Skip to content

10 barman di Hong Kong da seguire su Instagram in questo momento

A Hong Kong non mancano i bar, il che significa che la nostra città ospita un piccolo esercito di baristi che agitano, mescolano e versano ogni drink servito in città. Per gli amanti delle bevande, seguire queste persone di talento su Instagram è un modo efficace per tenersi aggiornati su tutti gli avvenimenti della scena locale delle bevande. Di solito sono tra i primi a sapere quando una nuova sede è all’orizzonte; e i migliori baristi ti portano dietro le quinte per dare un’occhiata all’intricato processo che porta alla creazione di cocktail pluripremiati in grado di resistere alla concorrenza regionale (e in effetti internazionale). stabilimenti, ma interagire con questi professionisti del settore delle bevande online può placare temporaneamente la sete che solo una buona bevanda può placare. Senza ulteriori indugi, ecco i nostri 10 barman preferiti di Hong Kong da seguire su Instagram.

Maniglia:@agprabs

Agung Prabowo è un uomo che non ha bisogno di presentazioni. Anche prima di fondare The Old Man, uno dei migliori cocktail bar del pianeta, aveva accumulato un seguito di culto tra i nerd della mixology per i suoi acclamati periodi di sviluppo di programmi di cocktail rispettivamente al Landmark Mandarin Oriental e all’Island Shangri-La. Ferocemente meticoloso, troverai spesso Prabowo che documenta il suo lungo processo creativo ad alta intensità di lavoro su Instagram, o esplora nuovi marchi di alcolici per sfruttare le bevande inaspettate e intelligenti per le quali il suo bar SoHo è noto.

Maniglia:@aschmidtstudio

Acerbo, spiritoso e sempre impegnato, Schmidt è il capo barista de-factor al PDT Hong Kong, la nostra iterazione locale del seminale clandestino newyorkese di Jim Meehan. Non sorprende che Schmidt trascorra molto tempo in prima linea nel proverbiale settore, documentando una serie di esperienze dietro uno dei bar più eccitanti di Hong Kong. Quando non dirigeva il forte al PDT, Schmidt registra ampiamente le proprie esperienze educative: sfogliare il suo Instagram è un modo fenomenale per ottenere informazioni sui migliori vini e liquori in luoghi che vanno da Barcellona a Haneda e, naturalmente, proprio qui in il nostro cortile.

Maniglia:@cosabarista

Se desideri aggiungere un barista classico al tuo repertorio sui social media, non cercare oltre il signor Michael Cheung. Ex allievo dell’eccellente Bar Butler di TST, Cheung completa la sua più rigida formazione formalistica con le lezioni apprese all’Angel’s Share (la sede del Tastings Group incentrata sul whisky a Central purtroppo ha chiuso i battenti alla fine del mese scorso). Ora fa il bar alla VEA, concentrandosi su classici perenni come il Boulevardier o l’Old Fashioned. (La versione fuori menu di Cheung su quest’ultimo, che impiega cioccolato e bitter alla pesca, crea dipendenza). Originario di Taiwan, i lunghi viaggi a casa di Cheung sono una risorsa inestimabile quando si considera cosa mangiare e cosa bere durante la tua prossima vacanza a Taipei.

Maniglia:@torichow

Quando si tratta del regno dell’alcol, Victoria Chow, famosa per KWOON e The Woods, è una donna dal talento prodigioso. Di volta in volta educatrice, sommelier e mixologist, Chow è molto apprezzata in tutta Hong Kong per i suoi scritti accessibili su vari argomenti alcolici (che vanno dal vino al whisky e al sakè). Le sue storie su Instagram – il proxy più vicino che il mezzo ha al fotogiornalismo – sono intrise di un occhio non inconsistente per l’estetica, quindi se stai imparando le variazioni regionali in Cognac o sherry, sei destinato a trovare un lato dell’ispirazione di viaggio per abbinalo ai tuoi compiti.

Maniglia:@thegypsybartender

Egerton è il capo barista di Potato Head Hong Kong, uno spazio multi-concetto pensato con cura (composto da un ristorante, bar e sala d’ascolto) – situato nel mezzo di Sai Ying Pun. Un sostenitore del bere sostenibile e tropicale, Egerton ha più di un decennio di esperienza internazionale alle spalle, incluso un notevole periodo di gestione di Eau De Vie, probabilmente l’iconico whisky bar di Sydney. Ben esperto in molti degli ingredienti balinesi essenziali per la programmazione F&B di Potato Head (ad esempio sambal, tamarindo e il famigerato distillato di arak), è probabile che Egerton cataloghi nuove ricette di bevande su Instagram, molte delle quali alla fine trovano la loro strada Il menu dei cocktail di Potato Head.

Maniglia:@mmcocktail

Impossibile parlare della comunità di bartending di Hong Kong senza citare Antonio Lai. Pilastro della comunità F&B della città dagli anni ’90, Lai è per molti versi responsabile della divulgazione di massa della “mixology multisensoriale”, uno stile di cocktail ampiamente imitato dai concorrenti di Lai, ma raramente eguagliato. Insieme al partner commerciale Charlene Dawes, ha co-fondato Tastings Group, una delle organizzazioni di ospitalità più riconoscibili di Hong Kong, che vanta sedi come Quinary e VEA. Uno sguardo a Instagram e vedrai spesso Lai fare la spola tra i suoi vari locali o in una delle tante vetrine che gestisce all’estero.

Maniglia:@jayrummy

Jay Khan è il co-fondatore e direttore delle bevande di COA, un eccezionale bar di quartiere in Shin Hing Street incentrato sugli alcolici di agave. Incoronato “Ultimate Bartender of the Year” all’RPB Bartender Invitational 2018, Khan misura (e poi alcuni) al suo titolo con un’enfasi sul servizio e una visione unica degli spiriti messicani. Anche un esame di passaggio del suo Instagram ti insegnerà qualcosa di nuovo sulla mixology. Dalla fermentazione sperimentale alle note di giardinaggio sui tetti, si ha la sensazione che Khan stia esponendo gli hongkonghesi a una nuova regione selvaggia interessante e (cosa più importante) deliziosa di alcoli tradizionali centroamericani.

Maniglia:@ipsuvann

I lettori accaniti conosceranno senza dubbio Beckaly Franks, la “First Lady of Mixology” di Hong Kong e co-proprietaria del premio Asia 50 Best BarsLa Pontiac. Ambasciatore di vari produttori di alcolici come Fernet Branca, Franks è particolarmente ben informato quando si tratta di marchi in arrivo che si stanno facendo strada sulla scena del bartending di Hong Kong. Per stare al passo con tutti gli ultimi eventi (feste, turni degli ospiti, vetrine e altro) che si svolgono al The Pontiac – e stai certo, ce ne sono molti – il suo Instagram è anche una risorsa estremamente utile.

Maniglia:@devenderkumarsehgal

Kumar è il loquace capo barista del premiato ristorante italiano 8 1/2 di Umberto Bombana, una posizione elevata ampiamente supportata dal suo impressionante CV Vincitore di entrambi i BacardiLegacy(HK e Macao) e Bacardi Martini Grand Prix, Kumar ha una padronanza enciclopedica e rigorosa dei classici cocktail da bar d’hotel. Dall’ennesima varietà di Martini al miglior dannato Negroni nell’edificio Landmark (fatto con vermouth a base di Nebbiolo nientemeno), Kumar ti copre quando si tratta di bere con tecnica classica. Curiosità: nei suoi giorni liberi, Kumar usa le sue mani esperte e ferme da usare come vasaio, un mestiere che trascorre molto tempo a documentare sul proprio feed.

Maniglia:@buzz_estate

Recentemente elevato alla posizione di Head Bartender in tutto l’hotel, il Summer Lo del Four Seasons Hotel Hong Kong è facilmente una delle stelle nascenti della città quando si tratta di mixology. Un veterano del Bacardi Legacy e Champion of China Master Bartenderconcorsi, in un dato giorno troverai Lo al Blue Bar, che versa uno dei martini al tavolo preparati con cura del locale. Il suo feed social è un posto eccellente per ottenere informazioni dettagliate sui futuri baristi stellari che spesso affollano il Four Seasons per i turni degli ospiti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *