornito informazioni sulle indagini doganali di Singapore ad avvocati, tribunali e notizie sul crimine e storie principali

SINGAPORE – Un uomo accusato di aver tentato di ostacolare il corso della giustizia fornendo informazioni a un avvocato su un’indagine della dogana di Singapore è stato ritirato dall’accusa a seguito di una conferenza preliminare lo scorso giovedì (11 novembre).

Il giudice distrettuale Ng Cheng Thiam ha consegnato al sig. Selva Kumar Subramaniam, 43 anni, un congedo pari all’assoluzione.

Ciò significa che il singaporiano non può essere nuovamente accusato dello stesso reato.

In una dichiarazione a The Straits Times martedì (16 novembre), le Camere del procuratore generale hanno dichiarato: “Dopo aver valutato i fatti e le circostanze del caso, è stato impartito un severo avvertimento al sig. Selva Kumar e l’accusa ha chiesto un congedo per un importo pari a l’assoluzione dall’accusa, che è stata concessa dal tribunale”.

Nel settembre dello scorso anno, il sig. Selva Kumar e due avvocati, Wee Hong Shern, 34 anni, e Ong Peng Boon, 65 anni, sono stati accusati di aver tentato di ostacolare intenzionalmente il corso della giustizia.

Il signor Selva Kumar era stato accusato di aver fornito informazioni presumibilmente legate a un’indagine della dogana di Singapore a Wee, che allora era il suo avvocato difensore, tra le 10:00 e le 11:51 del 10 maggio 2019.

L’informazione avrebbe dovuto allertare un sindacato che si occupava di sigarette non pagate per sdoganare i suoi locali dalle merci.

Si dice che Wee abbia inviato a Ong un messaggio di testo intorno alle 11:52, affermando: “Ho parlato con Ah Boon per aggiornare. Fondamentalmente: Buffalo è sballato. La fabbrica è al sicuro per ora, ma avverte che è solo questione di tempo prima che lo scoprano dov’è perché hanno le auto SD del veicolo di Ah Boon.

“Possono rintracciare i bufali e trovare la fabbrica alla fine. Quindi ha detto di ripulire tutto dalla fabbrica il prima possibile.

“Sono emerse prove che la ST è stata pagata da un uomo cinese. Il suo telefono Zello è stato sequestrato e non ha avuto il tempo di eliminare i convogli. La cauzione è stata aperta a 55K”.

Non era chiaro nei documenti del tribunale a cosa si riferisse il messaggio di testo.

I documenti, inoltre, non hanno rivelato ulteriori dettagli sul caso riguardante le sigarette o l’identità di Ah Boon.

Ong è accusato di aver inoltrato il messaggio a un uomo conosciuto solo come Tan Hock Ann, i cui dettagli non sono stati rivelati nemmeno negli atti del tribunale.

Le cause che coinvolgono i due avvocati sono ancora pendenti.

I trasgressori condannati per aver intenzionalmente ostacolato il corso della giustizia possono essere incarcerati fino a sette anni e multati.

Abbiamo riscontrato alcuni problemi con l’accesso degli abbonati e ci scusiamo per l’inconveniente causato. Fino a quando non risolviamo i problemi, gli abbonati non devono accedere per accedere agli articoli ST Digital. Ma per i nostri PDF è ancora necessario un login.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *