Skip to content

27 Domande: Manuel Palacio, co-fondatore del Gruppo Pirata

Hong Kong è un luogo ricco di persone talentuose e intriganti. Nella nostra rubrica settimanale di 27 domande, ci confrontiamo da vicino e personalmente con le personalità importanti della città, imparando i loro capricci e avversioni, i momenti cruciali della vita, le speranze e i sogni, il tutto più o meno nello stesso lasso di tempo necessario per affrontare un 2- data di velocità al minuto.

Oltre a sfoggiare un blazer e un fazzoletto da taschino dai colori vivaci, raramente vedrai il ristoratore locale Manuel Palacio senza il suo caratteristico sorriso da orecchio a orecchio: oltre a gestire alcuni dei ristoranti più famosi di Hong Kong, Palacio è uno dei più congeniali star della scena F&B di Hong Kong, come possono facilmente testimoniare coloro che lo conoscono.

Con una radicata passione per l’ospitalità, il co-fondatore del Gruppo Pirata (TokyoLima, Pici, Madame Ching, Honjo & TMK, MEATS, l’elenco continua) ha intrapreso una carriera nell’ospitalità alla tenera età di 13 anni nella sua nativa Madrid, prima di fare il jet-set in giro per il Regno Unito e gli Stati Uniti per farsi le ossa in stabilimenti degni di nota in tutto il mondo. Dopo aver viaggiato molto da allora (stima di essere stato in circa 30 paesi), Palacio ha affinato le sue capacità di ospitalità in punti caldi internazionali da Londra a New York e Ibiza.

Dopo essersi trasferito a Hong Kong, Palacio ha notato la mancanza di locali con un servizio accessibile in stile occidentale, dando così vita alla sua idea per Pirata Group nel 2013. Da allora, il gruppo è cresciuto fino a raggiungere quasi una dozzina di ristoranti, che vanno dalla chiassosa izakaya al bar di pasta rustica – tutti atterrano la tripletta per l’atmosfera, i prezzi allegri e il servizio accessibile. Di seguito, conosciamo il carismatico gentiluomo dietro alcuni dei ristoranti più amati della città.

Nome: Manuel Palacio

Età: 33

“Sii gentile.”

Ambra, non c’è dubbio. Aspetta, forse ci sono alcuni altri contendenti… alcuni piatti al Belon sono davvero fantastici!

Persone che ispirano il cambiamento e che cambiano il modo in cui viviamo. Da oggi, Elon Musk. Dal passato, Martin Luther King Jr., Albert Einstein e Abraham Lincoln. Sono anche un grande fan di Danny Meyer di Union Square Hospitality Group.

Lavare i piatti in un negozio di cioccolata calda e churros nel centro storico di Madrid. Questo è stato abbastanza orribile e molto appiccicoso per due anni! Ma avevo 15 anni e avevo birra gratis, cosa posso dire?

Al mattino, acqua e un caffellatte. In serata, Chardonnay. Di notte, Mezcal.

10 anni fa.

La luce del sole e tutti i miei libri riempiono lo spazio.

Sono un tipo di persona da “6 del mattino”. C’è sempre una grande raccolta di foto di me che dormo mentre sono famoso nel nostro gruppo per i miei sonnellini mentre a tarda notte degustavo tra i piatti.

L’app Attività dal mio Apple Watch. È divertente vedere quanto si esercitano i tuoi dipendenti, ti mantiene motivato e in forma.

Biscotti Oreo.

Ogni volta mi arrabbio.

Non aver visitato prima. Dai, dobbiamo ammettere che Hong Kong è fantastica! Nei giorni buoni e cattivi, tutto è semplicemente fantastico nella nostra città.

Ant谩rtid.

Una volta su una luna molto blu.

15. Qual è la tua più grande paura?

A corto di caffè al mattino!

Caramelle, dolci, biscotti, cioccolato praticamente qualsiasi cosa dolce.

La vita è bella.

Un’escursione alle 6:30 per due ore e la lettura di un libro per un’ora, seguita da meditazione e lavoro al computer fino a mezzogiorno. Passeggiata per il brunch nei nostri ristoranti (per lo più quelli sul lato di Kowloon) e solitamente degustazione di cibo Pici. Durante il pomeriggio, mi preparo per la prossima settimana di lavoro e visito i nostri ristoranti Central e Wan Chai durante la notte.

19. Qual è il tuo trucco unico per le feste?

La mia danza segreta si muove.

Il mio 25esimo compleanno.

D’estate vivrei a Los Angeles, d’inverno, decisamente a Hong Kong. In primavera, Londra sarebbe fantastica. In autunno dovrebbe essere Bali.

22. Cosa rende qualcuno un vero hongkonghese?

Sai di essere un hongkonghese nel momento in cui sei a 300 metri da qualche parte ma scegli comunque di prendere un taxi, fino ad allora stai solo fingendo.

Frank Sinatra per una bella canzone, Abraham Lincoln per un saggio consiglio, Nelson Mandela per l’ispirazione, Ellen Degeneres per una bella risata e Victoria Beckham. Ho sempre voluto incontrarla sin dalla mia infanzia.

Qualsiasi canzone Disney degli anni ’90, Aladdin è uno dei miei forti.

Che andavo alle 4 del mattino a dipingere i treni con i graffiti.

Ogni giorno quando vedo Diamond, la mia ragazza. 6 anni e oltre.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *