Skip to content

20 anni dopo, Chavez vuole ancora fare musica rock interessante

I veterani post-hardcore Chavez non si sono mai lasciati, ma è un malinteso comune che lo abbiano fatto. È un errore comprensibile: l’ultimo album che hanno pubblicato è stato il nervoso, spigoloso Cavalca il fader (che non include la compilation del 2006, Giorni migliori ti perseguiteranno), e da allora sono saliti sul palco solo sporadicamente. Ma il chitarrista/cantante Matt Sweeney, il chitarrista Clay Tarver, il batterista James Lo e il bassista Scott Marshall promettono che non si sono mai separati ufficialmente. “La vita ha preso il sopravvento e tutti abbiamo iniziato a dire di sì ad altri progetti qua e là”, racconta Tarver Impasto per telefono.淚 ha iniziato a scrivere la sceneggiatura, Matt e James avevano ciascuno le proprie cose e Scotty aveva una carriera cinematografica da perseguire. Ma non abbiamo mai smesso di suonare e siamo sempre andati d’accordo.

Negli anni ’90, Tarver, che è anche co-esecutivo, produce la satira di successo della HBO Silicon Valley, era interessato ad esibirsi solo quando lui e il resto della band ne avevano voglia, invece di andare costantemente in tour come fanno tanti altri gruppi. “Eravamo stati tutti in band che avevano fatto il giro del culo, e in qualche modo ha fatto la differenza, dice.淏non proprio. Abbiamo preso questa decisione [to play less] senza nemmeno parlarne così tanto. Ad un certo punto, non potevamo controllare nulla, quindi ci siamo detti: “Facciamo semplicemente le cose che vogliamo fare”. Era quasi come meno suonavamo, più piacevamo alla gente.

Ora, due decenni e una manciata di spettacoli di beneficenza dopo, Chavez si prepara a pubblicare il loro primo EP in due decenni, un set di tre canzoni chiamato Combattente di galli, che esce il 13 gennaio via Matador e comprende materiale scritto in diverse sale prove nel corso degli anni.淥 ovviamente siamo follemente lenti, ride Matt Sweeney, che Impasto contattato in una telefonata separata. Scriviamo insieme in questo tipo di comitato. Al batterista deve piacere quello che faccio e a me deve piacere quello che fa il batterista. La band vuole essere una band che escogita materiale insieme. Quindi, quando non stiamo insieme, tutto richiede molto tempo.滭/p>

Tarver e Sweeney approfondiscono ulteriormente la non riunione di Chavez di seguito, dove toccano il bilanciamento di diversi progetti (il continuo coinvolgimento di Tarver con Silicon Valley; Il programma di collaborazione di Sweeney si è esibito e registrato con Josh Homme e Iggy Pop, Eagles of Death Metal e Run the Jewels, tra molti altri), il loro rapporto con la nostalgia e se registreranno o meno un full-lenght.

Matt Sweeney: Penso che volessimo fare musica rock interessante. Clay è bravo con le metafore, e parla sempre di girare gli angoli in modi interessanti, visto che le impostazioni e i guadagni che sono cose interessanti vengono rivelati in un modo che è un po’ guadagnato. Avevamo sicuramente molte cose che volevamo fare. Stavamo parlando di come gran parte del rock degli anni ’70 avesse un mistero grandioso, oscuro e malvagio a cui eravamo legati. Ad esempio, nel [Blue 脰yster Cult’s] 淒on’t Fear the Reaper, c’è quella fottuta cosa drammatica nel mezzo, come in quella canzone dei Cheap Trick 淒ream Police. Queste sono tutte influenze che all’epoca erano molto fuori moda e lo sono ancora. La cosa migliore di fare musica rock con un qualche tipo di intenzione, invece di essere strano per il gusto di essere strano, tipo, perché fare una canzone rock? Proviamo a capirlo, ed è per questo che ci vuole per sempre, cazzo, trovare qualcosa che tutti possiamo concordare è una cosa interessante. Tarver di argilla: Ti darò la risposta lunga, che è: quando abbiamo fondato la band ed eravamo davvero attivi, non eravamo ingenui. Eravamo già stati tutti in band. In effetti, eravamo più o meno l’opposto di tutti, 淥ok, vogliamo farlo nel modo giusto, e non vogliamo imbrogliare, e alla gente piaceremo o no. Ma la cosa principale è che facciamo quello che vogliamo fare. E ad essere onesti, penso che ci siamo davvero sentiti come, 淥h, questa è esattamente la musica che volevamo fare. L’abbiamo fatto davvero, davvero. Alcune persone hanno risposto, ma per la maggior parte è stato, tipo, un sacco di grattarsi la testa, il che era strano e un po’ frustrante, ma è anche quello che ottieni, penso, quando corri un rischio. Voglio dire, tutti vogliono, quando portano avanti i loro progetti creativi, ricevere standing ovation e persone che ti danno biscotti caldi e dicono quanto sei bravo e ti danno una medaglia, e cose del genere. Ma era strano. Tutto aveva perfettamente senso per noi ed era una musica molto emozionante e radicata, ea volte era difficile capire che alcune persone non la vedessero in quel modo. Tarver: Un nostro amico aveva il cancro, quindi abbiamo fatto uno spettacolo di beneficenza ed è stato davvero gratificante, e poi il manager ci ha implorato di suonare questa cosa a Las Vegas, che è andata davvero, davvero bene, e ci siamo divertiti moltissimo. Avevamo tutte queste canzoni che non abbiamo mai registrato, e abbiamo continuato a suonare, e abbiamo continuato a scrivere canzoni nel corso degli anni, e ci siamo detti, 淲perché non le registriamo e basta? Abbiamo suonato all’ATP a Londra, e poi ad Asbury Park e alla Primavera e cose del genere, e poi a un certo punto ci siamo detti, “Non faremo uno spettacolo finché non avremo nuova musica in uscita, ed è più o meno da lì che ci siamo fermati.

Sono sicuro che sembra che ci stiamo riunendo e cercando di riconquistare la magia, ma la verità onesta è che era una di quelle cose in cui avevamo tutta questa musica e abbiamo anche un sacco di altre canzoni, ma abbiamo semplicemente deciso per fare tre canzoni alla volta per ora e seguire il nostro percorso.

Sweety: Non abbiamo mai fatto un terzo disco e avevamo solo bisogno di tempo e spazio. Soprattutto Clay aveva aspettato che accadesse qualcosa per anni e anni. Quindi ogni volta che un blocco di tempo era disponibile, lo sarebbe [become] non disponibile, spesso a causa dell’orario di lavoro di Clay. Diceva, 淥ok, blocchiamola questa volta e io uscirò e scriverò un sacco di canzoni, e lui diceva, 淎gh, mi è appena stato chiesto di lavorare su Silicon Valley o inserisci qualsiasi lavoro che saresti pazzo a non fare. Alla fine, Clay ha scritto questa e-mail molto appassionata ed è stato tipo, 淚 morirei infelice se non facessimo un terzo disco. Quindi abbiamo iniziato a lavorare sulle cose e ancora una volta il nostro tempo è stato decimato al punto da pensare, ‘perché non entriamo e registriamo tre canzoni, poi ne faremo di più se possiamo? Tarver: È stata un’idea di Matt. Immagino di pensarlo come una specie di qualcosa che non è del tutto aperto al traffico stradale. Ad esempio, devi saperlo e venire nella stanza sul retro e farne parte. Mi sento come se avessimo fatto questa cosa da soli nella stanza sul retro di cui nessuno sapeva, e ora lo scopri e puoi venire a dare un’occhiata se vuoi. E adoro la copertina perché è la ragazza dietro il vetro antiproiettile con sopra gli adesivi del cuore, e per me sembrava che ci fosse qualcosa là dietro che voglio andare a controllare, che non è per il divertimento di tutti i giorni. Sweety: Quando Clay era fuori West e James e io suonavamo ancora insieme tutto il tempo, volevo solo fare un EP chiamato Combattenti di galli. Faccio davvero fatica a scrivere cazzate, ma avevamo otto milioni di idee fighe e semicotte, e quando le persone mi chiedevano su cosa sto lavorando, 淚 sto facendo questa cosa chiamata Combattenti di galli. Quindi quel nome era solo nella parte posteriore della mia mente come un buon nome. Sweety: È strano. Stavo guardando un’intervista con Iggy Pop, di cui tutti sono ossessionati, ma mi ha solo reso più interessato a lui. Sono ossessionato da quando avevo 15 anni. Parlava di come vuole fare musica che sarà ascoltata. L’intervista è del 1982, ha detto, non sarebbe bello se facessi dischi che contano ancora nel 1995, o qualcosa del genere. Il nostro obiettivo con Chavez [was], sarebbe bello se tra 20 anni quei record significassero ancora qualcosa. Penso che ogni buon disco sia come una casa: puoi andare lì dentro e ha le sue regole e puoi divertirti e viverci. Alla luce di quella citazione di Iggy, ero tipo, 淲all, merda, l’abbiamo fatto. Per qualche ragione, 20 anni dopo, la gente pensa ancora che i dischi siano interessanti. Hai sentito parlare della band Speedy Ortiz? [Lead singer Sadie Dupuis] gli piace molto la nostra band. Quindi è come, 淥h, è fottutamente fantastico!滭/p> Tarver: Lo spero. Voglio dire, penso che lo faremo un po’ passo dopo passo, e se potessimo stare tutti insieme e suonare, ci piacerebbe farlo. Penso che siamo tutti un po’ curiosi di sapere come sarebbe andata a finire. È davvero divertente lavorare con le persone che ami. E per essere un po’ più grandi, le decisioni vengono prese più velocemente e tutti voi avete vissuto molta più vita. Amo lavorare su Silicon Valley, ma è anche una grande impresa con molte persone. È una collaborazione gigantesca, ed è davvero divertente fare qualcosa di commerciale, popolare e di successo con brave persone su cui posso alzare la testa. Ma è anche molto divertente fare qualcosa che sia arte in cui credi, e questo è ciò che è davvero gratificante in queste tre canzoni. Tarver: La cosa divertente è che un tipo aiuta l’altro. [Silicon Valley creator] Mike Judge è un musicista davvero, davvero malato. Ho lavorato con lui per 18 anni di tanto in tanto, ed è un bassista blues e rockabilly in piedi. Tipo, un tipo molto, molto abile. E penso che ci siamo sempre collegati per questo. Eravamo una specie di doppiogiochista nel mondo della musica e in quest’altra cosa film/TV. E quindi, sì, è interessante, in un modo strano, ho voglia di lavorare Silicon Valley mi ha reso un collaboratore migliore. Matt e James e io e Scott, abbiamo questa cosa in cui quando suoniamo insieme, è diverso dal suonare con chiunque altro. C’è un vero conforto. Ed è anche bello che non ci siamo affidati [Chavez] per soldi, e non abbiamo bruciato l’intera relazione l’uno dell’altro, perché di solito è quello che succede con una band che lo fa da tutto il tempo che abbiamo. Sweety: Voglio dire, ovviamente nessuno vuole essere sul carro della nostalgia. Soprattutto il nostro batterista James semplicemente detesta [it], ecco perché, tipo, chissà cosa faremo? Perché in realtà dipende solo da quello che prova la band. Ma so che James è tipo, 淲all, l’abbiamo fatto ed è stato davvero bello, quindi perché dovremmo fotterci? Il che, ancora una volta, risale all’idea dell’EP.

Mi sono sentito anche un po’ preso [discomfort]: Abbiamo suonato in alcuni spettacoli nel 2010, o qualcosa del genere. C’erano un paio di spettacoli in cui pensavo, 淥ooh, vorrei che non suonassimo in questo spettacolo. Eravamo la vecchia band di cui nessuno ha mai sentito parlare. Abbiamo suonato al Pitchfork fest e forse Ty Segall ha suonato prima di noi. Ero tipo, 淭c’è un atto giovane e vibrante a cui tutti possono relazionarsi! Questo era lo stesso tipo di punto interrogativo collettivo che si erge sopra le teste del pubblico quando abbiamo iniziato. Ora è come, 50.000 persone guardano i loro telefoni mentre giochiamo, e tu dici, 淚 non voglio giocare!

Sweety: Oh è divertente, sì. Ad un certo punto con queste band che lo fanno da molto tempo, è che finisci per essere una band migliore ed è più facile da fare, il che ti dà più spazio per vedere come la musica sta atterrando sul pubblico. Non sei finito e stai solo cercando di eseguirlo. C’è questo pensiero che mi è passato per la mente mentre stavamo suonando, ‘oh è più facile farlo ora, ho capito!’ Ancora una volta, band come Dinosaur Jr. e Pavement, erano fottutamente migliori come band rock solo perché potevano suonare meglio, non è così difficile. La gommalacca è l’esempio più interessante. Non lo so, hanno un’ora e mezza di canzoni, eppure è ancora rilevante. Il modo in cui giocano è interessante, in qualche modo legittimo, anche se non stanno facendo nulla di nuovo, stanno comunque sfidando se stessi. Per me ha ben poco a che fare con la nostalgia. È solo 淔uck, sono davvero bravi.滭/p>

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *